Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Domande sulle soluzioni impiantistiche e le migliori pratiche del solare termico.

Moderatori: sergio&teresa, paolo

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1769
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » sab ott 25, 2014 7:33 am

I V21 hanno superficie 2 mq, i V26 hanno superficie 2.6 mq.

Per un uso ACS per quattro persone 4 mq bastano e avanzano per avere sei mesi di acs sostanzialmente gratis, quindi potresti mettere 2 V21 oppure 2 V26 per avere un po' più di energia disponibile anche nella brutta stagione se ti fanno un buon prezzo.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » dom ott 26, 2014 1:45 pm

Scusate,
vedo su new topic che è presente una risposta di Sergio&teresa, ma non visualizzabile.
Grazie

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » lun ott 27, 2014 12:23 pm

Mi scuso,
problemi sul mio pc.
Ho visualizzato la risposta di Sergio.

Grazie

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » gio ott 30, 2014 7:54 pm

Finalmente sono in possesso del preventivo del sanicube, nello specifico " sistema solare kit 2 x V21/300 sopratetto drain back rotex".
Mi confermate che trattasi di quello di cui abbiam parlato?
Una cosa mi convince meno, nello specifico la caldaia a condensazione istantanea Riello Family 3.5 Kis in condence.
Tralasciando la marca, non vi sembra eccessiva per il mio impianto?

Grazie
Giuseppe

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1769
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » sab nov 01, 2014 11:25 am

Personalmente credo che le caldaie da 35 kW non dovrebbero essere mai installate in case singole. Con il solare in preriscaldo dell'acs poi quella potenza (che comunque si userebbe solo per l'acs perchè il riscaldamento ormai in qualunque casa richiede molto meno) non serve davvero mai.

Io insisterei per avere una 25 kW: fatti spiegare perchè lui ritiene di doverti mettere la 35...

Per il solare ok.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » sab nov 08, 2014 7:40 pm

Mi spiega l'idraulico che la caldaia 35Kw in realtà non è a "potenza piena" ma modulare; può quindi raggiungere i 35Kw, ma possono essere regolate a potenza inferiore.
Nella decrizione infatti non parlano più di 35Kw ma di 3.5 Kw.
Potreste per favore dirmi pregi e difetti di questa potenza?
Grazie

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » dom nov 09, 2014 8:48 am

Il problema è che la potenza minima di una caldaia da 35kw è più alta di quella di una caldaia da 24 kw e questo crea delle inefficienze soprattutto in regolazione climatica.

A meno che non hai una casa da 500 mq. cad. in classe G NON mettere una caldaia da 35 kw perché faresti un grosso errore.

Fatti scrivere dall'idraulico perché vuole mettere una 35 kw così lo avvertì di farli causa nel caso il motivo sia campato in aria.

A casa dei miei ( 2 appartamenti da 120 mq. in classe G anni 70 ) hanno messo una 25 kw ma ho dovuto lottare perché il "somaro" voleva mettere una 35... risultato non ha MAI superato i 12 kw. durante un intero inverno nella quale l'ho monitorata.

Questi "tecnici" non hanno ancora imparato che soprattutto in regolazione climatica servono potenze molto basse... una 24 kw è già in grado di bruciare quasi 2000 mc. di gas al mese, tuttavia vengono ancora installate caldaie da 35 kw in case che nell'intera stagione invernale richiedono meno di 1000 mc. di gas...


Ciao.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » dom nov 09, 2014 5:42 pm

Ancora grazie per i chiarimenti.
Gli ho fatto digerire il solare ora torno alla carica per la caldaia.
Ora ho bisogno di chiarimenti per quando verranno fatti i collegamenti.
Cosa intendete precisamente quando parlate di regolazione climatica o curva climatica?
Avendo la certezza che l'impianto di riscaldamento a pavimento sarà collegato al circuito di bassa, rimangono fuori i 2 termo-arredi dei bagni che se non ricordo male vuole collegarli al circuito di alta. ( l'elettricista in cantiere mi ha anche suggerito la possibilità di collegare i termo-arredi direttamente alla caldaia senza uso di termostati. Cosa intende?)
Vi chiedo ancora dei chiarimenti sulla miglior soluzione. Ricordo che mi era stato detto che collegandomi al circuito di alta io posso comunque lavorare in bassa, e al bisogno, posso alzare la temperatura.

Saluti

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1769
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » sab nov 15, 2014 3:57 pm

beppe69 ha scritto:Cosa intendete precisamente quando parlate di regolazione climatica o curva climatica?

Curva climatica è una curva che la caldaia segue utilizzando una sonda di temperatura che misura la T esterna (da installare all'ombra a nord). A seconda della T esterna la curva climatica (che si può scegliere nelle caldaie più serie: a mio suocero hanno impedito di modificarla 'sti cretini...) fornisce la T di mandata da inviare all'impianto: a T esterne più alte corrispondono mandate più basse e viceversa. In questo modo si sfrutta al meglio l'apporto dato dalla condensazione dei fumi.

beppe69 ha scritto:Avendo la certezza che l'impianto di riscaldamento a pavimento sarà collegato al circuito di bassa, rimangono fuori i 2 termo-arredi dei bagni che se non ricordo male vuole collegarli al circuito di alta. ( l'elettricista in cantiere mi ha anche suggerito la possibilità di collegare i termo-arredi direttamente alla caldaia senza uso di termostati. Cosa intende?)
Vi chiedo ancora dei chiarimenti sulla miglior soluzione. Ricordo che mi era stato detto che collegandomi al circuito di alta io posso comunque lavorare in bassa, e al bisogno, posso alzare la temperatura.

Ma in bagno ci saranno solo termoarredi o ci sarà anche il riscaldamento a pavimento? Nella seconda ipotesi io eviterei proprio di mettere i termoarredi.... Fare un impianto a doppia T per due termoarredi è una cavolata... la caldaia sarebbe sempre costretta ad andare ad alta T solo per loro...! e addio condensazione.

Nella prima ipotesi... è un bel guaio.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Avatar utente
ssalvato
Messaggi: 63
Iscritto il: mer mar 19, 2014 8:53 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda ssalvato » mer nov 19, 2014 10:22 am

sergio&teresa ha scritto:Nella prima ipotesi... è un bel guaio.


Prima di cambiare impianto avevo una caldaia con due circuiti separati, uno a bassa temperatura per il riscaldamento a pavimento e uno ad alta temperatura per i termoarredi dei bagni. Con la nuova caldaia (sistema ibrido Rotex) c'è un unico circuito a bassa temperatura e posso dire che i termoarredi funzionano benissimo anche con l'acqua a 30 °C! In pratica nei bagni non ho mai meno di 21 °C, mentre nel resto della casa dove c'è solo il riscaldamento a pavimento la temperatura media è di 19-19.5 °C. Considera che, anche se al tatto sembrano tiepidi o addirittura freddi, i termoarredi riscaldano ugualmente per irraggiamento. Ovviamente bisogna farli andare 24 ore su 24, come del resto il circuito a pavimento...

Ciao,

S.

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1769
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » gio nov 20, 2014 12:03 am

Lo so perchè anch'io faccio andare i termosifoni di tutto un piano in BT.

Però bisogna essere consapevoli che il contributo di un termo a 30° è basso, e per quanto uno faccia andare tutto il giorno il riscaldamento bisogna capire se la poca potenza emessa supera le dispersioni della stanza: in caso di forti dispersioni il solo termoarredo in BT potrebbe non essere sufficiente.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » gio nov 20, 2014 6:25 am

sergio&teresa ha scritto:
in caso di forti dispersioni il solo termoarredo in BT potrebbe non essere sufficiente.


In questo caso si puo aggiungere una stufetta elettrica ad aria da usarsi "al bisogno"; ma mai fare un impianto a doppia temperatura.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » gio gen 01, 2015 9:17 pm

Ciao e buon anno a tutti.

A proposito del termo-arredo del bagno ho 2 curiosità da soddisfare.
Se viene collegato al circuito di alta, chi comanda il suo on-off ?
Se viene collegato al circuito di bassa , l'on-off è gestito dal termostato del bagno che gestisce il riscaldamento a pavimento?

Grazie
Beppe

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » ven gen 02, 2015 7:24 pm

beppe69 ha scritto:
A proposito del termo-arredo del bagno ho 2 curiosità da soddisfare.
Se viene collegato al circuito di alta, chi comanda il suo on-off ?
Se viene collegato al circuito di bassa , l'on-off è gestito dal termostato del bagno che gestisce il riscaldamento a pavimento?



cavolo.. non ci siamo proprio....

In un impianto fatto bene non ci devono essere cronotermostati.. la regolazione deve essere fatta climaticamente, cioe' la temperatura ai circuiti radianti ( siano essi pavimenti radinati, termosifoni o termo-arredi ) deve essere inviata in funzione della temperatura esterna e SEMPRE..

I termostati possono essere sempre messi ma solo per intervenire x fermare l'acqua in caso di eccessivo calore; per esempio in caso di apporti sporadici ( tipo a Natale con in casa 20 persone )...

Allora provo a riassumere come deve essere fatto un impianto per essere considerato buono :

1- caldaia a condensazione o PDC con sonda esterna collegata a NORD
2- un unico circuito con un unica temperatura ( evitare i sistemi a doppia temperatura )
3- nessuna pompa aggiuntiva o separatore idraulico, i circuiti vanno semplicemente collegati direttamente alla mandata della caldaia.
4- nessun cronotermostato; la regolazione deve essere fatta agendo sulla portata dei circuiti radianti o tramite termostatica in caso di termoarredi o termosifoni; la regolazione principale deve essere climatica.

Per precisare il punto 4... se vuoi avere nel soggiorno 20 gradi e nelle stanze da notte 18 gradi, devi regolare la curva climatica in modo da avere 20 gradi nel soggiorno e poi chiudere leggermente le mandate alle camere fino a stabilizzare le temperatura a 18 gradi; la regolazione non puo farla l'idraulico ma deve farla l'l'utente giorno x giorno, agendo sulla curva climatica e sulle portate dei circuiti a pavimento ,fino a trovare la giusta regolazione.

Se si mettono sistemi comandati da cronotermostati succede che arrivati ad una certa temperatura dell'aria in casa, i circuiti radianti vengono chiusi con conseguente sparizione immediata della percezione dell'energia infrarossa irradiata dal pavimento.. ciò riduce in comfort.

Un impianto a pavimento regolato bene fa percepire un forte benessere anche a 19 gradi... uno regolato male riesce a mantenere la casa alla temperatura desiderata ma con una percezione di comfor nemmeno partagonabile ( questo a svantaggio sia dei consumi che del benessere percepito ).

Per capire la questione :
http://www.portalsole.it/sezione.php?d=42

Ciao,
F.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » ven gen 30, 2015 8:24 am

Salve,

L'idraulico vuole collegarmi l'impianto radiante al circuito di bassa e i termo-arredi dei bagni e taverna all'alta motivandola col fatto che se io tengo una temperatura di mandata bassa ( esempio 45°) è come se lavorassi con un unico circuito di bassa.
Se io volessi far funzionare il tutto con la temperatura di mandata gestita dalla sonda esterna ( come spiegato da Cattaneo nell'ultimo post) , con questo impianto è fattibile oppure devo convincerlo di mettermi tutto in bassa?

Grazie
Giuseppe


Torna a “Solare Termico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti