Consiglio pompa di calore per nuova abitazione

Ad Aria, Acqua, Geotermiche; tutto sulle PDC

Moderatori: paolo, fcattaneo

martin
Messaggi: 3
Iscritto il: lun apr 15, 2019 4:15 pm

Consiglio pompa di calore per nuova abitazione

Messaggioda martin » mar apr 16, 2019 6:22 am

Buongiorno a tutti :D
Innanzitutto complimenti per il sito e il forum !

Sto costruendo una nuova abitazione di 160 mq scarsi in provincia di Vicenza ( casa mia in pratica.. ).
T est di progetto -6,3 °c.
Struttura in c.a. , tamponamento in blocchi di laterizio da 20 cm e 12 cm di isolamento a cappotto, serramenti triplovetro. Copertura in legno con 16 cm di fibra di legno e 10 cm di celenit.
Vmc con recuperatore di calore ( al momento sto mettendo le bocchette e vedremo se riuscirò a installare subito anche la macchina oppure dovrò aspettare un attimo causa budget ridotto) .
Ovviamente il carico termico cambia parecchio con o senza vmc.

Impianto di riscaldamento a pavimento con pompa di calore aria-acqua e pit daikin HybridCube da 500 litri.
1 doccia e 1 vasca. Attualmente andremo ad abitarci in due però in futuro chissà...
Visto che c’è spazio preferirei evitare la compact così un domani potrò eventualmente sostituire solo la pompa di calore o solo il pit senza essere vincolato.

Le ipotesi in campo sono:

- Daikin Bi-Block r32 da 4 Kw
- Daikin Bi-Block r32 da 6 Kw
- Weishaupt WWP LS 8 - B -R -E
- Mitsubishi ecodan PUHZ-SW75VAA (quella nuova con griglia nera ) i dati tecnici completi di questa unità esterna mitsubishi non li fornisce ancora però sono riuscito a recuperarli da ecobel orca
- Vaillant 55/5 oppure 75/5 . Quest’ultima è quella con schede tecniche più complete anche ai carichi parziali però non ho il preventivo ….


Allego le “simulazioni” che mi sono fatto con i carichi termici alle diverse temperature esterne.

La daikin 4 calzerebbe a pennello per il riscaldamento però ho paura di essere troppo tirato con l’acs.
Io vorrei cercare di spegnerla di notte e quindi la 6 kw mi darebbe un un po' di sicurezza in più.
Inoltre la 6 kw riuscirebbe a modularmi abbastanza bene lo stesso anche con +12 ° C esterni.

Ho letto tutta la diatriba nei vari forum sugli sbrinamenti ravvicinati delle daikin..
Mi sono limitato alla lettura e questo è il primo messaggio che scrivo in un forum per chiedere consigli.
Mi sembra che la 4 kw sia migliore per via degli sbrinamenti con intervalli maggiori ( le versioni da 6 e 8 Kw forse hanno l’evaporatore troppo piccolo ?! ).

Non capisco se gli sbrinamenti saranno minori con velocità del compressore al 100 % oppure con una pdc leggermente sovradimensionata e velocità del compressore inferiore. Potenza erogata uguale e temperatura di mandata invariata.

Per caso avete qualche info a riguardo sulle nuove r32?
In un depliant ho trovato che l’unità esterna è stata completamente riprogettata : nuovo ventilatore, nuova griglia e scambiatore di calore più grande ( + 8,7 %). Però non c'è nessun riferimento ai sensori e alle logiche di defrost.

I manuali di installazione riportano che il contenuto di acqua minimo durante il defrost è pari a 12 litri al minuto. E’ un valore decisamente basso ( Weishaupt , Vaillant e Viessmann necessitano di 60 litri e quindi per sicurezza consigliano sempre un piccolo accumulo sul ritorno).

Mi chiedo come mai solo Daikin riesca a sbrinare con così poca acqua. E’ un vantaggio oppure uno svantaggio?
Sembrerebbe scontata la prima ipotesi però se così fosse l’avrebbero copiata anche gli altri marchi.
Con la funzione continuos heating mal che vada la pdc riuscirebbe a prendersi altra acqua dal pit ma se si esclude il continuos heating?
Il dubbio viene perché tutti gli altri marchi consigliano 60 litri per il rendimento ottimale. Daikin sostiene che bastino 12 litri però presenta questi problemi di defrost ravvicinati...

Cosa mi consigliate?
Mi dispiacerebbe un sacco prendere la pompa di calore e poi scoprire che anche questa serie sbrina ogni 25 min :cry:

Oggi verifico il prezzo con il rappresentante daikin.
Dovrei riuscire a pagare meno daikin rispetto a Weishaupt e Mitsubishi...

Grazie infinite e scusatemi per il papiro :roll:
Allegati
Simulazioni senza vmc.pdf
(39.96 KiB) Scaricato 10 volte
Simulazioni con vmc.pdf
(40.15 KiB) Scaricato 4 volte

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1793
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Consiglio pompa di calore per nuova abitazione

Messaggioda sergio&teresa » mar apr 16, 2019 11:12 pm

Questa dei 25 minuti e degli sbrinamenti "problematici" è una menata che circola, personalmente ho una 8 kW e non soffro di tutti i problemi indicati da chi si sta lamentando. In ogni caso si tratta di un "problema" limitato a 20 giorni all'anno....

Io vivrei sereno con la Daikin da 6.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

martin
Messaggi: 3
Iscritto il: lun apr 15, 2019 4:15 pm

Re: Consiglio pompa di calore per nuova abitazione

Messaggioda martin » mer apr 17, 2019 6:18 am

Grazie sergio&teresa !

Ma anche secondo te con la daikin da 4 sarei troppo tirato?
Secondo i miei calcoli portare l'accumulo a 50 ° ci mette circa 3 ore con temperature esterne rigide. Ok sono le condizioni peggiori visto che la vasca verrà utilizzata max 1 volta a settimana...

In queste condizioni però la macchina avrebbe a disposizione max 21 ore per il riscalcamento. Dalle 21 ore bisogna togliere però anche il tempo dei defrost.

Secondo me andrebbe 24 ore su 24 o giù di lì....

Il rappresentante daikin mi consiglia la compact invece che la bi block perchè fa risparmiare un sacco di tempo all'installatore.
Il mio idraulico dice che alla fine sono due tubi quelli che collegano l'hybrid cube alla bi block.
A chi devo credere?

Grazie :D

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1710
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Consiglio pompa di calore per nuova abitazione

Messaggioda fcattaneo » mer apr 17, 2019 7:39 pm

martin ha scritto:
Il rappresentante daikin mi consiglia la compact invece che la bi block perchè fa risparmiare un sacco di tempo all'installatore.
Il mio idraulico dice che alla fine sono due tubi quelli che collegano l'hybrid cube alla bi block.
A chi devo credere?

Grazie :D


Per ordine :

Le nuove con R32 hanno la funzione Continous heating escludibile e effettivamente una unita esterna piu' grande.

Parli di 12 Lt/min che è una portata e la confronti con 60 Lt di accumuolo delle altre .. UDM che rappresenta una quantita... sinceramente NON capisco cosa vuoi dire.

Io ho appena installato la nuova Compact da 8 Kw in R32.. ho messo un accumulo da 25 Lt ma non è prescritta questa necessita perche se dovesse mancare energia va a prenderla dalla ACS.. ( con l'accumulo non lo fa pero' non +è strettamente necessario ).

Se metti una Compact e aggiungi un accumulo comunque non gli fai male ( al limite hai buttato qualche soldo ).

Se il tuo idraulico dice che "sono 2 tubi..." non ha la minima idea di quante cazzate la sua categoria fa normalmente per collegare questi , come li chiama lui, 2 tubi .........:D

Ti assicuro che dopo questa affermazione stai molto piu' tranquillo installando una Compact... che un gg in caso di guasti o sostituzioni potrai comunque smonatare e riutilizzare come ottimo PIT da abbinare ad una PDC qualunque.

F.

martin
Messaggi: 3
Iscritto il: lun apr 15, 2019 4:15 pm

Re: Consiglio pompa di calore per nuova abitazione

Messaggioda martin » mer apr 17, 2019 9:46 pm

fcattaneo ha scritto:Parli di 12 Lt/min che è una portata e la confronti con 60 Lt di accumuolo delle altre .. UDM che rappresenta una quantita... sinceramente NON capisco cosa vuoi dire.
[/quote]

Si hai ragione ho scritto una stupidata enorme.
Ho riguardato una scheda tecnica di viessmann e scivono:
- portata minima 700 litri/ora che se non erro sono 11.67 litri al minuto ( identica a Daikin in pratica)
- volume minimo acqua impianto 50 litri.

Daikin invece 12 litri al minuto portata minima e 10 litri di acqua più quella contenuta nell'unità interna.

In pratica Daikin dovrebbe sbrinare con l'acqua che circola più velocemente rispetto a viessmann & company...

fcattaneo mi hai convinto con la compact rispetto alla bi block.
Devo solo capire il prezzo def rispetto a weishaupt e poi posso finalmente decidere.

Se weishaupt dovesse costare meno il collegamento tra unità interna e hybridcube sarebbe a carico dell'idraulico... :?


Torna a “Pompe Di Calore”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti