Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Domande sulle soluzioni impiantistiche e le migliori pratiche del solare termico.

Moderatori: sergio&teresa, paolo

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1630
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda fcattaneo » lun nov 16, 2009 8:22 pm

Plick ha scritto:Al termine di una giornata soleggiata e quindi con produzione di acqua calda solare, l'acqua dell'impianto di riscaldamento rimane fredda, si riscaldano solo i collettori.
Nella notte e al mattino l'impianto funziona regolarmente...


Non e' necessariamente una condizione che evince un problema... se infatti e' attiva l'integrazione al riscaldamento il calore potrebbe essere stato usato e non accumulato durante il giorno.

..difficile fare diagnosi cosi..

Ciao,
F.

Plick
Messaggi: 17
Iscritto il: lun dic 01, 2008 9:20 am

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda Plick » ven nov 20, 2009 10:26 pm

Chiedo scusa, non mi sono spiegato bene
L'impianto rimande freddo anche a caldaia inserita.

Grazie alla mia tenacia e a quella dell'installatore che inizia a farne una questione di principio (nasce cosi la professionalità...) abbiamo scoperto che la valvola a tre-vie era montata al contrario...i guru della Paradigma naturalmente non se ne sono accorti...


Immagine



Non voglio ancora tediarvi con un caso personale, ma penso che quest'ultima considerazione abbia un interesse generale.

Perche' la mia caldaia scalda l'acqua di un bollitore fino a 50 - 60 gradi se poi questa viene raffreddata con la tre-vie fino a 30 e mandata cosi' nell'impianto ? Non sarebbe meglio mandare in caldaia il ritorno dell'impianto a 25 gradi invece di prendere quella dal bollitore che arriva a 45 e quindi aumentare il rendimento della mia caldaia a condensazione ?

A me sembra che sia sbagliato il principio di funzionamento di una caldaia che scalda il bollitore invece di integrare. Mi piacerebbe tanto che qualcuno mi spiegasse la validità e la convenienza economica di questo sistema (risparmio 5 e perdo 5 ineff. di sistema per mancanza di sbalzo termico necessario alla condensazione). Se li fanno cosi' ci avranno pure pensato....o no ?

Caro Tito, anche per il solo sanitario devi aspettare 10-11 anni per ammortizzare per poi risparmiare 200 euri all'anno. Se trovi BTP a 15 anni al 5 % fai un affare.....ops, questa volta mi bannano....

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1769
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda sergio&teresa » ven nov 20, 2009 11:20 pm

Plick ha scritto:Perche' la mia caldaia scalda l'acqua di un bollitore fino a 50 - 60 gradi se poi questa viene raffreddata con la tre-vie fino a 30 e mandata cosi' nell'impianto ? Non sarebbe meglio mandare in caldaia il ritorno dell'impianto a 25 gradi invece di prendere quella dal bollitore che arriva a 45 e quindi aumentare il rendimento della mia caldaia a condensazione ?


Naturalmente si!

Plick ha scritto:A me sembra che sia sbagliato il principio di funzionamento di una caldaia che scalda il bollitore invece di integrare. Mi piacerebbe tanto che qualcuno mi spiegasse la validità e la convenienza economica di questo sistema (risparmio 5 e perdo 5 ineff. di sistema per mancanza di sbalzo termico necessario alla condensazione). Se li fanno cosi' ci avranno pure pensato....o no ?


Il ritornello che sento e leggo spesso è che "così la caldaia lavora sempre al massimo rendimento". Per me lavora sempre e basta...

Plick ha scritto:Caro Tito, anche per il solo sanitario devi aspettare 10-11 anni per ammortizzare per poi risparmiare 200 euri all'anno. Se trovi BTP a 15 anni al 5 % fai un affare.....ops, questa volta mi bannano....


Ma no, perchè? Mica hai consigliato Lehman Brothers...
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Avatar utente
Tito
Messaggi: 11
Iscritto il: mar gen 20, 2009 1:34 pm

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda Tito » sab nov 21, 2009 11:43 pm

Ciao Plick
sempre preciso e competente nei tuoi interventi.
Per i pochi (spero) e sfortunati acquirenti Paradigma sei sicuramente un riferimento.

Plick ha scritto:.....Se trovi BTP a 15 anni al 5 % fai un affare......

Quel che dici è vero oggi ma proiettiamoci tra 15 anni: quanto costeranno gas e corrente? E l'inflazione, si manterrà sempre a questi livelli? Sicuramente no!

Il sole, invece, avra' sempre lo stesso prezzo!

La soddisfazione poi....
...un bel prato davanti casa costa e non rende niente però si fa lo stesso!

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1630
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda fcattaneo » dom nov 22, 2009 7:50 pm

Tito ha scritto:Ciao Plick
sempre preciso e competente nei tuoi interventi.
Per i pochi (spero) e sfortunati acquirenti Paradigma sei sicuramente un riferimento.



.. Mi sembra un giudizio eccessivamente severo..
Del resto Plick aveva la 3 vie montata in modo errato e quindi l'impianto non poteva funzionare correttamente.
Credo che l'installatore ha avuto un ruolo decisivo nell' insuccesso dell'impianto.

Speriamo che ora abbia risolto ;-)

Ciao,
Fabrizio.

Avatar utente
Tito
Messaggi: 11
Iscritto il: mar gen 20, 2009 1:34 pm

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda Tito » dom nov 22, 2009 9:42 pm

fcattaneo ha scritto:.. Mi sembra un giudizio eccessivamente severo..

Il giudizio nasce dalla storia dell'impianto Paradigma dello sfortunato ma tenace Plick
che ha da se risolto gran parte dei malfunzionamenti, e certamente non grazie all'assistenza Paradigma!

franco.g.
Messaggi: 1
Iscritto il: mer dic 09, 2009 9:37 am

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda franco.g. » mer dic 09, 2009 10:10 am

Salve, mi sono appena iscritto al vostro forum e curiosando ho notato che molti di voi hanno avuto problemi con impianti senza etil-glicole.
Premetto che NON SONO UN IDRAULICO, e che di questioni tecniche ne capisco poco, volevo tuttavia riportarvi la mia esperienza:
Avendo una casa da 120 mq su 2 livelli con riscaldamento a pavimento volevo abbattere i costi per il riscaldamento (posseggo una caldaia a gas non proprio efficientissima) così mi sono rivolto ad una ditta (Solarkup)che aveva realizzato anche un impianto ad un nostro amico il quale ce la ha consigliata caldamente.

Questa ditta fornisce dei pannelli un po' strani come aspetto(quelli che ho messo si installano in verticale, cosa che non avevo mai visto, io li ho fatti posizionare sulla ringhiera di cinta che guarda all'esterno, a sud, nascosti dall'interno dalla siepe, visto che sono 3X1m).
Inoltre sono pannelli che non usano antigelo, ma scaldano l'acqua dell'acquedotto, in questo modo, hanno potuto attaccarli direttamente al riscaldamento a pavimento usando lo stesso come accumulo (circa 1mq di accumulo di calore ogni 10 mq di pavimento), non ho neanche dovuto comperare una pompa supplementare, funziona tutto con la pompa del riscaldamento a pavimento.

Ero un po' scettico, e parlando con altre persone che avevano impianti completamente differenti temevo di aver buttato via i 4700 euro dell'installazione.

tuttavia alla prima bolletta invernale mi son dovuto ricredere, invece dei 674,3 euro (escluse le tasse)dell'anno prima avevo speso solo 94,7!!!! HO RISPARMIATO QUASI L'85%!!!!!!
e soprattutto con soli 12vmq di pannello che neanche si notano sulla casa!!!

Ho controllato le letture del contatore perchè non ci credevo, era tutto corretto e il risparmio si è confermato con leggere variazioni per tutto il periodo invernale.

visti i risultati ho installato quest'anno anche il sistema per l'acqua calda sanitaria.
per questi ho aggiunto un altro pannello alla siepe ed mi hanno installato degli accumuli in caldaia, costo totale chiavi in mano 4130 euro.
Vedremo in bolletta se anche questo ne vale la pena, intanto comunque sul termometro messo sulle tempreature di ritorno dal pannello(messo dagli installatori)l'acqua arriva agli accumuli a 47°C, quindi fa ben sperare.

se a qualcuno dovesse interessare contattare questa piccola ditta, che a quanto dicono produce e vende direttamente al pubblico, il sito è http://www.solarkup.com

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1630
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda fcattaneo » mer dic 09, 2009 6:21 pm

franco.g. ha scritto:
tuttavia alla prima bolletta invernale mi son dovuto ricredere, invece dei 674,3 euro (escluse le tasse)dell'anno prima avevo speso solo 94,7!!!! HO RISPARMIATO QUASI L'85%!!!!!!
e soprattutto con soli 12vmq di pannello che neanche si notano sulla casa!!!



Ciao Franco,
purtroppo un risparmio del genere e' impossibile che sia da imputare alla produzione solare, perche e' molto al di la delle possibilita fisiche del nostro astro.

Considera che un impianto solare che produca ACS e integrazione al riscaldamento puo al massimo produrre ( ma si tratta di un valore veramente ottimistico ) 800 Kwh di energia ogni Mq. di collettore installato.
Se l'impianto fa solo integrazione al riscaldamento ( come mi sembra faccia il tuo ) al massimo arriviamo a 350 Kwh pr ogni Mq. di pannello installato.

Considerando che ogni MC. di metano costa 1 euro ( dato esagerato ) e produce 10Kwh di energia, il tuo impianto puo produrre al massimo (350/10) X 12 X 1 = 420 euro/anno .

Se fosse dimensionato per produrre anche l'ACS in estate con gli stessi collettori, la producibilita specifica massima teorica salirebbe a 800 kwh/Mq. e ti consentirebbe di produrre :

(800/10) X 12 X 1 = 960 euro/anno .



franco.g. ha scritto:Avendo una casa da 120 mq su 2 livelli con riscaldamento a pavimento volevo abbattere i costi per il riscaldamento (posseggo una caldaia a gas non proprio efficientissima)


Se vuoi risparmiare devi cambiare la caldaia e metterne una piu' efficiente o eventualmente una PDC.

Ciao,
Fabrizio.

Plick
Messaggi: 17
Iscritto il: lun dic 01, 2008 9:20 am

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda Plick » ven mar 05, 2010 3:47 pm

... :lol: :lol: :lol: chiedete all'oste quanto e' buono il suo vino ? :roll:

Plick
Messaggi: 17
Iscritto il: lun dic 01, 2008 9:20 am

Re: Pannelli sottovuoto senza glicole, bollit. a stratificazione

Messaggioda Plick » sab nov 27, 2010 8:31 am

....ora che ho anche i pannelli fotovoltaici (questi rendono !!) mi piacerebbe sfruttare la corrente in eccesso per scaldare il bollitore.. Pensavo a una resistenza, ma, visti i precedenti, ho il terrore di farmi avvicinare da un uomo Paradigma.....

Lorenzo
Messaggi: 20
Iscritto il: mar dic 05, 2017 3:18 pm

Re: Problema Pannelli sottovuoto con glicole catramizzato

Messaggioda Lorenzo » gio mar 01, 2018 7:47 am

Buongiorno,riparto da questa discussione,perchè mi sembra più vicina al mio problema.
Vi spiego il problema che ho riscontrato e vorrei sapere da voi se qualcuno è riuscito a trovare una soluzione.
Dopo anni di tecnici paradigma passati dal mio impianto,collettori Paradigma con tubi sottovuoto CPC Azzurro 21+14 ,serpentine in rame,sono riusciti solo adesso a fare emergere che il problema della bassissima resa ,sia il fatto che inizialmente caricati con glicole,questo si sia rappreso e abbia ostruito le serpentine di passaggio dell'acqua.
Io ho trovato in prodotto Sentinel R200,che è un disincrostante per questi tipi di problema,ma non ha migliorato molto la resa nonostante tutto.

Adesso mi sono deciso a smontarlo per vedere se è fattibile fare qualcosa ,prima di andare ad acquistare nuove rastrelliere per lo più in acciaio adesso.

Domando, qualcuno si è trovato a questo tipo di problema ,risolvendo e trovando una soluzione per poter sciogliere il glicole catramizzato e indurito all'interno delle serpentine?
grazie. :)


Torna a “Solare Termico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti