Pompa di calore ??

Ad Aria, Acqua, Geotermiche; tutto sulle PDC

Moderatori: paolo, fcattaneo

Avatar utente
GuglielmoElT
Messaggi: 61
Iscritto il: lun mar 19, 2012 6:24 pm

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda GuglielmoElT » gio dic 21, 2017 1:05 pm

Non si termina mai di imparare, grazie della spiegazione. :D
Casa in zona E, GG 2364, Irradianza 253, -21° Est.
Impianto FV 3,9 Kw, 17 pannelli LDK, inverter Power-One Aurora
ACS nel bagno + distante con Nuos Evo Split

Regio
Messaggi: 10
Iscritto il: ven giu 02, 2017 4:54 am

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda Regio » sab nov 10, 2018 10:47 pm

Buonasera Fabrizio, stavo confrontando lo schema di Maurizio e quello che hai progettato lo scorso anno ed introdotto in questo thread.
Nello schema di Maurizio, se non ho capito male, la pdc è la fonte principale di riscaldamento con eventuale intervento della caldaia a condizione di chiudere la valvola tra i due mammellotti e se la temperatura di mandata non è sufficientemente elevata (in tal caso la pdc rimane passiva). I mammellotti sono posti sulla mandata.
Nel secondo (quello che hai presentato in questo thread) la pdc preriscalda ed eventualmente la caldaia integra. I mammellotti sono sul ritorno.
Se ho riepilogato correttamente ti chiedo: niente vieta nello schema di Maurizio di mettere i mammellotti sul ritorno, eventualmente è una scelta più efficiente in termini di minori dispersioni (visto che la temperatura del ritorno è inferiore da quella della mandata). Se la quantità di acqua nell'impianto è già adeguata si potrebbero mettere mammellotti di dimensioni ridotte? Converrebbe mettere dei Cordivari minori di 25 litri o non ha senso scendere di taglia (mi potresti dire qual'è il modello di quelli da 25 che hai impiegato)?
Grazie per le risposte che potrai darmi e per gli schemi che hai messo a disposizione: ottimo esempio di conoscenza condivisa.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » lun nov 12, 2018 6:25 am

Regio ha scritto:
Nello schema di Maurizio, se non ho capito male, la pdc è la fonte principale di riscaldamento con eventuale intervento della caldaia a condizione di chiudere la valvola tra i due mammellotti e se la temperatura di mandata non è sufficientemente elevata (in tal caso la pdc rimane passiva). I mammellotti sono posti sulla mandata.



Si, ma la valvola tra i 2 mammellotti va chiusa solo se si vuole far funzionare la caldaia con la PDC completamente spenta ( questo schema con valvola sempre aperta , prevede che la caldaia integra e a PDC fa circolare l'acqua nel circuito.

Regio ha scritto:
Nel secondo (quello che hai presentato in questo thread) la pdc preriscalda ed eventualmente la caldaia integra. I mammellotti sono sul ritorno.

Se ho riepilogato correttamente ti chiedo: niente vieta nello schema di Maurizio di mettere i mammellotti sul ritorno, eventualmente è una scelta più efficiente in termini di minori dispersioni (visto che la temperatura del ritorno è inferiore da quella della mandata).


Nello schema di questo tread la PDC è sul ritorno della caldaia perche è la caldaia il generatore principale e non è previsto quasi mai che questa venga spenta.. In questo caso la valvola sui mammellotti permette, se chiusa, di escludere totalmente la caldaia e usare la PDC per far circolare la'cqua a caldaia disattivata.
A Valvola aperta ( condizione normale di utilizzo ) PDC e caldaia lavorano insieme con caldaia generatore principale.

Se metti la caldaia sul ritorno, in caso di accensione di questa la PDC si spegne e non funziona.. di conseguenza non è adatto ad un funzionamento cooperativo dei 2 generatori , ma è funzionale lo stesso.

Regio ha scritto:

Se la quantità di acqua nell'impianto è già adeguata si potrebbero mettere mammellotti di dimensioni ridotte? Converrebbe mettere dei Cordivari minori di 25 litri o non ha senso scendere di taglia (mi potresti dire qual'è il modello di quelli da 25 che hai impiegato)?


Ecco i modelli...

http://www.cordivari.it/downloads/4560/ ... CALORE.pdf

Saluti,
F.

Regio
Messaggi: 10
Iscritto il: ven giu 02, 2017 4:54 am

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda Regio » mar nov 13, 2018 9:34 am

Grazie Fabrizio,
non avevo dubbi che la posizione dei pezzi dell'impianto era quella ottimizzata o funzionale ad un migliore operatività.
Visto che io non ho necessità di aumentare il volume dell'acqua per garantire un corretto funzionamento della PdC, ti chiedo:
i due accumuli Cordivari da 25 litri che hai montato io posso tranquillamente sostituirli (o con quelli da 12 litri) o con dei semplici disgiuntori accoppiati (uno di fronte all'altro) con due valvole poste tra i due che se chiuse obbligano l'acqua a circolare dalla caldaia (nello schema di Maurizio).
Volendo potrei farla ancora più semplice, usando due tubi a T di diametro importante (o forse a Y per far meno turbolenza nel passaggio dell'acqua) con una valvola di mezzo?

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » mar nov 13, 2018 9:03 pm

Se ti puo confortare anche io sto installando una PDC ed usero proprio i modelli da 12 Lt... Maurizio invece ha usato la soluzione che hai ipotizzato tu .. cioè 2 T di diametro generoso collegati da un tubo ...

Se hai la giusta quantità d' acqua nell'impianto puoi fare come vuoi, tenendo conto di usare diametri adeguati.

;)

Regio
Messaggi: 10
Iscritto il: ven giu 02, 2017 4:54 am

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda Regio » mer nov 14, 2018 5:50 pm

Ciao Fabrizio, ultima richiesta di aiuto, un diametro adeguato quanto potrebbe essere? Può avere un senso usare due Y invece di due T per ridurre le resistenze? Mi spiego meglio, è ovvio che i due t se non chiudo la valvola sono ottimali visto che il fluido non passerebbe da curve. Il problema ci sarebbe nel caso di chiusura della valvola visto che a quel punto l'acqua deve passare da due curve a 90 gradi (la prima per portare l'acqua alla caldaia a condensazione e la seconda in uscita dalla caldaia). Con l'uso di due Y l'acqua dovrebbe passare da curve più aperte (il problema è che devono essere montate a monte e a valle almeno due curve in più).
Se il diametro fosse particolarmente grande il problema delle resistenze verrebbe fortemente ridotto i miei ragionamenti risulterebbero inutili.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » mer nov 14, 2018 8:12 pm

Per diametri adeguati intendevo dire di non usare roba troppo piccola... tipo 1/2 o 3/4... ma da 1" in su va bene tutto.

PS. quando avrai fatto l'impianto posta poi la tua esperienza, che sarà sicuramente interessante. ;)

F:

Regio
Messaggi: 10
Iscritto il: ven giu 02, 2017 4:54 am

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda Regio » mer nov 14, 2018 8:57 pm

Sicuramente può essere un esperienza utile per i consumi, per il dimensionamento e per il fatto che si tratta di una macchina di nuova concezione, la Lg Therma V R32, sarò una cavia. Per ora è l'unica R32 con 16kw, la Daikin si ferma a 8kw.
Direi che almeno 2 pollici, 2 pollici e mezzo potrebbe andare?
Il collegamento tra la pdc monoblocco posta all'esterno e la centrale termica con un tubo multistrato dovrà essere adeguatamente coibentato, quale tipo di coibentazione mi potresti consigliare tenuto conto che almeno 50 cm di tubo sono esposti? Nel tempo sarà la parte più critica a causa dell'esposizione alle intemperie e soprattutto al sole.
Grazie di nuovo.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » gio nov 15, 2018 6:04 pm

Credo che la Daikin si fermi a 8Kw sulle R32 per motivi di certificazione.

La quantità di gas dipende fortemente dalla taglia di potenza ed essendo l' R32 leggermente infiammabile, diventa molto difficile certificare per uso interno una PDC di grossa potenza .
Guarda caso la LG fa una PDC da 16 Kw in R32 ma monoblocco.. cioè che si installa tutta all'esterno.

..Piuttosto..perche una PDC da 16 Kw?? Soprattutto se usate in tandem con una caldaia conviene molto di piu' usare PDC con taglie piccole che sono piu gestibili elettricamente e anche piu' efficienti.

F.

Regio
Messaggi: 10
Iscritto il: ven giu 02, 2017 4:54 am

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda Regio » gio nov 15, 2018 6:32 pm

Io vorrei fare 100% pdc, la caldaia non vorrei usarla ma visto che ce l'ho la lascio un anno (aspetto il prossimo inverno quando avrò anche il cappotto) come coperta di Linus.
Riguardo al resto (coibentazione esterna ed eventuale tubo nultistrato) puoi darmi un consiglio?
Grazie

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda fcattaneo » gio nov 15, 2018 9:03 pm

2 " va benissimo... per quanto riguarda la coibentazione usa quello che vuoi avendo l'accortezza di coprire con aesivo d'alluminio cosi da proteggere dagli UV la superficie del materiale coibentante usato.

..Tornando al dimensionamento potresti usare un calcolo standard che stima la potenza della PDC in sostituzione di una caldaia a metano, partendo dai dati di consumo pregressi di quest'ultima.

Io ne ho fatto uno che funziona bene e offre un risultato piuttosto cautelativo... sarebbe interessante sapere cosa ti suggerisce.

http://www.portalsole.it/pdc/calcolator ... e-pdc.html

Regio
Messaggi: 10
Iscritto il: ven giu 02, 2017 4:54 am

Re: Pompa di calore ??

Messaggioda Regio » gio nov 15, 2018 10:07 pm

Grazie Fabrizio, ho provato inserendo temperatura di progetto -1 e con funzionamento h24 ho 13,5kw, con funzionamento 20 ore 16 kw abbondanti.
Secondo me tali valori sottostimano un po' il dimensionamento perché ho monitorato tutto l'inverno le temperature esterne, interne ed il consumo di gas da contatore. Nel periodo peggiore, Burian, in 75 ore ho consumato 107 mc (1,42 mc/ora) ed ho avuto una temperatura media da datalogger di 1,5 gradi. Se il dimensionamento fosse stato preciso con temperatura di progetto 1 (arrotondando invece del dato reale di 1,5) doveva venire fuori circa 14kw (se per semplicità si ammette che 1mc corrisponde a 1kw termico con mandata di 55), in realtà viene 12.


Torna a “Pompe Di Calore”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti