Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Domande sulle soluzioni impiantistiche e le migliori pratiche del solare termico.

Moderatori: sergio&teresa, paolo

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » ven gen 30, 2015 12:18 pm

beppe69 ha scritto:
L'idraulico vuole collegarmi l'impianto radiante al circuito di bassa e i termo-arredi dei bagni e taverna all'alta motivandola col fatto che se io tengo una temperatura di mandata bassa ( esempio 45°) è come se lavorassi con un unico circuito di bassa.



E infatti.. e deve essere cosi per andare bene un impianto.

beppe69 ha scritto:Se io volessi far funzionare il tutto con la temperatura di mandata gestita dalla sonda esterna ( come spiegato da Cattaneo nell'ultimo post) , con questo impianto è fattibile oppure devo convincerlo di mettermi tutto in bassa?



Non sarebbe fattibile.. o almeno lo sarebbe ma solo x il circuito dell'alta ( la caldaia regola climaticamente l'alta T e la bassa viene miscelata a punto fisso ed inviata al pavimento.

Un impianto del genere ha la climatica sui termoarredi e in taverna ( dove non serve una mazza ) e il radiante a punto fisso ( dove servirebbe la climatica ).

Per fare cosi servirebbe un miscelatore climatico al posto della climatica sulla caldaia ( che lavorerebbe cosi a punto fisso senza sonda esterna, producendo acqua a T fissa da inviare ai termoarredi ed in taverna ) .

questa T fissa ( poniamo a 60 gradi ) verrebbe miscelata climaticamente da una apposita valvola a 3 vie dotata di centralina e sonda esterna.. ma costa un botto e non ha senso in una casa a basso consumo.

Tu risolvi brillantemente se fai andare TUTTO in BT.. come ti ho scritto sopra elencandoti i punti da seguire.

Ciao,
F.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » ven gen 30, 2015 5:13 pm

Salve

...vi chiedo ancora dei chiarimenti...
Ad oggi sono stati eseguiti parte dei lavori idraulici , collegando i tubi al collettore ma non ancora alla caldaia perché devono terminare i lavori di muratura nel seminterrato dove andrà posizionata. Volevo capire se i collegamenti alla bassa temperatura devono essere fatti sulla caldaia o sul collettore. Nel primo caso posso aspettare quando riprenderanno i lavori nel seminterrato, nel secondo caso devo farlo intervenire subito.
Mi potete spiegare il corretto collegamento della stufa a pelle idro, ricordandovi che verrà installato un accumulo rotex da 300 litri? Scusate la mia incompetenza ma utilizzandola oggi per riscaldare l'appartamento con temperature di mandata tra i 60° e 70° non riesco proprio a capire il corretto collegamento e utilizzo nel caso di un impianto a pavimento a bassa temperatura. ( la stufa è inserita nella trattativa di vendita della casa e non so ancora se resterà nell'appartamento attuale oppure no)

Grazie
Giuseppe

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » sab gen 31, 2015 6:49 am

beppe69 ha scritto:

Mi potete spiegare il corretto collegamento della stufa a pelle idro, ricordandovi che verrà installato un accumulo rotex da 300 litri? Scusate la mia incompetenza ma utilizzandola oggi per riscaldare l'appartamento con temperature di mandata tra i 60° e 70° non riesco proprio a capire il corretto collegamento e utilizzo nel caso di un impianto a pavimento a bassa temperatura. ( la stufa è inserita nella trattativa di vendita della casa e non so ancora se resterà nell'appartamento attuale oppure no)




Il problema della stufa è uscito ora... io non sapevo che avessi da inserire anche una stufa a pellets nel circuito.

allora è un vero casino.... la stufa a pellets produce acqua ad alta T che va forzatamente miscelata con un miscelatore climatico e fare un circuito congruo che mantenga la climatica sia al pavimento che al generatore è difficile... inoltre serve forzatamente un sistema a doppia temperatura e questo è un vero peccato perche è difficilissimo da fare e credo che lo sappiano fare in pochi.

C'e' l'alternativa di usare una GCU della Rotex che è una caldaia a condensazione con accumulo integrato ( Sanicube ) nel quale è inserita anche una serpentina dove poter inviare calore da un altro generatore ( termostufa x esempio )..
In quel dispositivo integrato la caldaia lavora sempre in climatica ma se il calore presente nell'accumulo è sufficiente, allora una miscelatrice climatica lo usa al posto della caldaia.
C'e' un unica sonda climatica a nord ma che comanda sia la miscelatrice che la caldaia...

Nei circuiti assemblati dagli idraulici invece viene inviato calore nell'accumulo usando i generatori a punto fisso, e poi il calore viene miscelato da una termostatica in BT ma a punto fisso ed inviato al pavimento tramite regolazione On/Off ( cronotermostato )... una schifezza insomma..

Ciao.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » sab gen 31, 2015 7:25 am

Non pensavo fosse tutto così complesso!
Visto che l'esito della stufa è ancora incerto, vi chiedo solamente di indicarmi il “ giro tubi” per fare la predisposizione idraulica e permettere al muratore di chiudere tutte le tracce. Dalla caldaia al puffer e dal puffer al collettore?
Per quanto riguarda i collegamenti al circuito di bassa in cui facevo riferimento nell'ultimo post, sono da realizzare sul collettore o sulla caldaia?

Saluti
Giuseppe

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » sab gen 31, 2015 12:15 pm

beppe69 ha scritto:
...vi chiedo solamente di indicarmi il “ giro tubi” per fare la predisposizione idraulica e permettere al muratore di chiudere tutte le tracce. Dalla caldaia al puffer e dal puffer al collettore?



Guarda l'impianto di Sergio on line..

Devi predisporre 4 tubi ben isolati tra il Sanicube e la caldaia..

Il ritorno dei circuiti del riscaldamento va all'ingresso della serpentina di carico del Sanicube, l'uscita di tale serpentina deve raggiingere l'ingresso della caldaia.
Idem per l'ACS... l'acqua fredda entra nel sanicube nella serpentina dell'ACS.. l'iuscita alòl'ingresso dell'ACS della caldaia.

beppe69 ha scritto:
Per quanto riguarda i collegamenti al circuito di bassa in cui facevo riferimento nell'ultimo post, sono da realizzare sul collettore o sulla caldaia?



Questo sinceramente non lo capisco.. non capisco cosa chiedi.

Ciao,
F.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » sab gen 31, 2015 5:36 pm

Oppure guarda lo schema che ha appena postato Ivano e che va bene anche nel tuo caso se non usi la stufa a pellets.

viewtopic.php?f=2&t=1062&p=8526#p8526


Al posto dei termosifoni tu collegerai i circuiti dei pannelli radianti e dei termoarredi.

F.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » ven feb 06, 2015 12:49 pm

Salve

Ho pensato ad una soluzione alternativa per la stufa a pellet idro che vorrei condividere con voi:
Vorrei posizionare la termostufa nel seminterrato ( circa 100 mq ) e collegarci dei termosifoni in acciaio per scaldare le tre zone in cui è divisa: taverna, cantina , lavanderia. Vi chiedo se posso eventulmente collegarla all'accumulo rotex da 300 litri ed in che modo, così quando avrò neccessità di accendere la stufa potrò scaldare anche il puffer. A tal proposito il puffer Rotex da 300 litri per solare è idoneo ad accogliere questo collegamento?
Un'altra domanda che forse esula dalle competenze di questo forum...io ci provo...
Dovendo fare in cantina un massetto in calcestruzzo di 13 cm ( per esigenze statiche) i tubi di collegamento ai termosifoni posso posizionarli annegati nel massetto o ci sono delle controindicazioni?

Grazie
Giuseppe

Fabrisi
Messaggi: 68
Iscritto il: mar gen 01, 2008 6:01 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda Fabrisi » ven feb 06, 2015 1:21 pm

Esistono Sanicube con serpentine aggiuntive e quindi è possibile teoricamente fare quello che tu dici, ma esiste ancora il problema di come interfacciare lo stesso all'impianto a pavimento.

Se scaldi l'accumulo con la termostufa questo diventa incompatibile con l'impianto a pavimento, se lo vuoi usare in diretta come Sergio...

Quindi ho disinserisci l'accumulo dalla serie con la caldaia quando usi la termostufa oppure devi mettere una miscelatice e una pompa aggiuntiva al sistema 8 con tutti i problemi che questo implica soprattutto alla luce delle capacita che hanno mediamente idraulici ed installatori.

Se proprio vuoi mettere la stufa a idro pellets ti consiglio anche io di acquistare una GCU che non e' nientaltro che una caldaia con accoppiato un Sanicube e con una serpentina aggiuntiva per caricare con una termostufa...

tale sistema ha l'elettronica e la miscelatrice gia interconnesse con la climatica della caldaia.. se fai cosi non rischi che ti facciano un impianto che poi non funziona o non ha senso.

Ciao.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » ven feb 06, 2015 5:44 pm

Scusa forse non mi sono espresso bene.
Io vorrei collegare la termostufa al puffer che, a differenza di quello di Sergio, non deve essere collegato al pavimento radiante, ma servirà solo per ACS.
Il pavimento radiante al primo piano sarà gestito dalla caldaia a condensazione.
Il termosifoni saranno posizionati in seminterrato e gestiti dalla termostufa, che vorrei inoltre utilizzare per scaldare l'acqua nel puffer in alternativa / supporto al solare termico.
E per il discorso dei tubi annegati nel calcestruzzo?

Grazie
Giuseppe

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » sab feb 07, 2015 10:36 am

Cosi lo puoi fare, hai in pratica 2 impianti distinti di riscaldamento.

..in questo modo non mischi le 2 diverse tipologie che richiedono diverse temperature di funzionamneto e non sacrifichi la climatica regolata dalla caldaia a condensazione come fanno molti che interfacciano il riscaldamento a pavimento con una termostufa.

Il solare termico produce solo ACS in preriscaldo invernale o totalmente in estate o quando è acceso il termocamino.

Naturalmente devi interfacciare l'uscita dell'accumulo solare lato ACS alla caldaia con produzione istantanea di ACS.

..Per quanto riguarda il calcestruzzo non so aiutarti.

F.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » mar feb 10, 2015 1:41 pm

Oggi l'idraulico mi stava mostrando il pannello con l'ingresso dei circuiti ed il collettore che è stato murato, spiegandomi sommariamente il suo funzionamento.
Tornando a casa e rileggendo i vostri post non mi convincevano alcune cose.
......La mandata della caldaia viene inviata al punto fisso ( da quel che ho capito è la valvola che regola la temperatura d'ingresso dell'acqua nei circuiti a pavimento con una numerazione da 1 a 5 che serve a modificare di pochi gradi la T° in ingresso ai circuiti) seguito poi da una pompa di rilancio........ma non doveva essere una sola temperatura regolata dalla caldaia in funzione della T esterna e nient'altro, oppure il punto fisso è un passaggio obbligato che voi del mestiere omettete?
….La mandata dei termo-arredi viene collegata in una derivazione prima del punto fisso così lavora con la T°
"diretta” della caldaia senza essere eventualmente ribassata dal punto fisso....ma in questo caso stiamo lavorando in climatica.!?
Da quello che è stato postato da voi io capisco che il collegamento deve essere il seguente:
Sonda esterna a Nord collegata alla caldaia, regolazione sulla centralina caldaia della curva climatica ( scegliere una corrispondenza tra T aria esterna e T acqua di mandata ) , ingresso nel collettore ( no punto fisso e no pompa di rilancio ) , uscita con le derivazioni dei circuiti radianti degli ambienti, dei termo-arredi e della taverna.

Grazie per la pazienza
Giuseppe

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » mar feb 10, 2015 3:41 pm

beppe69 ha scritto:
....
Da quello che è stato postato da voi io capisco che il collegamento deve essere il seguente:
Sonda esterna a Nord collegata alla caldaia, regolazione sulla centralina caldaia della curva climatica ( scegliere una corrispondenza tra T aria esterna e T acqua di mandata ) , ingresso nel collettore ( no punto fisso e no pompa di rilancio ) , uscita con le derivazioni dei circuiti radianti degli ambienti, dei termo-arredi e della taverna.




Esatto e deve essere proprio cosi...
Il tuo idraulico vuole farti il classico impianto ciofeca che fanno tutti quelli che non hanno la minima competenza in materia di pavimento/condensazione.

Come vuole farti lui la temperatura in casa sarebbe regolata dal cronotermostato ( come un vecchio sistema a pavimento collegato ad una caldaia non a condensazione che non puo lavorare in BT ) e non dalla climatica.

Non disperare.. succede sempre piu' spesso che gli utenti spiegano agli idraulici come va fatto un impianto correttamente.


Considera che una percentuale molto alta degli idraulici non installa prpoprio la sonda a nord perche ne ignora proprio la funzione... e adducono motivi del tipo " non funziona bene" ecc. ecc., in realta non hanno la minima idea di come si setta un impianto dotato di climatica.

Anche la pompa di rilancio.. non serve a nulla se non a consumare energia elettrica inutilmente.

F.

beppe69
Messaggi: 41
Iscritto il: dom set 14, 2014 9:17 am

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda beppe69 » ven feb 13, 2015 11:43 am

Salve


Se decidessi di non montare i termostati c'è una possibilità per chiudere i circuiti che non intendo riscaldare per periodi prolungati ? ( penso ad esempio la zona taverna ).

Leggendo in questo e altri forum , quando viene regolata la climatica si associa una T° acqua di 40°C con T° esterna a Zero gradi.
Ma se la T° esterna scende a -5 o -10 ( com'è successo in questi giorni ) , sapendo che posso inviare acqua non superiore a 40°C nel pavimento radiante e non essendoci punto fisso e valvola miscelatrice, come posso regolare la climatica per mantenere lo stesso confort in casa ?

Mi potete consigliare alcuni modelli e tipologie di caldaie ( se è possibile fare i nomi ) che lavorino bene con la climatica e con un buon rapporto qualità prezzo ?

Per i caloriferi in taverna , l'idea come già specificato, è di collegarei 2 termosifoni in BT. Io volevo mettere un terzo termosifone collegato alla stufa a pellet ( posizionata in cantina e collegata a 3 termosifoni ) per beneficiarne anche in taverna quando verrà accesa .
L'idraulico mi consiglia di mantenere solo i 2 termosifoni e collegare una “ valvola deviatrice “ ( lui è stato più tecnico ma non ricordo l'esatta terminologia ) che mi permetta di interrompere il collegamento sulla caldaia e deviarlo sulla stufa quando viene accesa. E' una cosa fattibile?

x Cattaneo: ( per poter farmi un idea sui consumi ) per cortesia può dirmi quanti mq scalda e se utilizza pavimento radianti o termosifoni.


Grazie di tutto
Giuseppe

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1769
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda sergio&teresa » ven feb 13, 2015 9:05 pm

Termostati: non è vietato montarli.... all'occorrenza possono servire (quantomeno come termometri per verificare la T in casa), ad esempio ne puoi mettere uno in taverna che regoli l'apertura del circuito che la serve.

Climatica: ciascuno usa la sua, quella che descrivi ad esempio è l'impostazione che uso io, ma perché ho misto termosifoni/radiante che faccio andare in MEDIA T (non bassa T). Per un radiante puro si può anche scegliere una curva che passa più in basso, dipende dalla casa che uno ha, dal passo di posa...

Caldaie: tutte possono montare la climatica. Scegli un modello che ha alta modulazione (ovvero bassa potenza minima).

Caloriferi in taverna: se non la scalderai regolarmente io non userei termosifoni in BT. O sai che accendi la stufa ogni volta che usi la taverna, e allora li colleghi in AT con un collegamento solo con la stufa, oppure metti dei ventilconvettori elettrici....

Ciao
Sergio
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1631
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Caldaia istantnea o solo riscaldamento?

Messaggioda fcattaneo » sab feb 14, 2015 6:17 am

beppe69 ha scritto:Salve


Leggendo in questo e altri forum , quando viene regolata la climatica si associa una T° acqua di 40°C con T° esterna a Zero gradi.
Ma se la T° esterna scende a -5 o -10 ( com'è successo in questi giorni ) , sapendo che posso inviare acqua non superiore a 40°C nel pavimento radiante e non essendoci punto fisso e valvola miscelatrice, come posso regolare la climatica per mantenere lo stesso confort in casa ?



Giuseppe sono francamente preoccupato di chi ti sta dicendo queste cose,....
Ma prova a pensare.. come fa un sistema che non puo ricevere acqua oltre i 40 gradi a riscadlare una casa quando fuori fa -20 ??

Evidentemente per questo sistema di riscaldamento la curva +40 a zero gradi è sbagliata!!!

Per un pavimento in BT si mette molto meno ( io metterei 34 gradi e poi vedi, se fai la sauna abbassi ulteriormente se no alzi di 1 grado alla volta ).

Per intederci a casa mia ho proprio la curva climatica +40 a zero, ma ho i termosifoni in alluminio, che faccio lavorare h24 ma sono pur sempre termosifoni.



beppe69 ha scritto:Salve


L'idraulico mi consiglia di mantenere solo i 2 termosifoni e collegare una “ valvola deviatrice “ ( lui è stato più tecnico ma non ricordo l'esatta terminologia ) che mi permetta di interrompere il collegamento sulla caldaia e deviarlo sulla stufa quando viene accesa. E' una cosa fattibile?

x Cattaneo: ( per poter farmi un idea sui consumi ) per cortesia può dirmi quanti mq scalda e se utilizza pavimento radianti o termosifoni.



In via teorica si potrebbe fare ma occorre che l'idraulico sappia quello che fa.
Ti devi fidare... se invece hai qualche dubbio il sistema svincolato è quello che ti permette di essere certo del risultato.

I consumi di cosa ?
a casa mia consumo 1000 Mc. di gas all'anno, sono 140 m2 in classe D, termosifoni e funzionamento h24 a temperatura medio/bassa.

Ciao,
F.


Torna a “Solare Termico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite