Ristrutturazione con integrazione solare termico

Domande sulle soluzioni impiantistiche e le migliori pratiche del solare termico.

Moderatori: sergio&teresa, paolo

Luca70
Messaggi: 6
Iscritto il: lun gen 16, 2017 7:24 pm

Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda Luca70 » mar gen 17, 2017 1:23 am

Salve, nuovo del forum con conoscenze tecniche molto scarse. Facendo ricerche sul web, ho incrociato PORTALSOLE con diverse tipologie di impianti visionabili online ed ho visto che esiste la possibilità di integrare il riscaldamento con il solare termico. In allegato la posizione della mia abitazione che mi sto accingendo a ristrutturare, zona climatica E gradi-giorno 2800. La casa ha una metratura di circa 180mq suddivisi in 50 per la zona giorno al piano terreno, 50 mq primo piano per la zona notte e i restanti 80 per la parte interrata fra box, tavernetta e locale tecnico.Il grado di isolamento è scarso e attualmente è dotata di un impianto di riscaldamento tradizionale con termosifoni e caldaia non a condensazione. Ho sentito due professionisti che entrambi mi hanno detto che in fase di ristrutturazione sarò obbligato ad integrare solare termico, fotovoltaico o biomassa.
Il primo mi ha consigliato di lasciare l'impianto tradizionale a termosifoni, sostituendo la caldaia attuale con una a condensazione e integrarla con una caldaia a legna tipo questa da 24 KW
http://www.mescolicaldaie.it/product/ca ... pirazione/
abbinata ad un puffer di 1000 litri.
Il secondo professionista mi ha consigliato di sostituire l'attuale sistema di riscaldamento con uno a pavimento radiante alimentato da una caldaia a condensazione da 33 KW e integrare il tutto con un impianto solare termico per riscaldamento e acqua sanitaria con 2 puffer da 500 litri
In base alle vostre conoscenze gradirei avere un vostro prezioso aiuto. Da profano mi sembrano entrambe delle buone soluzioni, ma non so su quale orientarmi. Per motivi economici non posso fare entrambe le cose. Logicamente vorrei orientarmi sulla soluzione che mi consentirebbe un risparmio a lungo termine e possibilmente un più veloce rientro delle spese affrontate. Per quanto riguarda il solare termico a vostro giudizio come dovrebbe essere dimensionato l'impianto per consentire un reale supporto al pavimento radiante? Di che tipo di impianto necessiterei? Infine, considerata la posizione della falda non a sud pieno è consigliabile un impianto solare? se si è più indicato un posizionamento sulla falda sud-est o sud-ovest? Grazie per l'attenzione. Luca
Allegati
position.png
(72.17 KiB) Mai scaricato

Luca70
Messaggi: 6
Iscritto il: lun gen 16, 2017 7:24 pm

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda Luca70 » mar gen 17, 2017 6:56 am

...continuando a leggere pagine e pagine sul forum ho letto problematiche riferite ad impianti a pavimento, caldaie a condensazione sovradimensionate...tanta è la paura di intraprendere la strada sbagliata. Considerando sempre lo scarso isolamento "C" esistono altre soluzioni (FTV, PDC per il riscaldamento a pavimento o altro) rispetto a quelle che mi sono statebprospettate per risparmiare sui costi del riscaldamento riscaldamento? Ho chiesto lumi al vicino ( la porzione della casa gemellare peggio esposta rispoetto alla mia di cui ho allegato la foto) mi dice che la sua spesa di gas annuale è di circa 2400 annui. Grazie

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda fcattaneo » mar gen 17, 2017 9:07 am

E fai bene ad avere paura... c'e' ingiro una incompetenza incredibile su queste cose..

Per esempio mettere una caldaia a condensazione da 33 Kw su una normale casa con riscaldamento a pavimento è da gente che non sa NULLA!!!

Anche la soluzione di una 24 con puffer da 1000 Lt è una soluzione che permette di incrementare i consumi e i costi rispetto ad una semplice caldaia a condensazione.

Il mio suggerimento è semplice... metti un sistema ibrido PDC/Caldaia ( ti suggerisco caldamente il sistema Hybrid di Daikin/Rotex che è monitorato in 2 impianti on-line.)

Costa poco, offre un risparmio vero e tangibile, soddisfa i requisiti di legge sull'energia rinnovabile dato che alla caldaiaa condensazione è abbinata una PDC.

A questa macchina poi abbini un impianto fotovoltaico da 3 Kw...

Il solare termico sulla tua falda va bene per produrre sola ACS, x riscaldamento ci fai pochissimo; ma mettendo una PDC non ti serve; meglio il fotovoltaico che è piu certo nei risultati.

Leggi di esperienze simili :

viewtopic.php?f=5&t=1174

viewtopic.php?f=6&t=1120

Luca70
Messaggi: 6
Iscritto il: lun gen 16, 2017 7:24 pm

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda Luca70 » mar gen 17, 2017 1:40 pm

Grazie fcattaneo, grazie mille per la sollecita risposta. Questa mattina il tecnico ci ha ricontattati perchè ha fretta di cominciare i lavori, sfortunatamente non avevo ancora letto la tua risposta. Nel descrivere le parti che dovrebbero comporre il riscaldamento a pavimento, parlava anche lui di testine e termostati di zona. Nella risposta che mi hai dato nel secondo link si parlava proprio di cio! Sono ancora in tempo, dovrei dirgli dimmi se sbaglio che non voglio ne i termostati di zona ne le testine. Abbiamo parlato anche del fatto che avrebbe dovuto mettere una apparecchiatura per fare lavorare a temperatura più elevata il termoarredo del bagno. Cosa devo dirgli al riguardo. Ho capito che il riscaldamento a pavimento NON deve spegnersi una volta acceso e che quindi le valvole/termostati di zona (sono la stessa cosa?) non devono esserci, così come le testine. Come devo chiedere sia eseguito un impianto semplice ed efficiente senza che vengano incluse apparecchiature non indispensabili che complicherebbero il tutto? Vorrei iniziare anche io i lavori senza che si incaponisca su inutili gingilli e accessori che mi fanno solo lievitare i costi Grazie Fcattaneo.
Ultima modifica di Luca70 il mar gen 17, 2017 1:56 pm, modificato 1 volta in totale.

Luca70
Messaggi: 6
Iscritto il: lun gen 16, 2017 7:24 pm

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda Luca70 » mar gen 17, 2017 1:50 pm

Quando sicuramente obietterà vorrei essere preparato....nel post del 2015 scrivevi."

All'inizio si imposta una curva che dipende dal tipo di impianto e poi si aprono tutti i circuiti del pavimento al massimo.. Si osserva la temperatura in casa dopo almeno 48 ore... si misura la temperatura del locale che si vuole piu' caldo e se questa è magggiore deklla temperatura desiderata ( 20 gradi ) si abbassa la curva climatica.. e cosi via fino a quando la T di quel locale arriva a 20.

Una volta trovato questo punto si riduce la temperatura degli altri locali agendo sulla regolazione della portata dei singoli circuiti ... la regolazione si deve fare con calma e solo l'utente puo farla davvero bene.....

Così ho capito che bisogna regolare il riscaldamento a pavimento, ma la curva di cui parli che cosa è come si imposta cosa devo dirgli?

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda fcattaneo » mar gen 17, 2017 6:59 pm

La curva ' un parametro che si imposta nella caldaia... serve a regolare la temperatura di mandata in proporzione alla T esterna che la caldaia misura tramite una apposita sonda installata a Nord.

TUTTE le caldaie a condensazione hanno questa possibilita'... pero molti somari non la montano nemmeno e regolano la caldaia a punto fisso ; cioè la caldaia produce acqua ad una temperatura fissa , indipendentemente dalla temperatura esterna.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda fcattaneo » mar gen 17, 2017 7:08 pm

fcattaneo ha scritto:La curva ' un parametro che si imposta nella caldaia... serve a regolare la temperatura di mandata in proporzione alla T esterna che la caldaia misura tramite una apposita sonda installata a Nord.

TUTTE le caldaie a condensazione hanno questa possibilita'... pero molti idraulici non la montano nemmeno e regolano la caldaia a punto fisso ; cioè la caldaia produce acqua ad una temperatura fissa , indipendentemente dalla temperatura esterna.

Luca70
Messaggi: 6
Iscritto il: lun gen 16, 2017 7:24 pm

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda Luca70 » ven gen 20, 2017 3:51 pm

1) Mi consigli soluzione ibrida Rotex per riscaldamento radiante anche senza accumulo?
2) Una curiosità da incopetente, ma se le pompe di calore diminuiscono il loro rendimento quando la temperatura diventa molto rigida perché non vengono installate in locali più protetti e temperati come box e locali tecnici anziché all'esterno? Grazie

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda macintown » ven gen 20, 2017 6:09 pm

io ho da poco messo la ibrida daikin rotex ed ho i termosifoni in ghisa , sto aspettando di mettere in funzione anche 3 fancoil, e devo dire che funziona funziona solo che al momento mi sta lavorando a temperature di mandata alte ( 50 gradi ) ed interviene spesso la caldaia ad integrare. ci vuole un po per capire il reale funzionamento e a me hanno impostato una curva climatica "sbagliata" cioè con valori troppo alti ( 57 gradi di default )

devo dire che lavorando a queste temperature ha un discreto consumo giornaliero , tra 1 e 2 kwh in media , che compenso con un impianto fotovoltaico da 10 kw ,ma questo perché ho gia consumi elevati annui a casa mia, che mi consente di auto consumare circa il 60% di quello che produco in questo periodo e immettere in rete il resto.

forse a te un impianto fotovoltaico da 3 kwh potrebbe anche bastare dato che la ibrida ti lavora a temperature più basse. devi vedere la tua bolletta per trovare il giusto equilibrio.
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1654
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda fcattaneo » ven gen 20, 2017 8:49 pm

Luca70 ha scritto:1) Mi consigli soluzione ibrida Rotex per riscaldamento radiante anche senza accumulo?
2) Una curiosità da incopetente, ma se le pompe di calore diminuiscono il loro rendimento quando la temperatura diventa molto rigida perché non vengono installate in locali più protetti e temperati come box e locali tecnici anziché all'esterno? Grazie


1 Si, la ibrida si puo mettere anche senza ccumulo... è necessario che nel circuito ci siano almeno un 100 di Lt di acqua e nel caso dei termosifoni o dei fancoil questo è improbabile; di conseguenza occorre installare un polmone di circa 80-100 Lt che abbia lo scopo di aumentare la quantita di acqua nel circuito; questo polmone meglio installarlo sulla linea di ritorno dal riscaldamento prima di entrare nella ibrida.

2) No.. il locale diventerebbe quasi immediatamente una ghiacciaia e la PDC non renderebbe quanto dovuto..


macintown ha scritto:...
... solo che al momento mi sta lavorando a temperature di mandata alte ( 50 gradi ) ed interviene spesso la caldaia ad integrare. ci vuole un po per capire il reale funzionamento e a me hanno impostato una curva climatica "sbagliata" cioè con valori troppo alti ( 57 gradi di default )



La curva climatica devi imparare a programmarla tu... fai funzionare la ibrida per piu tempo possibile a T basse e avrai una resa molto alta.
Guarda come funzionano gli impianti con ibrida on line.. in particolare quella di Sergio che lavora su termosifoni.


F.

stefano73
Messaggi: 62
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Ristrutturazione con integrazione solare termico

Messaggioda stefano73 » dom gen 29, 2017 7:06 am

Ciao Luca,
ho letto i tuoi interventi e posso affermare che i tuoi "dubbi" erano gli stessi che avevo io un paio di anni fa quando ho cominciato a ristrutturare quella che ora e' la casa dove abito; anche i "suggerimenti" dei vari tecnici erano piu' o meno gli stessi...
Io mi sono impuntato letteralmente con loro e mi sono fatto fare l'impianto senza nessun ammenicolo aggiuntivo: caldaia a consensazione, collettori e spire nel pavimento. No extra pompa, no circolatore, no testine e no termostati. L'idraulico (che peraltro mi ha fatto un ottimo lavoro) sosteneva che il sistema non avrebbe funzionato e gli ho quasi dovuto firmare una "manleva" di responsabilita'; semplicemente molti tecnici continuano a lavorare come "si e' sempre fatto". Da novembre ho acceso il riscaldamento e, sebbene sia ancora senza sonda climatica (ormai la metto per il prox inverno), il tutto funziona alla grande senza nessun consumo di corrente inutile e sprecato. L'unica accortezza, mi sono fatto predisporre le canaline nei muri per i termostati e i collegamenti tra testine e caldaia piu' che altro per un eccesso di zelo nel caso un futuro acquirente della casa volesse installarle e fatto solo perche' a costo zero!!
Purtroppo si e' avverato quanto dice Fabrizio ossia che la caldaia sembra essere sovradimensionata ma io avrei avuto anche problemi ad installare l'unita' esterna di una PDC; inoltre il termotecnico che ha fatto il progetto avra' sicuramente sovradimensionato il sistema perche' "se ci sara' caldo spegnera' il riscaldamento ma se ci sara' freddo mi denuncia" pensiero che purtroppo hanno molti di questi tecnici; casa mia ha pochissime porzioni di muro che danno direttamente all'esterno (ho case dei vicini riscaldate) e su quei pochi metri ho messo il cappotto esterno quindi le dispersioni sono limitate.
Comunque primi mesi di accensione, primo inverno e quindi ampi spazi di miglioramento nelle regolazioni e nella gestione considerando anche che il programma e' di integrare con solare termico. Se hai bisogno di ulteriori info chiedimi pure.
Ciao
Stefano


Torna a “Solare Termico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti