Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Domande sulle soluzioni impiantistiche e le migliori pratiche del solare termico.

Moderatori: sergio&teresa, paolo

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » dom set 14, 2014 7:39 pm

Buonasera,

Siamo in fase di ristrutturazione di una casa bi-famigliare di 100 mq per
piano, ma non riusciamo ancora a prendere una decisione sulla caldaia da
utilizzare.
La casa sarà isolata con un cappotto esterno da 10 cm, il sottotetto con isolante da 20
cm e saranno montate finestre in PVC.
La casa sarà riscaldata al 1° piano dal pavimento radiante con
integrazione di uno scaldasalviette in bagno collegato al circuito di bassa
temperatura.
Nel piano interrato verrà riscaldato ( al bisogno) un ambiente da 20 mq e la
lavanderia con termosifoni sempre collegati al circuito di bassa temperatura.
Verranno installati 2mq di pannelli solari per utilizzo solo Acs collegati al
bollitore e una caldaia a condensazione. ( esposizione falda a Sud ) .
L'idraulico ci propone una caldaia Riello condens solar 25 Kis con bollitore
150 litri mono serpentino ( caldaia istantanea) ed in alternativa un'altra
caldaia Riello ( di cui non ricordo il modello) solo riscaldamento con
bollitore 200 litri doppio serpentino.
Inizialmente ero per la 2° soluzione perchè mi piaceva l'idea di avere H2O
calda subito alla richiesta, ma l'idraulico mi ha portato l'esperienza di
persone che con questa soluzione hanno "esaurito" L'H2O calda per poi aspettare
molto tempo prima di poterne usufruire nuovamente.
Seguendo i Forum è stato rimarcato come un bollitore doppio serpentino
"riduce" l'efficacia dei pannelli solari.
... non so..., ma installare una caldaia istantanea mi dà l'impressione di "
non progredire"
E per il problema legionella, quale delle 2 soluzioni mi consigliate?
Specificando che la caldaia verrà posizionata nella zona interrata, sotto al
bagno principale e di fianco alla lavanderia, Vi chiedo gentilmente alcuni
consigli per indirizzarmi sulla scelta....siamo 2 adulti e 2 bambini!

Grazie
Giuseppe ( provincia di lodi)

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » lun set 15, 2014 4:09 pm

beppe69 ha scritto:
La casa sarà isolata con un cappotto esterno da 10 cm, il sottotetto con isolante da 20
cm e saranno montate finestre in PVC.


Bene.
Mi permetto di suggerire il triplo vetro che costa davvero poco di piu' ma determina isolamenti eccezzionali dei vetri.




beppe69 ha scritto:
La casa sarà riscaldata al 1° piano dal pavimento radiante con
integrazione di uno scaldasalviette in bagno collegato al circuito di bassa
temperatura.

Nel piano interrato verrà riscaldato ( al bisogno) un ambiente da 20 mq e la
lavanderia con termosifoni sempre collegati al circuito di bassa temperatura.


Ottima la scelta di avere una sola temperatura x tutto, in questo modo la caldaia potrà lavorare con la curva climatica richeista dal circuito in BT con conseguente maggiore resa.






beppe69 ha scritto:Buonasera,


L'idraulico ci propone una caldaia Riello condens solar 25 Kis con bollitore
150 litri mono serpentino ( caldaia istantanea) ed in alternativa un'altra
caldaia Riello ( di cui non ricordo il modello) solo riscaldamento con
bollitore 200 litri doppio serpentino.
...
Seguendo i Forum è stato rimarcato come un bollitore doppio serpentino
"riduce" l'efficacia dei pannelli solari.

... non so..., ma installare una caldaia istantanea mi dà l'impressione di "
non progredire"



Io suggerisco la prima soluzione, cioe' caldaia a condensazione con produzione ACS istantanea.
Il solare termico in scarico, cioe' in serie all'ACS, cosi si enfaticca la resa solare e le dispersioni del boiler non costano preziosa energia primaria.

Le caldaia istantanee moderne non soffrono più dei problemi che avevano in passato questo tipo di generatori.

beppe69 ha scritto:
E per il problema legionella, quale delle 2 soluzioni mi consigliate?



Su accumuli cosi piccoli la legionella none' un problema serio da affrontare.. io comunque valuterei l'inserimento di accumuli piu' grandi dei soli 150 litri... ma x questo deve vedere lei. ( tipo 500 litri + 4 mq. con accumulo a produizione istantanea di acs tipo Sanicube )

Naturalmente collegherei anche la lavastoviglie all'acqua calda x migliorare la produttività dell'impianto solare termico e anche la predisposizione per una eventuale lavatrice a doppio ingresso da acquisatre in futuro.

Saluti,
F.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » lun set 15, 2014 6:30 pm

Grazie per i consigli e per avermi confermato la competenza del mio idraulico.
Volevo però approfondire la possibilità di raddoppiare i pannelli e la capacità del bollitore.
Da quel che posso capire, in questo caso non avrò più un "armadio completo", ma due parti
distine: la caldaia ed il bollitore.
Quali vantaggi posso avere da un bollitore ( e pannelli ) così grande in termini economici e di utilizzo?
Cosa intende per sanicube?
Per qunto riguarda lavatrice e lavastoviglie, può spiegarmi meglio cosa potrei fare per collegarmi direttamente
all'acqua calda proveniente dal bollitore?
Utilizzando un bollitore da 500 litri, può presentarsi il problema legionella?

Saluti
Giuseppe

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1775
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » mar set 16, 2014 8:17 pm

beppe69 ha scritto:Quali vantaggi posso avere da un bollitore ( e pannelli ) così grande in termini economici e di utilizzo?

I pannelli possono rimanere quelli previsti per il bollitore da 200 litri. Avere 500 litri invece che 200 aumenta l'autonomia di acs estiva, al punto che con soli due pannelli si tiene la caldaia spenta per sei mesi l'anno minimo. Con 200 litri bastano un paio di giorni di pioggia e per acs per quattro persone si accende la caldaia.

beppe69 ha scritto:Cosa intende per sanicube?

Sanicube è il nome dell'accumulo venduto da Rotex, che non è un bollitore ma un puffer, ovvero un accumulo che non scalda direttamente l'acs che si usa ai rubinetti, ma scalda 300 o 500 litri di acqua di volano termico, e l'acs viene fatta mediante una serpentina/scambiatore immerso nell'acqua di volano.

Questo lo rende immune da qualsiasi problema di legionella perchè la serpentina contiene al massimo 25 litri di acqua, e comunque anche questi 25 litri si ricambiano di continuo per effetto dell'apertura dei rubinetti. L'acqua di volano invece alla prima scaldata di sole estivo sale sopra 60° e uccide tutti i possibili batteri....


beppe69 ha scritto:Per qunto riguarda lavatrice e lavastoviglie, può spiegarmi meglio cosa potrei fare per collegarmi direttamente
all'acqua calda proveniente dal bollitore?

La lavastoviglie si collega direttamente alla linea dell'acqua calda anziché alla fredda, niente di particolare.

Per la lavatrice il discorso è più delicato perchè in teoria si potrebbe collegare anch'essa all'acqua calda, ma poi farebbe anche i risciacqui in acqua calda.... non è il massimo buttare via acs in questo modo e poi anche il detersivo non è il massimo lavarlo via con l'acqua calda. Per questo ormai quasi tutti i marchi vendono versioni di lavatrici con doppio ingresso calda e fredda, con la calda che viene caricata solo al momento di dissolvere il detersivo e caricare la lavatrice.

Saluti :wink:
Sergio
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » mar set 16, 2014 10:15 pm

Grazie Sergio
..a proposito dellìaccumulo..
_Cosa intendi per "acqua di volano termico"?
_Cosa scalda tutti i litri contenuti nell'accumulo?
_a differenza del bollitore che conteneva 150/200 litri di acs, in questo caso ho solo 25 litri di acs riscaldata? dov'è il vantaggio?

Grazie per la disponibilità
Saluti, Giuseppe.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » mer set 17, 2014 5:22 am

beppe69 ha scritto:
_a differenza del bollitore che conteneva 150/200 litri di acs, in questo caso ho solo 25 litri di acs riscaldata? dov'è il vantaggio?



L'ACS viene riscaldata istantaneamente grazia al fatto che viene fatta passare in una grande serpentina immersa nel liquido di volano ( di 500 litri ).

Il vantaggio sta nel fatto che l'acqua santaria non è stagnante, dato che la serpentina contiene al massimo 25 litri di acqua.

L'ACS si riscalda sottraesndo calore al liquido di volano.

Ciao,
F.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » mer set 17, 2014 5:55 pm

….ancora qualche chiarimento sull'accumulo...
L'acs scorre nella serpentina senza stagnare, ma i 300/500 litri del bollitore quelli sono stagnanti?
Il collegamento con lavatrice e lavastoviglie quale acqua utilizza? Quella nel bollitore o in serpentina?
Come vengono riscaldati i 300/500 litri del bollitore?
Tirando le somme, utilizzerò:
_ caldaia a condensazione Riello 25 kW ( è ben dimensionata?)
_ 2mq pannelli solari
_accumulo 300/500 litri ( quale tipologia consigliate)
_collegamento acqua calda con lavatrice / lavastoviglie
Con questa configurazione posso collegarmi con l'accumulo al impianto di riscaldamento?
Potreste indicarmi uno schema di cui discuterne con l'idraulico?
Quando mi trasferirò nella nuovo casa porterò anche una stufa a pellet idro Ravelli HR120 che pensavo di utilizzare in alternativa alla caldaia a gas. Mi potete suggerire un miglior utilizzo?
Ringrazio ancora chi vorrà darmi delle risposte per poter interagire attivamente con l'idraulico.

Saluti
Giuseppe

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1775
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » mer set 17, 2014 11:13 pm

beppe69 ha scritto:L'acs scorre nella serpentina senza stagnare, ma i 300/500 litri del bollitore quelli sono stagnanti?

Non è un bollitore ma un puffer.... I 300 o 500 litri circolano sul solo circuito del solare, senza entrare nella serpentina, la scaldano per immersione. Nel collegamento suggerito dall'idraulico e da fcattaneo vengono solo scaldati dal sole (se c'è: se non c'è ci pensa la caldaia a scaldare istantaneamente l'acqua dopo il passaggio dalla serpentina)


beppe69 ha scritto:Il collegamento con lavatrice e lavastoviglie quale acqua utilizza? Quella nel bollitore o in serpentina?

Usa la normale linea acs.... per intenderci: quella che arriva ai rubinetti. Con il puffer quella dell'accumulo rimane nell'accumulo ... e usi quella che passa nella serpentina. Se usi un bollitore invece usi l'acqua del bollitore.

beppe69 ha scritto:Tirando le somme, utilizzerò:
_ caldaia a condensazione Riello 25 kW ( è ben dimensionata?)
_ 2mq pannelli solari
_accumulo 300/500 litri ( quale tipologia consigliate)
_collegamento acqua calda con lavatrice / lavastoviglie
Con questa configurazione posso collegarmi con l'accumulo al impianto di riscaldamento?

2 mq sono pochi anche solo per acs, come ti ha scritto fcattaneo ne servono 4. Per integrazione al riscaldamento servono 8-10 mq di superficie.... (tra l'altro in quel caso non puoi usare un bollitore, devi per forza passare a un puffer).

beppe69 ha scritto:Potreste indicarmi uno schema di cui discuterne con l'idraulico?
Quando mi trasferirò nella nuovo casa porterò anche una stufa a pellet idro Ravelli HR120 che pensavo di utilizzare in alternativa alla caldaia a gas. Mi potete suggerire un miglior utilizzo?

Lo schema che ti ha proposto l'idraulico va bene....
Ma la stufa a pellet per fare anche acs o solo per il riscaldamento?
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » gio set 18, 2014 7:05 pm

Salve,
La stufa a pellet che ho utilizzato quest'anno nell'appartamento era collegata al solo impianto di riscaldamento ( termosifoni in ghisa); mi era stato anche proposto di collegarla ad un puffer, ma per motivi di spazio non è stato possibile.
Ripartiamo da zero, come mi consigliate di utilizzarla nella nuova casa per sfruttarla al meglio?
Tornando sul discorso accumulo, penso che utilizzerò un puffer e non un bollitore e che farò sicuramente il collegamento acqua calda con lavatrice e lavastoviglie, chiedo quali delle 2 soluzioni sia la più congeniale:
_ puffer 300 litri con 3 mq di pannelli
_ puffer 500 litri con 4 mq di pannelli
Mi potete indicare i codici dei sanicube?

Grazie
Giuseppe

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1775
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » sab set 20, 2014 7:05 am

Per sola acs e 4 persone io metterei un sanicube da 500 con 2 pannelli.... (max 5 mq di superficie).

Qui trovi il listino completo dei prodotti rotec: http://it.rotex-heating.com/professioni ... pleti.html

Il collegamento alla stufa a pellet lo puoi fare andando a prendere la versione del sanicube (o anche hybridcube) con una serpentina di carico (oltre alla serpentina per l'acs), che collegherai alla stufa per mantenere la parte alta del sanicube (o hybridcube) alla T desiderata per l'acs.

A quel punto però la caldaia a gas di fatto non ti serve più (se non come backup in caso di emergenza) e anche il solare nella brutta stagione lavorerà di meno, perchè l'accumulo sarà già in parte caldo grazie all'apporto del pellet. Ad ogni modo nella bella stagione potrai tranquillamente tenere spenta la stufa e il solare con accumulo bello capiente basterà a dare acs per tutti.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » sab set 27, 2014 6:31 am

dopo aver parlato con l'idraulico ho bisogno ancora di chiarimenti:
il sanicube deve essere collegato con pannelli solari Rotex o vanno bene altre marche?
nel circuito dai pannelli all'acccumulo circola il glicole o acqua tecnica?
Perchè il collegamento viene definito in "scarico".

Grazie
Giuseppe

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1775
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » sab set 27, 2014 7:58 am

Sul sanicube puoi attaccare i pannelli che vuoi, purché siano adatti a lavorare in un sistema a svuotamento. Non tutti i pannelli sono adatti, dipende da come sono fatti. Credo che qualunque pannello piano fatto ad arpa sia adatto, ma ne sa di più fcattaneo. L'alternativa che lui propone ai rotex sono dei pannelli turchi di marca Solimpeks.

Nel sanicube non serve mettere glicole perchè la sua centralina lavora a svuotamento, quindi non serve usare accorgimenti per evitare il congelamento del fluido che lavora con i pannelli. Quindi useresti comunissima ACQUA, senza glicole. Acqua che sarebbe "acqua tecnica" secondo la terminologia usata dall'idraulico (o "acqua di volano"), nel senso che non si mescola con l'acs che ti va ai rubinetti (se rileggi bene quello che ti è stato scritto qui sulla differenza tra puffer e bollitore dovrebbe essere chiaro) e lavora solo nel circuito tra accumulo solare e pannelli.

Collegamento "in scarico" vuol dire collegamento "in serie", è un gergo usato da portalsole (che in effetti si adatta più a sistemi che integrano il riscaldamento che per sola acs). Vuol dire che c'è il solare che lavora per i fatti suoi senza intervento della caldaia sull'accumulo, e preriscalda l'acs prima che quest'ultima passi in caldaia istantanea (è la prima soluzione che ti ha proposto l'idraulico di cui parlavi nel primo post).
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » mer ott 08, 2014 6:50 am

Salve,

Ho chiesto al mio idraulico di farmi una proposta con Sanicube, e lui mi ha presentato il pacchetto solare della immergas “Domesti Sol 550 Top” ( accumulo 500 litri + 4 pannelli)
Chiedevo un vostro parere.
Per ridurre i costi e gli ingombri io sarei più propenso per un 300 litri e 2 pannelli ( immergas o altre marche)

Saluti
Giuseppe

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1775
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » ven ott 10, 2014 9:27 pm

Mi sembra evidente che non conosce il prodotto che gli hai chiesto e ti propina quello che conosce o su cui ha una scontistica...

A questo punto o lo cambi o decidi di fidarti di lui...
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » sab ott 25, 2014 5:38 am

Buongiorno,
Discutendo ( pacatamente) con l'idraulico, abbiamo deciso di seguire la mia strada e installare un sanicube da 300 litri con relativo kit solare. A proposito di questo, io ho sempre ragionato per 1 pannello= 1mq, ora invece vedo che un pannello rotex ha una superficie di 2mq.
Vi chiedo, quanti pannelli sono necessari nel mio caso per utilizzo ACS e collegamento lavastoviglie e lavatrice?
Se non ricordo male, con queste caratteristiche mi avete sconsigliato di collegare il ritorno del riscaldamento.
Per ora mi fermo qui; Se riusciremo a iniziare vi chiederò altri consigli.

Grazie per la disponibilità
Giuseppe


Torna a “Solare Termico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti