pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Domande sulle soluzioni impiantistiche e le migliori pratiche del solare termico.

Moderatori: sergio&teresa, paolo

Paul1964
Messaggi: 7
Iscritto il: sab mar 14, 2015 5:42 pm

pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda Paul1964 » mer mar 18, 2015 8:09 am

Salve e buon giorno, è la prima volta che uso un forum e pertanto vi chiedo pazienza se non riesco a dialogare per bene. ho visitato diverse volte il sito “ il portalsole “ e ho notato i vari impianti di solare termico che sono monitorati e immessi in rete. Poiché ho intenzione di installare un impianto solare termico sulla mia abitazione, volevo qualche notizia in più su come effettuare l’impianto, sui costi, sulle centraline di monitoraggio su come approvvigionare le varie apparecchiature e l’eventuale montaggio, i costi di utilizzo dell’ eventuale servizio di monitoraggio e del servizio web. La parte esposta al sole è sud sud/ovest circa 200 – 210°.Ho visto con attenzione l’impianto di Maurizio, nella sezione live plant e direi che a primo impatto potrei farne uno simile, con n.3 pannelli rotex in orizzontale con misure 130x 200 circa con una superficie assorbente ci circa 7.8 metri quadri, un accumulatore a stratificazione sanicube da 500 litri, con integrazione riscaldamento ( radiatori in ghisa ). A tal riguardo vorrei sapere anche il dislivello minimo tra i panneli solari e il boiler sanicube in quanto questa potrebbe essere una limitazione, infatti tra la parte più alta del sanicube e la parte piu bassa dei pannelli solari ci sarebbero circa 150 cm nel senso che i pannelli si dovrebbero installare sul tetto di un locale tecnico e i boiler nel vano sottostante. Rendo noto che ho installato qualche anno fa 2 impianti fotovoltaici rispettivamente da 4.4 kwp e 1.5 kwp e potrei pensare ad integrare l’energia che serve per il riscaldamento tramite pompa di calore direttamente al boiler, producendo energia elettrica in eccesso e sfruttando se necessario anche la tariffa d1 per pompe di calore se posssibile. Inoltre sfruttando gli incentivi sulla ristrutturazione della prima casa avrei intenzione di utilizzare il già presente camino dotandolo di termocamino del tipo Nordica extraflame wf25xdfa per ovvie ragioni di quote. La mia abitazione ha una estensione di 110 metri quadrati con nuovi infissi. Gradirei se fosse possibile un recapito telefonico di riferimento. Faccio presente che risiedo in provincia di Brindisi Puglia e di sole ne abbiamo a bastanza

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1635
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda fcattaneo » mer mar 18, 2015 9:03 pm

L'esposizione che hai è molto adatta per il solare termico ad uso riscaldamento, tuttavia io te la sconsiglierei perche in presenza di un impianto fotovoltaico è meglio installare una PDC che autoconsumi l'energia che, in presenza di sole ,risulterebbe quasi sicuramente gia' in sovraproduzione.

Quindi io opterei per una PDC di tipo hpsu di Rotex/Daikin che ha il pregio di essere gia predisposta per essere integrata da generatori di calore ausiliari come anche un termocamino ... quindi quello che tu vuoi fare sarebbe possibile in modo molto efficiente.

Quindi con una PDC spenderesti meno rispetto all'aggiunta di un buon impianto solare termico, avendo pero risultati migliori e gestendo meglio la produzione di fotovoltaico.

Ciao,
F.

Paul1964
Messaggi: 7
Iscritto il: sab mar 14, 2015 5:42 pm

Re: pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda Paul1964 » mar mar 24, 2015 9:44 am

Gentilissimo fcattaneo, la ringrazio immensamente per la rapidità con cui mi ha risposto, io purtroppo non sono riuscito a fare altrettanto in quanto non ho molta pratica di forum e comunicazioni di questo genere, purtroppo è la terza volta che scrivo con la speranza di inserire il messaggio correttamente. Nel primo messaggio che ho scritto sul forum forse non ho fatto capire bene quale potesse essere la mia idea da realizzare. Ci tengo a precisare che nel mio caso il termocamino, non sarà la fonte energetica principale per il riscaldamento, ma potrà essere utilizzato in alcuni periodi intensamente e in altri una tantum in funzione della nostra presenza in casa; Vi è l’intenzione di installarlo per poter usufruire di un camino preesistente costruito artigianalmente con graniti pregiati e che non utilizziamo per motivi di sicurezza e perché spesso fa fumo. Poiché devo effettuare una ristrutturazione da poter detrarre fiscalmente vorrei sfruttare al massimo le opportunità del 50% e del 65% per il risparmio energetico e quindi all’impianto solare termico non voglio rinunciare in quanto in una zona ricca di sole come la nostra, è un sacrilegio non sfruttare energia gratis e limitare il consumo di combustibili fossili ( metano in questo caso ) Condivido pienamente l’utilizzo di una pompa di calore che in questo caso potrebbe integrare il boiler sanicube a stratificazione, sia per acqua sanitaria che per eventuale integrazione riscaldamento , avendo a disposizione energia elettrica prodotta in eccesso dal fotovoltaico. L’energia elettrica in eccesso verrà anche utilizzata per alimentare un piano cottura a induzione e qualche split per raffrescamento in estate. Ho visto accuratamente alcuni impianti on line del portalsole e ne sono rimasto colpito soprattutto per il si stema di monitoraggio e supervisione, non le nascondo che mi piacerebbe applicare tale sistema alla mia idea per quantificare il bilancio energetico della mia casa. Gradirei qualche notizia sulle apparecchiature da innstallare ( centralina termosonde misuratori di portata e quant’altro ) supporto tecnico e dove poterli approvvigionare.
Nel ringraziarla per l’attenzione rivoltami la saluto cordialmente.

Paul1964
Messaggi: 7
Iscritto il: sab mar 14, 2015 5:42 pm

Re: pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda Paul1964 » mer ago 19, 2015 8:56 am

Se non vi è di troppo disturbo avrei bisogno di mettermi in contatto co n fcattaneo e/o maurizio proprietario dell'impianto messo su live plant, per avere notizie su interfacce da utilizzare per il monitoraggio impinti slare termico e fotovoltaico + installazione pompa di calore o altro. Il mio cell è ********

Purtroppo non riesco ad utilizzare il forum non so .

Paul1964
Messaggi: 7
Iscritto il: sab mar 14, 2015 5:42 pm

Re: pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda Paul1964 » mer ago 19, 2015 9:08 am

In alternativa potreste contattarmi sulla mia mail paolo.angelini.64@alice.it

Paul1964
Messaggi: 7
Iscritto il: sab mar 14, 2015 5:42 pm

Re: pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda Paul1964 » dom ago 23, 2015 6:02 pm

Come sempre solerte e molto professionale nelle risposte. Io stesso non ero molto convinto della ibryd che mi aveva consigliato l'agente di zona, proprio perchè molto raramente da noi si raggiungono temperature al di sotto dello 0, tuttavia il collaboratore rotex si era basato inizialmente sul fatto che l'impianto esistente è a radiatori in ghisa. successivamente abbiamo optato per integrare il sistema con i fan coil (daikin FWM ) di cui ti ho parlato precedentemente per poter sfruttare anche la funzione di raffrescamento, cosa ormai necessaria con le estati sempre piu calde. I fan coil di cui ti allego scheda con caratteristiche generali, si sono resi necessari in funzione dei
punti di ubiczione a cui si è costretti, essendo una ristrutturazione, in quanto essi si possono installare sia in verticale che in orizzontale, tra l'altro mi sembra un buon prodotto da poter abbinare alla PDC rotex compact BIV, a meno che tu non abbia qualche riserva.
L'abitazione di cui stiamo parlando ha una superfice di circa 140 m2 con altezza soffitto 3m in piu vi è una tavernetta interrata di circa 2 m, per i restanti 60-70 cm fuori terra di 60 m2 con altezza 2.7 m, pertanto vorrei sapere se secondo te con la 8 kw potremmo farcela o dobbiamo pensare ad altro. Anche perchè bisogna sapere la quantità di energia termica di cui ho bisogno e la massima potenza che la PDC assorbirebbe, al carico nominale in condizioni limitate da temperature esterne al limite, al fine di dimensionare il limitatore di potenza Enel ( attualmente io ho un 3.3 KW, un po piccolo direi ) anche se ho un fotovoltaico di 5.9 kwp, il quale mi aiuta solo con il sole.
Per quanto riguarda la temperatura di esercizio e il tempo di funzionamento nelle 24 ore, avevo gia letto qualcosa di un impianto sul sito " il portalsole " e mi aveva entusiasmato, di qui la volontà di fare il monitoraggio, per poter valutare e dimostrare.
Ringraziandoti per la disponibilità e pazienza dedicatami ti auguro una buona serata.
Allegati
FWM scheda.pdf
(74.22 KiB) Scaricato 57 volte

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1635
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda fcattaneo » lun ago 24, 2015 10:33 am

Paul1964 ha scritto:
...successivamente abbiamo optato per integrare il sistema con i fan coil (daikin FWM ) di cui ti ho parlato precedentemente per poter sfruttare anche la funzione di raffrescamento, cosa ormai necessaria con le estati sempre piu calde. I fan coil di cui ti allego scheda con caratteristiche generali, si sono resi necessari in funzione dei
punti di ubiczione a cui si è costretti, essendo una ristrutturazione, in quanto essi si possono installare sia in verticale che in orizzontale, tra l'altro mi sembra un buon prodotto da poter abbinare alla PDC rotex compact BIV, a meno che tu non abbia qualche riserva.


Io non amo i fancoil e nel caso dovessi installare un sistema che faccia caldo/freddo, non potendo installare un impianto a pavimento, opterei per dei fancoil radianti.
Tuttavia non conosco le problematiche di installazione della tua casa che potrebbero essere meglio gestite con questo prodotto che indichi.


Paul1964 ha scritto:
L'abitazione di cui stiamo parlando ha una superfice di circa 140 m2 con altezza soffitto 3m in piu vi è una tavernetta interrata di circa 2 m, per i restanti 60-70 cm fuori terra di 60 m2 con altezza 2.7 m, pertanto vorrei sapere se secondo te con la 8 kw potremmo farcela o dobbiamo pensare ad altro. Anche perchè bisogna sapere la quantità di energia termica di cui ho bisogno e la massima potenza che la PDC assorbirebbe, al carico nominale in condizioni limitate da temperature esterne al limite, al fine di dimensionare il limitatore di potenza Enel ( attualmente io ho un 3.3 KW, un po piccolo direi ) anche se ho un fotovoltaico di 5.9 kwp, il quale mi aiuta solo con il sole.


Una PDC da 8 Kw al giorno produce il calore equivalente di una caldaia tradizionale a metano che consumi circa 25 Mc. di gas al gg.. o una moderna a condensazione che ne consumi 20..

Va da se che una casa come quella che indichi tu a Brindisi credo che consumi molto meno dei Mc. indicati, anche nelle giornate più fredde. di conseguenza una 8 Kw sarà sicuramente più che sufficiente.

Oltretutto tu hai anche un caminetto che potrebbe aiutarti se dovesse venire una bufera con temperature di -10... quindi non ha proprio senso mettere una PDC più grande.

Una PDC da 8 Kw ti permetterebbe di provare a vedere se il contatore da 3 Kw aiutato dal fotovoltaico basti.. poi eventualmente puoi passare ai 4.5 Kw o lasciare la stessa taglia dopo il primo inverno di verifica.

Se metti una PDC piu' grande sicuramente il 3 Kw non sarebbe sufficiente.

CIao,
F.

Paul1964
Messaggi: 7
Iscritto il: sab mar 14, 2015 5:42 pm

Re: pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda Paul1964 » ven ago 28, 2015 8:23 pm

Ti ringrazio immensamente per i consigli...
Ultima modifica di Paul1964 il sab ago 29, 2015 5:04 am, modificato 1 volta in totale.

Paul1964
Messaggi: 7
Iscritto il: sab mar 14, 2015 5:42 pm

Re: pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda Paul1964 » sab ago 29, 2015 4:51 am

Purtroppo la problematica di installazione della mia abitazione è il pavimento che essendo in granito a macchia aperta , non è possibile rimuovere pertanto non è possibile installare radiatori a pavimento, a questo probleba si aggiunge il fatto che non si può installare un vero impianto di scarico condense nei punti in cui sono posizionati i vecchi radiatori in ghisa. Questo è la motivazione per cui abbiamo optato per questo tipo di fan coil cercando di scaricare la condensa utilizzando il vecchio impianto fognario, scarico lavandino del bagno lavello cucina ecc.tutto questo al fine di poter sfruttare le funzioni caldo/ freddo delle pompe di calore. Un'ultima csa che si potrebbe fare è quella di sostituire completamente i radiatori in ghisa e mettere i fan coil radianti di cui parli tu , ma questo solo per la sola funzione riscaldamento per la problematica su esposta. Ed in ogni caso avresti potresti indicarmi che tipo e che marca valutare? Successivamente come posso dimensionarli ???

Nazareno
Messaggi: 2
Iscritto il: gio mar 03, 2016 3:56 pm

Re: pannelli solari per ACS e riscald: una dritta per favore

Messaggioda Nazareno » ven mar 04, 2016 8:37 am

Buongiorno Paul



IO HO INSTALLATO UN PANNELLO SOLARE TERMICO DELLA SUNPLANETENERGY DA 200LITRI E FUNZIONANO ALLA GRANDE. L'HO COMPRATO SU INTERNET (EBAY) E MI HANNO SPEDITO TUTTO A CASA SU BANCALE. SONO STATI MOLTO GENTILI NEL DARE ASSISTENZA TECNICA TELEFONICA DURANTE L'INSTALLAZIONE. OLTRETUTTO PER QUELLO CHE MI SONO COSTATI (529€) ME LO RIPAGO IN UN PAIO DI MESI. :lol:

ANCHE IO HO UN' ESPOSIZIONE A SUD OVEST MA TI ASSICURO CHE RIESCO AD AVERE TANTA ACQUA CALDA. :wink:

PER QUELLO CHE HO CAPITO QUESTO PANNELLO DELLA SUNPLANETENERGY ADOPERA UNA CENTRALINA ELETTRONICA CHE AUMENTA I RENDIMENTI, SI TRATTA DI UNA CENTRALINA PROGRAMMATA DA LORO, QUESTO TI DA UN OTTIMO SPUNTO ANCHE NEL PERIODO INVERNALE, E' UN SISTEMA MOLTO ECONOMICO E L'ACQUA CALDA è GARANTITA. SONO DEI SISTEMI INNOVATIVI E ANCHE LA QUALITA' è OTTIMA, IL SISTEMA è' A CIRCOLAZIONE NATURALE VASO APERTO IN PRATICA ALL'INTERNO DEL RECIPIENTE NON C'è PRESSIONE E L'ACQUA POI SCENDE PER CADUTA FINO ALLE UTENZE. HO AGGIUNTO SUCCESSIVAMENTE UNA POMPA AUTOCLAVE PER PANNELLO SOLARE TERMICO ( COMPRATA SEMPRE DA LORO ) IN MODO DA AVERE MAGGIORE PRESSIONE POICHè LA DISTANZA TRA IL PANNELLO E LA MIA ABITAZIONE è CIRCA 5 METRI. :D :D

IN POCHE PAROLE LA POMPA SI ATTIVA QUANDO IO APRO IL RUBINETTO DI ACQUA CALDA PER DISATTIVARSI NON APPENA LO CHIUDO :P

FACCI SAPERE !!!

ENJOY LIFE !! :P


Torna a “Solare Termico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti