Pompa di calore ??

Ad Aria, Acqua, Geotermiche; tutto sulle PDC

Moderatori: paolo, fcattaneo

BIGUD
Messaggi: 5
Iscritto il: ven lug 20, 2012 1:41 pm

Pompa di calore ??

Messaggioda BIGUD » gio dic 14, 2017 1:30 pm

Buongiorno a tutti,abito in Piemonte vicino a Torino in una casa indipendente libera su due lati.Il riscaldamento è affidato ad una caldaia a condensazione immergas victrix 24 kw istantanea che scalda in climatica una superficie di circa 100 m quadri.In pratica 6 termosifoni in alluminio raggiungono una temperatura di circa 50° a 0° esterni.Naturalmente la caldaia è accesa 24h.I miei consumi annuali di metano sono intorno ai 1100 smc.Per l'acs ho un sistema a svuotamento rotex composto da 2 pannelli v26 e un sanicube da 300l esposizione sud Est collegati in scarico alla caldaia.In futuro penso di installare un fotovoltaico da circa 3kwp.Ora mi chiedevo se potevo prendere in considerazione l' eventuale installazione di una pompa di calore in caso di sostituzione della caldaia (12 anni di vita)? Ringrazio chi mi può dare consigli :roll:

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1743
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda sergio&teresa » gio dic 14, 2017 10:07 pm

Le premesse sono buone, potresti prendere una Hybrid, mantenendo il gas così da poter salire fino ai 50° che usi oggi senza grosse preoccupazioni per la bolletta elettrica.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

BIGUD
Messaggi: 5
Iscritto il: ven lug 20, 2012 1:41 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda BIGUD » ven dic 15, 2017 2:29 pm

Grazie per la risposta :) Tu come ti trovi con la hibrid?Dici che potrei avere risparmio rispetto al solo utilizzo di una caldaia a condensazione?Nella mia configurazione attuale secondo te potrei usare il sanicube per un' eventuale integrazione al riscaldamento ( collegando il ritorno del riscaldamento nella serpentina di carico)? Ciao

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1614
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » lun dic 18, 2017 9:24 pm

Ho appena concluso una consulenza per una persona che voleva inserire una PDC nel suo impianto dove era presente una ottima caldaia a metano installata solo nel 2009. ( Viessman )

Dato che la caldaia era nuova ho studiato una soluzione che la mantenesse ma che inserisse nel circuito una PDC senza alterare l'efficienza globale del sistema.
( l'impianto a termosifoni vede la caldaia in serie all'impianto di riscaldamento... sul ritorno ho inserito 2 volani termici della Cordivari da 25 Lt cad. ( lo scopo è quello di aumentare la quantita di acqua nell'impianto come richiesto nelle specifiche della PDC ).

La portata dell'acqua ai termosifoni è garantita dalla pompa della caldaia, mentre la PDC ricircola l'acqua sul ritorno operando in preriscaldo alla caldaia, senza alterare il flusso d' acqua ( le pompe dei rispettivi generatori non si disturbano a vicenda perche non sono poste in serie ).

Se la PDC viene spenta la caldaia a metano puo continuare ad operare come di consueto e si comporta come se la PDC non esiste nemmeno... mentre se si vuole escludere totalmente la caldaia dal circuito ( per esempio spegnerla completamente ), si puo chiudere la valvola V1 che ha lo scopo di permettere la circolazione dell'acqua all'impianto di riscaldamento a cura della sola PDC.
( con V1 chiusa la PDC non ricircola l'acqua ma la invia all'impianto ).

Immagine

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1743
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda sergio&teresa » lun dic 18, 2017 10:59 pm

Non l'ho mica capito questo schema.... :roll:

Bigud, con la Hybrid mi trovo benissimo, per me è la soluzione migliore se si vuole mantenere il gas e non si vuole aumentare troppo la potenza al contatore. Per quanto riguarda il solare per integrare riscaldamento, se metti il fotovoltaico puoi farne anche a meno: ma finora come mai non lo hai fatto? Anche solo per provare.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

BIGUD
Messaggi: 5
Iscritto il: ven lug 20, 2012 1:41 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda BIGUD » mar dic 19, 2017 11:19 am

Buongiorno,in effetti anch'io non ho ben capito lo schema...non prrde di efficienza un impianto del genere? Curiosando su internet ho visto che Caleffi propone una valvola 3 vie che consente di integrare una pompa di calore all'impianto esistente con caldaia,il tutto regolato da una centralina...Forse nel mio caso l'integrazione con la pompa di calore sarebbe la scelta migliore..in fondo la mia attuale caldaia nonostante qualche anno sulle spalle funziona ancora bene.Ma nel mio caso per un'eventuale integrazione che potenza dovrebbe avere la pompa di calore?In questi giorni di freddo intenso al nord -ovest (+5,-6) la mandata della caldaia non va' oltre i 55°.Riguardo all'integrazione del riscaldamento nel sanicube non ho mai provato perché è solo da un paio d'anni che uso la climatica 24h...e in effetti nelle mezze stagioni quando le mandate non superano i 40° una minima integrazione è possibile..

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1743
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda sergio&teresa » mar dic 19, 2017 11:57 pm

Per fare un dimensionamento seervirebbe qualche dato sul fabbisogno complessivo, ad ogni modo in generale potrebbero bastare 6-8 kW per poter avere un funzionamento della PDC per buona parte della stagione, con la caldaia ad intervenire solo in caso di freddo intenso.

Il problema di affiancare una pdc alla caldaia esistente è che la pdc la pagheresti interamente, senza incentivi (a meno di farlo in occasione di ristrutturazione edilizia, per cui recupereresti 50%, credo), mentre per una sostituzione ti riprendi il 65% del prezzo in 730.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1614
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » mer dic 20, 2017 5:10 pm

sergio&teresa ha scritto:Non l'ho mica capito questo schema.... :roll:

BIGUD ha scritto:Buongiorno,in effetti anch'io non ho ben capito lo schema...


Mi rendo conto di aver spiegato solo l'idraulica ma non la regolazione e quindi il funzionamento.

Il circuito fatto in questo modo fa si che la PDC riscaldi il ritorno dall'impianto di riscaldamento alla caldaia... se la T in ingresso alla caldaia è ad una T che gia soddisfa la climatica della caldaia , questa non si accendera' e la casa sarà riscaldata dalla sola PDC.

La climatica della PDC va tarata con una curva piuttosto piatta ( es. +30°@15, +38°@0 ) mentre la climatica della caldaia va scelta in base alle esigenze abitative ( per esempio curva 1.8 che offre una mandata di 40 gradi a 0 esterni.)

Seguendo l'esempio indicato, se la T esterna fosse di 0 gradi la PDC produrrebbe acqua a 38 gradi e la caldaia riscalderebbe solo per il differenziale mancante alla sua climatica. ( 2°C x arrivare a 40 )
Se la temperatura esterna scendesse ulteriormente sotto questo valore si otterrebbe che la PDC man mano si spegne perche la pendenza della curva climatica della caldaia è molto piu marcata e di conseguenza la PDC si trova a lavorare con il ritorno del riscaldamento ad una temperatura che gia soddisfa i requisiti climatici della PDC.

In pratica si ottiene che con temperature esterne miti funziona solo la PDC, poi si ha una zona stretta dove funzionano entrambe e sotto quella zona il funzionamento sarà solo della caldaia.
La "zona stretta" dove funzionano entrambe è legata oltre ai settaggi delle climatiche, al delta T di funzionamento dell'impianto di riscaldamento ( differenziale tra la T di mandata e quella di ritorno ai termosifoni )

Mi piacerebbe molto che Sergio ( che è un matematico di quelli veri... :D ) possa tradurre in una rappresentazione grafica questa cosa che ho scritto cosi da renderla piu chiara a chiunque.

Sotto posto la foto dell'impianto che ho fatto proprio questa sera.... il collaudo è stato fatto ieri e sono davvero molto soddisfatto di questa interpretazione idraulica.

In effetti si tratta della stessa soluzione di Maurizio ma ribaltata ( in quella di Maurizio la caldaia riscalda la mandata della PDC .... e di conseguenza il generatore principale è la PDC.... , questa è piu adatta in una situazione dove la PDC fa solo da integrazione alla caldaia che rimane il generatore principale.

Immagine

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1743
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda sergio&teresa » gio dic 21, 2017 12:14 am

Sarò pure un matematico di quelli veri 8) , ma continuo a non capire come sia il giro dell'acqua nelle diverse situazioni.... :oops:

Soprattutto quando la V1 apre il bypass non capisco bene cosa succede. Invece se capisco bene quando la V1 è chiusa i due accumuli lavorano come due disgiuntori, rendendo indipendenti i circolatori di PDC e caldaia: la pdc prende dall'accumulo in basso e scalda l'accumulo in alto, la caldaia preleva dall'accumulo in alto e scarica il residuo nell'accumulo in basso.

Però bisogna avere i due circolatori che girano spostando la stessa portata d'acqua sui due circuiti disgiunti.... o sbaglio?
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1614
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » gio dic 21, 2017 5:37 am

No,No, No..... :D

MI sembri il tecnico Rotex prima di approvare lo schema. :D

Immagina che la Valvola V1 NON esista... al suo posto un tubo sempre aperto... questo è lo schema essenziale del circuito idraulico.
( infatti la V1 va lasciata sempre aperta )

La funzione della V1 ( in chiusura ) è solo quella di permettere la circolazione dell'acqua all'impianto di riscaldamento nel caso si voglia spegnere totalmente la caldaia e quindi anche il suo circolatore.

La funzione dei 2 barilotti è quella di rendere indipendente le portate dell'acqua tra i 2 generatori ( si possono avere portate di acqua differenti ) ; se la PDC pompa a portata maggiore, parte di questa ricircolerà attraverso V1 in controflusso, se invece è la caldaia ad avere una portata maggiore, la parte eccedente bypasserà la pdc attraverso V1 nel senso del flusso.

BIGUD
Messaggi: 5
Iscritto il: ven lug 20, 2012 1:41 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda BIGUD » gio dic 21, 2017 9:25 am

Non sono molto esperto di idraulica. :roll: ..ma non bastava un solo barilotto nell'impianto?Se posso sapere...che modello è la pdc?

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1614
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » gio dic 21, 2017 10:11 am

Si, si sarebbe potuto benissimo mettere un solo barilotto ed evitare la valvola V1... tuttavia in questo modo si sarebbe persa la possibilità di far funzionare la PDC senza la caldaia.

Con un solo barilotto e l'impossibilita di sezionare il circuito , la circolazione dell' acqua all'impianto di riscaldamento sarebbe possibile solo con la pompa della caldaia accesa .

Diciamo che il mio circuito aggiunge una funzionalita che potrebbe essere molto utile senza aggiungere complessita e costi particolari.

La PDC è una comune splitatta da 4 Kw... abbiamo usato la Bi Block della Daikin.

F.

BIGUD
Messaggi: 5
Iscritto il: ven lug 20, 2012 1:41 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda BIGUD » gio dic 21, 2017 10:39 am

Ok,ora sto cominciando a capire il funzionamento..ma la valvola V1 è manuale giusto?Non so se in giro sono molti i tecnici a fare impianti del genere... complimenti!Fammi poi sapere sul rendimento dell'impianto (risparmi,o eventuali modifiche). Saluti

Avatar utente
GuglielmoElT
Messaggi: 61
Iscritto il: lun mar 19, 2012 6:24 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda GuglielmoElT » gio dic 21, 2017 11:50 am

La funzione della V1 ( in chiusura ) è solo quella di permettere la circolazione dell'acqua all'impianto di riscaldamento nel caso si voglia spegnere totalmente la caldaia e quindi anche il suo circolatore.

Come fa a funzionare solo con la PDC, dallo schema, se la valvola V1 è chiusa, la mandata della pdc passa attraverso la caldaia, quindi la pompa della caldaia deve essere in funzione.
Casa in zona E, GG 2364, Irradianza 253, -21° Est.
Impianto FV 3,9 Kw, 17 pannelli LDK, inverter Power-One Aurora
ACS nel bagno + distante con Nuos Evo Split

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1614
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » gio dic 21, 2017 12:08 pm

GuglielmoElT ha scritto:
Come fa a funzionare solo con la PDC, dallo schema, se la valvola V1 è chiusa, la mandata della pdc passa attraverso la caldaia,
.....
quindi la pompa della caldaia deve essere in funzione.


Perche?.. se è spenta cosa succederebbe ? :D

L'osservazione è corretta ma la conclusione è errata; una pompa centrifuga ( e i circolatori delle caldaie e pdc sono tutticentrifughi ) non offrono nessuna resistenza al passaggio dell'acqua.
A tutti gli effetti vengono attraversati dal flusso di acqua conuna perdita di carico irrisoria.

.. Per fare un esempio ricordiamoci le 2 pompe in serie al sistema solare termico a svuotamento di Rotex.. una pompa si accende solo durante il riempimento mentre l'altra è sempre in moto.. quella spenta viene attraversata dal flusso di acqua comunque.

;)


Torna a “Pompe Di Calore”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite