Pagina 1 di 1

Solare termico o pdc?

Inviato: gio ago 17, 2017 2:59 pm
da doc1812
Salve a tutti. Volevo chiedere, essendo nuovo del sito, che cosa potrebbe fare al mio caso. Premetto che la mia casa è una villetta isolata di circa 100 mq, cappottata con isolante di 8 cm sulle pareti e 10 cm di lana di roccia sul sottotetto, infissi in legnalluminio, con vetrocamera. Impianto termico di casa con termosifoni in alluminio. Sul tetto c'è un impianto ftv da 4,6 kw; casa riscaldata d'inverno da una caldaia a fiamma rovescia a legna. Per l'ACS ho un boiler Cordivari Interka da 200 lt ad intercapedine, d'inverrno collegato alla caldaia, d'estate acqua riscaldata con una resistenza elettrica da 1,5 kw. La casa è ubicata in collina, a 775 metri s.l.m, clima montano, in provincia di Catanzaro, zona presila. Adesso chiedo, che cosa è conveniente per l'integrazione del riscaldamento, una pdc Daikin da 8 kw a bassa temperatura (o altra pdc) o un solare termico? Ho visionato vari hit di solare termico su internet. I miei dubbi sono che la pdc mi scalda l'acqua max a 55°; andrà bene per impianti ad AT e quali sono i consumi della pdc (media oraria)? Oppure scegliere un solare termico, che possa integrare il riscaldamento, con bassi consumi di energia elettrica, quindi anche la poca produzione del ftv potrebbe sostenere l'impianto stesso, durante i periodi più freddi dell'anno (novembre-marzo)? Grazie a chi mi può dare dei consigli.

Re: Solare termico o pdc?

Inviato: ven ago 18, 2017 9:09 am
da fcattaneo
Se hai gia il FV non ha senso mettere anche il solare termico soprattutto se pensi di mettere una PDC.

Nel tuo caso io metterei una Daikin Compact BIV da 6-8 Kw che è una macchina che permette l'interfacciamento ad una caldaia a legna, mantenendo la regolazione climatica ANCHE quando funziona la caldaia a legna... e questo sistema di interfaccia non necessita un tecnico evoluto e capace ( rarissimi!!! ) perché è pre assemblato e funzionante.

Se metti quella macchina puoi anche eliminare il tuo boiler da 200 Lt dato che la Compact farà anche ACS oltre che gestire il riscaldamento con legna/PDC.

Il concetto che scalda l'acqua 'solo' a 55 gradi perdonami ma è una grossa sciocchezza.... i termosifoni in regime di funzionamento continuo emettono calore sufficiente ANCHE a bassa temperatura.

Per farti un esempio, a casa mia ( pianura Padana ) ho i termosifoni in alluminio e la casa è classificata in classe D, faccio funzionare i termosifoni h24 e questi raggiungono la T di 42 gradi quando fuori siamo a zero.
Nella tua situazione di zona climatica mite e casa maggiormente coibentata non ha senso parlare di alta T nei termosifoni.

..se oggi ti scaldi con acqua a 60 gradi è probabile che i termi funzionano 1 ora al gg massimo.
( con buona pace Xi consumi e comfort ).

F.

Re: Solare termico o pdc?

Inviato: ven ago 18, 2017 9:12 pm
da doc1812
Grazie per il consiglio. Potresti dirmi, se è in tuo possesso, i consumi elettrici di questa pdc, che mi hai segnalato. Avevo pensato al solare termico, perchè un installatore dalla mie parti, mi ha detto che la pdc a BT non va bene con i miei terminali, che funzionano a AT. Inoltre, ti chiedo un consiglio: il mio riscaldamento, regolato con mandata a 60°, il ritorno per le prime due o tre volte si aggira intorno ai 53/54°, poi la pompa non stacca più. La temperatura è regolata, all'interno della casa, da un termostato, posizionato sui 18/20°. E' vero che ho poco scambio termico e che, in queste condizioni, la caldaia funziona male? E, allora, quale potrebbe essere un funzionamento ottimale della caldaia? E se mettessi la monobloc di 6/8 kw della Daikin, a BT con un puffer da 500 lt, che funziona da volano termico, facendo sì che a dialogare con la caldaia sarebbe il puffer e non più l'impianto di riscaldamento, sarebbe una buona idea oppure è una str.....ata? Grazie per la risposta.

Re: Solare termico o pdc?

Inviato: sab ago 19, 2017 7:38 am
da fcattaneo
I consumi elettrici dipendono dal consumo termico della casa e non dalla macchina.. una casa che consuma molto fara consumare molto anche una piccola PDC... mentre una casa che consuma poco fara consumare poco anche una grande PDC.

Se un ''tecnico'' ti ha detto che una PDC in BT non va bene per i termosifoni significa che non è un esperto... non farei fare un impianto cosi complesso da chi parte gia con un handycapp di questo tipo.

I termosifno sono dei termionali in AT SOLAMENTE se si mantiene la regolaziioen tramite termostato On/Off.. in climatica vanno anche a temperature molto piu basse ( per es. a casa mia in pianura padana ai termosifoni arriva acqua a 40 gradi quando fuori ci sono zero gradi!! )

Ti consiglio di leggere questi 2 brevi articoli che ti chiariscono questo concetto :

http://www.portalsole.it/sezione.php?d=42
http://www.portalsole.it/casaenergia/te ... zione.html

Il volano termico su una PDC è una gran sciocchezza.... la PDC deve lavorare in diretta all'impianto ed un eventuale accumulo va messo al limite sul ritorno perche la PDC deve inviare acqua al riscaldamento ad una temperatura dipendente dal clima e MAI fissa .
Si puo fare questo circuito con una monobloc ma richiede MOLTA esperienza e capacita, mentre con una COmpact hai gia tutto fatto e funzionante in modo indipendente dalla competenza dell'installatore.

F.

Re: Solare termico o pdc?

Inviato: sab ago 19, 2017 9:32 am
da GuglielmoElT
Si puo fare questo circuito con una monobloc ma richiede MOLTA esperienza e capacita

Un esempio di schema realizzabile attualmente si potrebbe avere?

Re: Solare termico o pdc?

Inviato: sab ago 19, 2017 10:22 am
da doc1812
Grazie della puntuale e circostanziata risposta. Dunque, col mio impianto ftv e la mia casa cappottata potrei comprare una Compact da 6 o da 8 kw. In alternativa, trovando un buon installatore, potrei optare per la monoblocco da 7 kw.