Costo A C S richiesta pareri

Ad Aria, Acqua, Geotermiche; tutto sulle PDC

Moderatori: paolo, fcattaneo

cappa
Messaggi: 2
Iscritto il: ven dic 01, 2017 4:30 pm

Costo A C S richiesta pareri

Messaggioda cappa » sab dic 23, 2017 10:23 pm

Vorremmo affiancare ad un impianto esistente per ACS, una PDC.
Attualmente :-
-Localitò Piemonte ( Alessandria)
- Caldaia a metano Joannes da 75 Kw a condensazione ( esuberante basterebbero 55 Kw)
- Accumulo, 2 da 500 l. cad. della Hoval che il costruttore mi dice ben coibentate
- Utenze 34 alloggi circa 80 persone ( media) - 5 piani + attici
Il motivo per cui stiamo guardandoci intorno è dovuto al costo
eccessivo. Praticamente buttiamo il 60 % del gas per un ricircolo con tubazioni eseguite nel 1969,
Quindi fuori da ogni concetto di risparmio energetico. Spendiamo circa Eu. 10.000,00 anno per produrre 700 m3 ACS ???
Vorremmo affiancare pompa di calore con SCOP 3 HT 8 Solare termico?)
per utilizzare penso 75 % della energia termica necessaria dall'ambiente e il restante con energia elettrica,
La temperatura caldaia è attualmente sui 65°C mentre sulla mandata dell'acqua tecnica
che scalda gli accumuli e sui 55°C.
Cosa ne pensate ?

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1636
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Costo A C S richiesta pareri

Messaggioda fcattaneo » dom dic 24, 2017 12:22 pm

Riferendomi alla discussione che abbiamo già parzialmente avviato sulla piattaforma Discuss nei commenti di questo articolo , vorrei sottolineare che i tuoi calcoli di risparmio utilizzando una PDC e i calcoli di Canducci si riferiscono ad una situazione teorica ideale ( cioè stimata sulla base di quanto dovrebbe essere necessario produrre per soddisfare le utenze ) e NON su quanto si consuma realmente oggi ( 10.000 euro di metano ).

Mi lancio in un calcolo teorico anche io...
Considerando un valore generoso di consumo di calore al giorno x persona di 1.5 kwh, si ottiene che servono circa 41.000 kwh/anno.
Sono 4100 euro/anno di metano malcontati in eccesso... ma ne spendete 10.000.

Imputato piu che l'inefficienza del generatore è sicuramente il ricircolo che attualmente non è ottimizzato. ( il settaggio della T di On e di Off della pompa di ricircolo, unita ad un azionamento chiamato da un flussostato potranno ridurre significativamente queste inefficienze.
Io credo pero che ci siano grossi problemi anche di dispersione degli accumuli... probabilmente una sostituzione degli stessi con prodotti adatti e magari caudiovati da solare termico o PDC ( da valutare.. in questo caso servirebbe sdoppiare gli accumuli in 2 gruppi, uno a bassa T e uno ad alta T con PDC dedicate ).
Si potrebbe mettere i 2 attuali accumuli della Hoval in preriscaldo ad altri 2 di qualita sicuramente migliore ( tipo Sanicube ) funzionanti ad alta T.. i primi 2 scaldati da una PDC in BT a circa 30 gradi e gli altri 2 da 500 riscaldati da una PDC HT a 50 gradi.
La grande riserva di acqua garantisce che non servano alte T di stoccaggio a vantaggio della resa. ( da valutare la possibilita di mantenere gli Hoval a 30 gradi per problemi di Legionella... a quelle T si possono usare solo accumuli PIT )

CI sarebbe da studiare un bel sistema.. certamente i risparmi che si possono fare giustificano le spese e garantiscono rientri in pochissimo tempo.

F.

cappa
Messaggi: 2
Iscritto il: ven dic 01, 2017 4:30 pm

Re: Costo A C S richiesta pareri

Messaggioda cappa » dom gen 07, 2018 4:43 pm

Grazie Cattaneo delle tue considerazioni. Noi procederemo a cercare di diminuire il fabbisogno di energia dovuta agli sprechi dell’impianto, come descritto relativamente al ricircolo. Dopo questo, potremmo sostituire i due accumuli con altri nuovi con doppia serpentina, che potrebbero poi essere utilizzati per PDCHT. Nel locale in cantina non abbiamo molto spazio per sezione BT e poi HT. Potremmo mettere al max un altro accumulo da 500l ( oppure due da 800 l).

Nel frattempo abbiamo provveduto a installare contatore gas sulla caldaia x ACS e ho riscontrato delle condizioni che confermano che la maggior parte di energia viene dissipata per niente (buttata). Dal 29/12/2017 al 06/01/2018 ( 9 gg) per produrre 21,09 m3 di ACS, abbiamo consumato 314 m3 di metano !!?? Da considerare che la temperatura media giornaliera è stata di circa 5°C.
Cosa ne pensi del solare termodinamico? E' meglio delle PDCHT. ciao

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1636
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Costo A C S richiesta pareri

Messaggioda fcattaneo » dom gen 07, 2018 5:58 pm

Non è banale progettare un impianto che risolva il problema che descrivi...

Se si tengono gli Hoval questi potrebbero essere usati nella parte HT.. in serie in BT si possono usare solo acccumuli PIT perche la T dell'acqua potrebbe generare problemi di legionella in grandi accumuli di acqua sanitaria .
Ma gli Hoval non conosco come sono coibentati e quindi mettendo degli ottimi PIT in preriscaldo si ottiene anche di avere i migliori ( come dispersione ) nella zona dove si disperde poco ( la BT ).

Oltretutto il vs impianto ha il problema di disperdere moltissimo probabilmente per via del ricircolo ( se cosi non fosse la sala dove sono posizionati gli accumuli, sarebbe una sauna..... e allora il problema potrebbe essere nella dispersione degli accumuli. ).

I 21 Mc. di ACS si producono con circa 76 Mc. di metano... non 314.... quindi forse la cosa migliore oggi è circoscrivere il problema aggiustando il funzionamento del ricircolo che oggi non ha senso per come è stato concepito e calibrato.

Il Solare termodinamico è..... lasciamo perdere..... non buttare soldi.

;)

F.


Torna a “Pompe Di Calore”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti