UNITA' ESTERNE DA BALCONE - PER APPARTAMENTI

Ad Aria, Acqua, Geotermiche; tutto sulle PDC

Moderatori: paolo, fcattaneo

Belgius
Messaggi: 26
Iscritto il: mer lug 20, 2016 3:07 pm

UNITA' ESTERNE DA BALCONE - PER APPARTAMENTI

Messaggioda Belgius » mar lug 26, 2016 2:50 pm

Le comuni unità esterne, per un appartamento con un piccolo balcone sono piuttosto ingombranti e rumorose, oltre che pesanti da movimentare. Senza doverle riprogettare ex novo, avrei intravisto una soluzione.
Una unità interna per canalizzato, può essere montata al riparo dalle intemperie e dai raggi diretti del sole piazzandola sotto il balcone del vicino a 10-15 cm da questo. Essendo sottili nell'ordine dei 200-250 mm queste unità non ingombrano parti utili.
Per collegarle con l'unità interna serve riunire in un gruppo compressore e valvole di espansione/inversione. E' così possibile realizzare "COST EFFECTIVE" un impianto canalizzato utilizzando lo stesso tipo di unità per interno/esterno. Ciò ottimizza pure i costi di produzione di quel canalizzato duplicando i volumi di vendita. Il costo finito dell'impianto non si discosta di molto da un comune trial split. Utilizzando unità come ad esempio le SHARP, i flussi d'aria sono ottimali, con l'aspirazione sotto e la mandata a filo balcone. Questa idea DAIKIN l'ha realizzata (forse su una scala un po' più grande, e risolvendo i problemi connessi, ma il concetto è quello).

https://www.youtube.com/watch?v=EIfOchj3JDY#t=415.51885

Belgius
Messaggi: 26
Iscritto il: mer lug 20, 2016 3:07 pm

Re: UNITA' ESTERNE DA BALCONE - PER APPARTAMENTI

Messaggioda Belgius » sab lug 30, 2016 9:51 pm

Il problema installativo con cui mi trovo a combattere è l'altezza eccessiva delle unità esterne che gia' con 18000 BTU nella versione trial split, non sono installabili in un balcone dal doppio accesso. Lo stesso dicasi per quasi tutte le PdC idroniche che hanno in genere altezze (e pesi) delle unità esterne poco gestibili.
IN UNA BATTUTA, DOVREMMO PASSARE (come nei TV) dal 4/3 al 12/9.
La clientela e gli installatori sarebbero molto riconoscenti.
E anche le stesse unità esterne starebbero meglio, protette dal balcone sovrastante.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1635
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: UNITA' ESTERNE DA BALCONE - PER APPARTAMENTI

Messaggioda fcattaneo » dom lug 31, 2016 9:48 am

Considera comunque che per una appartamento di soli 70 Mq. perdipiu' che disperde molto poco , 18.000 BTU sono davvero eccessivi.

Io verificherei le misure del sistema trial piu' piccolo disponibile.

F.

Belgius
Messaggi: 26
Iscritto il: mer lug 20, 2016 3:07 pm

Re: UNITA' ESTERNE DA BALCONE - PER APPARTAMENTI

Messaggioda Belgius » dom lug 31, 2016 5:25 pm

Purtroppo, commercialmente i trial split è già difficile trovarli da 18.000 BTU.
La grande maggioranza sono a partire da 24.000.
E nessuno fa più derivazioni per entrare in casa con una sola coppia di tubi da derivare all'interno.
Men che meno si pensa di ridurre ai minimi termini di ingombro e peso le unità esterne, che a mio avviso dovrebbero avere solo scambiatore e ventilatore. O addirittura una batteria di ventole 120x120 a basso rumore per ridurre lo spessore dell'unità.
In particolare con l'idronico, avrebbe senso spostare compressore e valvole nell'unità interna da piazzare nella nicchia di un termosifone per meglio utilizzare gli spazi.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1635
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: UNITA' ESTERNE DA BALCONE - PER APPARTAMENTI

Messaggioda fcattaneo » dom lug 31, 2016 8:14 pm

Le unita esterne grandi e pesanti sono indice di macchine con COP molto alti e buoni. ( scambiatori gas/aria molto grandi.. )
Le macchine piccole ed economiche funzionano con rese piu' basse.

Belgius
Messaggi: 26
Iscritto il: mer lug 20, 2016 3:07 pm

Re: UNITA' ESTERNE DA BALCONE - PER APPARTAMENTI

Messaggioda Belgius » lun ago 01, 2016 8:55 am

Daccordo, sui COP legati alle dimensioni, ma se il compressore e le valvole venissero spostati all'interno, a parità di scambiatore avremmo pesi e ingombri più gestibili.
Se poi tutti montassero gli scambiatori della DANFOSS, invece di fare ognuno il proprio, avremmo stessa qualità con ingombri minori.
In ogni caso, dato che un balcone non è mai meno di 1 metro, gli scambiatori si potrebbero fare con rapporto 12/9 e non 4/3 come adesso. In tal modo si potrebbero installare in alto fuori dagli spazi utili, e protetti dal sole diretto e dalle intemperie, grazie al balcone sovrastante.
EVIDENTEMENTE i progettisti delle prime PdC e dei condizionatori non avevano pensato ai condominii.


Torna a “Pompe Di Calore”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite