PDC in scarico

Ad Aria, Acqua, Geotermiche; tutto sulle PDC

Moderatori: paolo, fcattaneo

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1793
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: PDC in scarico

Messaggioda sergio&teresa » mar mag 22, 2012 6:40 pm

Chi l'ha detto che non posso fare raffrescamento? Al piano di sotto ho il radiante... Al piano di sopra al limite metterei un ventilconvettore in una delle stanze (quella più usata di giorno) al posto dell'attuale termosifone, per il resto posso aprire le finestre la sera, qui intorno le montagne non mancano.

Di per sé non mi dispiacerebbe, certo che accantonare una caldaia di tre anni sembra un po' stupido.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: PDC in scarico

Messaggioda Jekterm » mar mag 22, 2012 7:26 pm

Ma dove hai il radiante devi controllare l' umidità per evitare la condensa. A questo punto PDC aria/aria da usare in riscaldamento nelle 1/2 stagioni. Ciao

mirco
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 01, 2011 7:46 am

Re: PDC in scarico

Messaggioda mirco » gio mag 24, 2012 3:45 pm

Ciao Jekterm, sono nuovo di questo forum, quindi buongiorno a tutti!
Ho letto in lungo e in largo questo e altri forum perchè mi sono addentrato anch'io nel mondo delle pompe di calore, pur non essendo un'esperto, avendo fatto una ristrutturazione di casa con relativa riqualificazione energetica dell'involucro.
Ora quasi tutti dicono che convenga istallare un secondo contatore dedicato per la pdc, ma proprio in questi giorni mi è arrivata a casa la bolletta dell'enel per il bimestre aprile-maggio.
Ma se tu per 431 kWh hai speso 104 euro con Edison come è possibile che io per 183 kWh ho speso quasi 100 euro tenendo conto che in base ha quello che ho capito la spesa è così suddivisa:
183*0,17=31 euro + 55 euro di spesa fissa x contatore dedicato da 4,5 kW + 10% iva?
Grazie in anticipo per la risposta e visto che mi stò trasferendo nella casa nuova non potrò risponderti subito xchè non ho ancora internet, ma potrò farlo solo domani mattina dall'uffico.

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: PDC in scarico

Messaggioda Jekterm » gio mag 24, 2012 4:09 pm

mirco ha scritto:431 kWh hai speso 104 euro con Edison

Quella è una bolletta stimata e successivamente conguagliata.
Ne ho guardato altre e il prezzo è all' incirca lo stesso...

mirco ha scritto:Ora quasi tutti dicono che convenga istallare un secondo contatore dedicato per la pdc

Ma la tua è una bolletta di un contratto BTA?
Quasi tutti, io sono uno di quelli che dice dipende... con bassi prelievi la tariffa non conviene perchè ha costi fissi che vanno ad incidere pesantemente sul prezzo finale. Un esempio è l' IVA è al 21% e non al 10% come un utenza domestica. Per scegliere una BTA bisogna fare bene i conti!

Puoi inserire bene in dettaglio le voci che compongono la bolletta? Sei sicuro che son ci sia una stima o un conguaglio?

Ciao

mirco
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 01, 2011 7:46 am

Re: PDC in scarico

Messaggioda mirco » ven mag 25, 2012 12:58 pm

Eccomi qua con la scansione dell'ultima bolletta.
Volevo provare anch'io all'inizio a tenere un contatore solo, ma quando sono riuscito a fare partire la pdc, era la settima più fredda dell'anno, a febbraio e non sò se il fatto che la casa era come se partisse da pochissimi gradi, vista la grossa ristrutturazione che ho fatto (serramenti, cappotti, pavimenti, muri ecc.), e il fatto di scaldare tutta l'acqua nel serbatoio da 500l, ho visto che sul contatore dedicato ad essa, come valore di potenza istantanea prelevata dalla rete, mi risultava 4 kWh.
Anche i tecnici mi hanno detto di non fare conto sui primi consumi della macchina, però se in futuro capiteranno ancora di avere questi assorbimenti, io con un contatore da 6 kWh residenziale ho il rischio di non starci dentro con il resto degli elettrodomestici accesi, giusto?
Allegati
enel 2.jpg
(610.36 KiB) Mai scaricato
enel.jpg
(524.08 KiB) Mai scaricato

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: PDC in scarico

Messaggioda Jekterm » ven mag 25, 2012 9:57 pm

mirco ha scritto:valore di potenza istantanea prelevata dalla rete


Quest' inverno a -10 esterni e macchina a tavoletta, senza limitazione di potenza, per produzione ACS impegnava poco più di 5 kW, asciugacapelli da 1.8 kW e forno in crisp, il contatore è scattato a 7,7 kW di potenza. E' stato l' unico episodio in tutta l' annata!
Secondo me sei stato troppo frettoloso nella scelta... la potenza impegnata è di 6 kW ma la potenza disponibile è poco più alta.

Grazie per la bolletta, molto interessante, ti dispiace inserire anche le precedenti?
Se non sbaglio per 1629 kWh hai speso 925.49€?
Spero che la più salata comprenda il costo per l' allaccio...

La bolletta che hai inserito non è composta come hai riportato, l' IVA è al 10%, io invece ho sempre dato per scontato che fosse al 21%.

Quota energia
Il prezzo dell' energia in BTA da gennaio 2012 è diviso per fasce, in F1 0.91800, F2 0.9243 e F3 0.72190
Il prezzo con Edison è F1 0.095 e F2-F3 0.049
Il dispacciamento è simile ma a vantaggio della BTA.

Quota servizi di rete
La parte più interessante!
Con BTA hai le spese fisse molto alte:
Quota fissa 12€/mese contro 1.85€/mese di un contratto domestico
Quota potenza 2.76€/kW contro 1.27€/kW di un contratto domestico

La particolarità della BTA sta nel fatto che mancano gli scaglioni di consumo e c'è solo una quota variabile.
Per questa voce hai pagato 0.05826€/kWh, io ho pagato da 0.0799€/kWh, per i primi 150 kWh fino a 0.1719€/kWh per i prelievi oltre i 367kWh.
Qui trovi come è formata una bolletta per usi domestici.
http://www.enel.it/it-IT/clienti/enel_s ... .aspx?it=0

La tariffa BTA conviene quando i consumi mensili sono veramente alti o magari, quando l' abitazione ha un alto valore di dispersione e c'è quindi la necessità di installare una macchina di grossa taglia.
Ma non si può generalizzare e va studiato bene caso per caso.

Ciao

mirco
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 01, 2011 7:46 am

Re: PDC in scarico

Messaggioda mirco » lun mag 28, 2012 8:32 am

Ho solo una bolletta precedente da farti vedere perchè l'impianto è partito a febbraio di quest'anno, domani vedo di inserirla.
Ma visto che tu sei molto prepararto prova a fare un calcolo di questo genere:
ipotizziamo un consumo annuale di 3000 kWh per riscaldamento/raffrescamento e produzione di ACS con secondo contatore e altri 3000 kWh per usi domestici.
Che cifra dovrebbe risultare?
Abito in provincia di Varese, zona climatica E gradi 2847.
Ho appena finito di ristruttura casa e ho istallato una pompa di calore aria/acqua Paradigma Libra 12 reversibile con resistenza elettrica , con inverter DC, accumulo da 500 lt e pannelli solari a svuotamento per una superficie pari a 5 m2, niente fotovoltaico.
La casa è di circa 110 mq disposta su due livelli con impianto radiante a pavimento al piano terra e pannelli radianti a soffitto al primo piano, cappotto da 10 cm e serramenti in alluminio con doppi vetri 4/18/4 con ottima trasmittanza termica.
Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale o il riscaldamento: 69,9 kWh(m2annuo), l'unica cosa che potrebbe penalizzarmi è che non ho un preriscaldato... Spero proprio che 3000 kWh annui sia sufficenti come consumo della pdc, tu che dici?

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: PDC in scarico

Messaggioda Jekterm » lun mag 28, 2012 5:36 pm

mirco ha scritto:Spero proprio che 3000 kWh annui sia sufficenti come consumo della pdc


In totale, in 1 anno mi sono serviti 7400 kWh, l' abitazione è da 160 mq ed ha un fabbisogno energetico di 75 kWh/mq.
Ai 7500 kWh togli circa 3000 kWh per usi domestici rimangono 4500kWh consumati per riscaldamento, raffrescamento e ACS.
Sono 28kWh/mq e rapportati alla tua superficie sono circa 3080kWh/mq.

Calcola però che il consumo della PDC dipende dalle temperature di mandata che usi.
La mia macchina lavora in riscaldamento con regolazione climatica con 35° massimi di mandata e in raffrescamento a 18°.
Se d' inverno usi temperature più alte la macchina consuma di più, idem se d' estate usi temperature più basse.

mirco ha scritto: niente fotovoltaico


Questa non la sapevo... rimani con BTA! Senza FV e con i tuoi prelievi non si discute!

Ciao

mirco
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 01, 2011 7:46 am

Re: PDC in scarico

Messaggioda mirco » mar mag 29, 2012 7:39 am

Ma quindi i calcoli degli ingenieri sul fabbisogno energetico della casa sono molto approssimativi visto quello che è risultato a te dopo un'anno di utilizzo?
Per quel poco che sono riuscito a utilizzare la macchina questo inverno, la temperatura di mandata era a 35° e raramente saliva sopra a questo valore, la cosa di cui sono proprio all'oscuro è il raffrescamento...
Parlando ai tempi con il termotecnico lui mi disse che in raffrescamento la casa al max riusciva ad arrivare ai 25/26° però non sò con quanti gradi di mandata, tu con 18° di mandata in casa a quanti gradi riuscivi ad arrivare?
Ah avevo un'altra domanda da farti: ma secondo te avendo i pannelli solari a svuotamento, se nelle mezze stagioni tipo adesso, lascio la pdc spenta e faccio 2 doccie al giorno, dici che il solare riescie a compensare l'acqua calda utilizzata per lavarsi, naturalmente se c'è il sole durante giorno?
Tieni conto che nelle belle giornate di sole di questi giorni produce all'incirca 9/10 kWh

Grazie 1000
Ciao

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: PDC in scarico

Messaggioda Jekterm » mar mag 29, 2012 5:07 pm

mirco ha scritto:sono molto approssimativi


Di solito sono molto ottimistici, solo che non si sono resi conto che se i dati di targa, temperature mandata/ritorno e portata impianto, non vengono rispettate i calcoli si sballano completamente!!!

mirco ha scritto: in casa a quanti gradi riuscivi ad arrivare

Non ho provato a forzare le temperature per provare a vedere dove arrivavo, non ne sono interessato...
Ho raggiunto la condizione di confort con 27° e 55% di umidità.
Con 27° e 50% di umidità mia moglie mi ha minacciato di spegnere il tutto... faceva un freddo insopportabile!
mirco ha scritto:dici che il solare riescie a compensare l'acqua calda utilizzata per lavarsi

La mia macchina è spenta da circa un mese e ho soli due pannelli...
Ricorda che se stacchi l' alimentazione alla macchina, te lo consiglio per risparmiare il consumo in stand by, per il riavvio dovesti alimentarla il giorno prima, il compressore deve riportarsi in temperatura.

Ciao

mirco
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 01, 2011 7:46 am

Re: PDC in scarico

Messaggioda mirco » mer mag 30, 2012 8:06 am

Quindi tu mi stai dicendo di non mettere il pulsante della pdc su "off" facendo comparire la stessa scritta sul display, ma di spegnerla direttamente dall'interrutore principale e lasciare il display vuoto, giusto?
Ma quanti m2 sono in totale i tuoi 2 pannelli solari?
E poi stavo notando una cosa ieri sera, fino a un paio di mesi fà il solare mi produceva quasi 8/9 kWh al giorno, mentre adesso siamo sui 5/6 kWh, immagino che sia dato dal fatto che la posizione del sole rispetto alla mia falda del tetto era più favorevole prima che cambiassimo l'ora!
Scusa se ti riempio di domande, ma credo che una persona che ci capisca di questa cose e che abbia provato sulla propria pelle il funzionamento di una pdc, sia più preparato della maggior parte dei termotecnici che ti vendono e che ti istallano le pdc!!!!
Quindi detto questo, secondo te io con 5/6 kWh al giorno, riuscirò a far fronte al fabbisogno di ACS e raffrescamento senza che entri in funzione il compressore esterno e quindi consumare energia elettrica?

Grazie 1000 per la tua disponibilità, peccato solo che dobbiamo aspettare sempre un giorno intero per scambiarci 2 messaggi, anche se adesso che ci penso con l'Iphon potrei risponderti quasi subito... Fenomeno che sono!
Ciao ciao

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: PDC in scarico

Messaggioda Jekterm » mer mag 30, 2012 4:47 pm

Si, stacca l' interruttore principale. La macchina, anche se la imposti su off, ha sempre un minimo di consumo che è dato dall' elettronica in stand by e dal compressore che deve rimanere in temperatura.
La regola però è quella che se devi riavviare la PDC, ad esempio per il raffrescamento, devi alimentarla il giorno prima, così facendo il compressore si riporta in temperatura con il suo normale ciclo di preriscaldo.

Il mio solare termico ha una superficie di quasi 5 mq e l' accumulo è da 500 litri, in questo periodo raggiunge la temperatura di circa 70° e mi è ampiamente sufficiente per l' uso quotidiano.

Ciao

mirco
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 01, 2011 7:46 am

Re: PDC in scarico

Messaggioda mirco » mer mag 30, 2012 7:47 pm

Eccomi qua jekterm. Stavo guardando proprio adesso, l'accumulo è a 74 gradi e oggi il solare ha prodotto 6 kWh, dici che sono sufficienti per il fabbisogno di acqua sanitaria di 2 persone? Ad esempio il tuo quanti ne produce in questo periodo?
Peró stavo pensando a una cosa, ma se per tre giorni consecutivi piove e c'e brutto tempo e il solare produce poco o niente, allora in quel caso saró costretto a riaccendere la PDC, giusto?

Ciao e grazie come sempre!

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: PDC in scarico

Messaggioda Jekterm » mer mag 30, 2012 8:01 pm

mirco ha scritto:l'accumulo è a 74 gradi


Ma è per questo motivo che l' impianto solare produce di meno! Il mio produce sugli 11 kWh perchè evidentemente consumo più ACS...
D' estate tre giorni consecutivi di pioggia e brutto tempo? A meno che non abiti in montagna mi pare un pò una condizione remota.
L' anno scorso ho avviato la macchina a fine luglio per raffrescamento e a fine settembre per ACS e siamo in due adulti e due bambini addirittura d' estate c' è sempre pronta la piscinetta gonfiabile caricata con acqua riscaldata...

Ciao

mirco
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 01, 2011 7:46 am

Re: PDC in scarico

Messaggioda mirco » mer mag 30, 2012 8:43 pm

Ma per il momento non ne ho consumata ancora di acqua perchè ancora non ci vivo, questo weekend penso che mi trasferirò. La cosa strana è che, come ti ho giá detto, a marzo il solare produceva di più di adesso nonostante la falda sul tetto sia rivolta verso sud.
Ma come fai a capire che c'e bisogno di accendere la PDC per la produzione di ACS? quando rimani senza acqua calda?


Torna a “Pompe Di Calore”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite