Modifica dimensione carattere
Oggi è ven ott 24, 2014 11:50 pm


Scrivi un nuovo argomentoRispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 13 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: mer ago 04, 2010 3:18 pm 

Iscritto il: mar ago 03, 2010 5:22 pm
Messaggi: 19
buongiorno a tutti;
vorrei installare un impianto solare termico, integrando al riscaldamento a termosifoni una caldaia rotex.

premesso che abito a treviso in condominio, l'esposizione della tetto è a sud-est, che l'appartamento è sviluppato su due piani, app+sottotetto, e la caldaia attuale è un'ariston da "cantiere" posta in esterno su terrazzino riparato dalla falda del tetto,

ho bisogno che una buon'anima mi dica che tipo di impianto far montare, pannelli, caldaia, valvole termostatiche ed eventuali altre migliorie necessarie

tenete conto che tra tutti i topic che ho letto negli ultimi mesi, ho partorito solo che l'impianto dovrà essere obbligatoriamente a svuotamento; di valvole, ritorni, ecc. ecc. non ci riesco a capire proprio nulla..... :evil:

Vi ringrazio di cuore
Massimo

_________________
Massimo


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: mer ago 04, 2010 9:52 pm 
Avatar utente

Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm
Messaggi: 1355
Benvenuto Massimo.

Intanto, quel "sud-est" quanto "est" è? A est il sole finisce presto, per questo te lo chiedo.

Riguardo al tipo di impianto, hai già avuto modo di guardare la descrizione e il funzionamento del mio? Segui pure il link in firma, lì c'è scritto tutto quello che ho installato, e il sinottico ti mostra praticamente tutto.

A isolamento come stai? A quanto fai andare adesso il circuito del riscaldamento?

Ciao :wink:
Sergio

_________________
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: gio ago 05, 2010 5:01 pm 

Iscritto il: mar ago 03, 2010 5:22 pm
Messaggi: 19
Mille grazie Sergio!

Allora la posizione è questa 45° 38' 35" N 12° 17' 26" E -
sono le indicazioni che ho ricavato da google hearth.....

poi i muri perimetrali sono in blocchi isotex
il sottotetto era in laterocemento rivestito di cartongesso con stiferene densità 350 da 35
non so dirti la temperatura di mandata se non che le manopoline dell'acqua e dei radiatori sono a metà esatta della scala...

poi vorrei sostituire i serramenti con modelli in pvc e vetro basso emissivo (mi pare si dica così)

la mia idea era quella di far installare il solare termico da integrare alla ACS ed eventualmente ai radiatori
dico eventualmente perchè mi hanno detto che non avendo riscaldamento a pavimento è difficoltoso studiare una soluzione con caloriferi tradizionali e caldaia a condensazione; tra l'altro ho appartamento su 2 piani, in condominio e caldaia esterna su terrazzino.

ho visto che hai potuto dedicare un locale al sanicube, caldaia ecc, ma nel mio caso penso di non starci con le dimensioni;
ma il sanicube fa rumore quando lavora??
quali sono i motivi tecnici di installazione che sconsigliano il lavoro?

grazie di tutto Sergio

_________________
Massimo


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: gio ago 05, 2010 9:33 pm 

Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:17 pm
Messaggi: 11
Località: Brescia
ciao

Ho installato un GSU520 con 3 pannelli V26 esposti a sud-est, ho il riscaldamento tradizionale in una casa con un isolamento che rientra in classe E, la casa è a schiera di testata, dunque tre lati scoperti, si trova nel comune di Brescia, come già anticipato è molto importante l'isolamento della casa.
Posso dirti che nel periodo di inizio autunno e fine inverno inizio/primavera il riscaldamento funziona solo con il pannelli e ne sono soddisfatto, se tornassi indietro però metterei 4 pannelli, cosa che consiglio. se si vuole sfruttare l'impianto anche per il riscaldamento.
Tengo a precisare che volendo sfruttare il solare per riscaldare casa l'acqua circola nei radiatori ad una temperatura di circa 40°.
Tempo addietro leggevo nel forum che la cosa bella degli impianti Rotex è che se hai un installatore poco competente non può comunque fare danni perchè l'impianto è concepito in modo tale che questo non avvenga; confermo questo avendo provato questa esperienza e leggendomi tutti i manuali mi son tarato l'impianto come desiderato, consiglierei sempre Rotex essendone soddisfatto al 200%, manutenzione nulla, cos'é il glicole, perché dovrebbe ghiacciare la notte in inverno o surriscaldarsi in estate, cose superate con Rotex!!!!!!!!!!!!!!

ciao e buone ferie a tutti, ci risentiamo dopo il 20 d'agosto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: ven ago 06, 2010 9:27 pm 
Avatar utente

Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm
Messaggi: 1355
SATOR ha scritto:
Allora la posizione è questa 45° 38' 35" N 12° 17' 26" E -
sono le indicazioni che ho ricavato da google hearth.....


Se è quella che vedo è a sud pieno, altro che sud-est... :wink:

SATOR ha scritto:
la mia idea era quella di far installare il solare termico da integrare alla ACS ed eventualmente ai radiatori
dico eventualmente perchè mi hanno detto che non avendo riscaldamento a pavimento è difficoltoso studiare una soluzione con caloriferi tradizionali e caldaia a condensazione; tra l'altro ho appartamento su 2 piani, in condominio e caldaia esterna su terrazzino.


Sia io che Fabrizio abbiamo i radiatori, e integriamo il riscaldamento anche con quelli. Con la configurazione in scarico e la caldaia a condensazione regolata climaticamente, se il sole scalda abbastanza il bruciatore non parte, altrimenti la caldaia ci mette quello che manca. Non ci perdi nulla (se non la spesa per il solare), ci puoi solo guadagnare.

SATOR ha scritto:
ma il sanicube fa rumore quando lavora??
quali sono i motivi tecnici di installazione che sconsigliano il lavoro?


Non capisco la seconda domanda. Per quanto riguarda il Sanicube, in quasi tutti gli stadi di modulazione la pompa del solare è molto silenziosa: se qualche stadio risulta più rumoroso per via di qualche risonanza, si può escludere. Comunque è molto più rumorosa una lavatrice... :wink:

D'accordo al 100% con quanto ha scritto Abra, tranne il fatto che la GSU non si può usare con la configurazione in scarico, e dunque potendo io installerei una caldaia a condensazione separata dal Sanicube.

Ciao
Sergio

_________________
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: mar ago 10, 2010 7:02 pm 

Iscritto il: mar ago 03, 2010 5:22 pm
Messaggi: 19
chiedevo del rumore perchè:
ho la caldaia a metano in nicchia sul terrazzino esterno ed il tecnico mi ha detto che oltre a cambiarla per incompatibilità tecnica, non può mettere il sanicube fuori all'aperto

quindi devo posizionarlo nel sottotetto comune al condominio (non isolato) oppure dentro casa mia sempre nel sottotetto, e qui sorge la domanda sul rumore....

in ordine a scendere (tetto/sottotetto/appart) ci sarebbero i pannelli, il sanicube e la caldaia esterna....

Quindi vi chiedo consiglio perchè devo farmi fare un preventivo completo:
1 - se abbassiamo la temperatura di mandata dei termosifoni bisogna obbligatoriamente aumentare la superficie radiante per scaldare gli stessi mq?
2 - devo dividere la zona giorno, notte e sottotetto?
3 - devo eliminare il cronotermostato in soggiorno?
4 - il sanicube deve lavorare allo stesso piano della caldaia?
5 - posso metterlo fuori o deve necessariamente stare al caldo?
6 - manca qualcosa di far installare?

Scusatemi per il ritardo ma sto dietro a troppe cose! :mrgreen:



per riassumere:
4 pannelli v26
sanicube 538/16/0
caldaia???? cosa mi consigliate??
caloriferi??

_________________
Massimo


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: mar ago 10, 2010 7:36 pm 
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Messaggi: 1236
SATOR ha scritto:
1 - se abbassiamo la temperatura di mandata dei termosifoni bisogna obbligatoriamente aumentare la superficie radiante per scaldare gli stessi mq?
2 - devo dividere la zona giorno, notte e sottotetto?
3 - devo eliminare il cronotermostato in soggiorno?
4 - il sanicube deve lavorare allo stesso piano della caldaia?
5 - posso metterlo fuori o deve necessariamente stare al caldo?
6 - manca qualcosa di far installare?


1- NO, di solito si aumenta il tempo di funzionamento..... ( nessuno haa in casa i termosifoni che funzionano 24 ore a 60 gradi.. sono in questo caso che non occorre mai si deve aumentare la superficie )

2- Se le zone sono tutte abitate io prediligo il funzionamento tutto in un'unica zona con eventualmente le valvole termostatiche sui termosifoni per regolare meglio i singoi ambienti.

3- i cronotermostati non sono copatibili con le regolazioni climatiche.. a meno di non usare quelli studiati per le caldaie ( oguno ha il suo ) che permettono un aggiustamento della curva climatica in funzione della reale T interna )

4- NO

5- SI, puoi instalalrlo fuori.. proteggilo pero' dall'acqua/sole

Saluti,
F.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: gio ago 12, 2010 11:49 pm 

Iscritto il: mar ago 03, 2010 5:22 pm
Messaggi: 19
Ti ringrazio Fabrizio,
ma ormai sto perdendo le speranze... sono demoralizzato al massimo!!

vi allego le planimetrie dell'appartamento perchè non si trova la soluzione per installare il sistema rotex... :evil: - magari tiri fuori il coniglio dal cappello e mi rendi felice :P

dove ora è segnata la caldaia esterna sul terrazzino a nord non ci sta la gsu520s-e, al max posso mettere un 55cm di profondità
nel sottotetto dovrei posizionarla all'uscita della scala e non è il caso visto che dovrei portare su acqua e gas e fare il camino...

come posso fare per ridurre i miei consumi considerato che in famiglia siamo 2 adulti + 2 bambini e sfrutto due climatizzatori con pompa di calore da 12000btu?

riepilogando i miei consumi:
Enel: Potenza 4,5Kw - Tariffa bioraria transitoria residenti
annuale circa 3100Kwh
medi giornalieri circa 7 apr - 6 giu - 8 lug - 9 ago - 7 set

Gas: saldo consumi 2009: 970 smc
saldo consumi 2008: 1240 smc
saldo consumi 2007: 952 smc

Acqua: 170mc anno

mi hanno proposto pharos zelios della chaffoteaux, la conoscete?

ho paura che dovrò abbandonare il progetto e cambiare solo la caldaia....
Grazie a tutti delle spiegazioni, dell'aiuto e della disponibilità


Allegati:
IMG_0622.JPG [592.23 KiB]
Mai scaricato
IMG_0620.JPG [749.55 KiB]
Mai scaricato

_________________
Massimo
Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: ven ago 13, 2010 1:35 pm 

Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm
Messaggi: 882
Ciao
finito di correre sull' Alzaia del Sile?!...

Facciamo quattro conti...

In un anno dovresti spendere per 1200 mc di metano circa 900€ per una produzione annua di:
1200*9.6*0.8= 9200 Kwh con la caldaia a rendimento 80%.
Mettiamo il caso di montare tre V26 con una produzione annua di 2000 Kwh così facendo mi rimangono 7200 Kwh da coprire con la vecchia caldaia con una spesa di 703 € di metano.
Per abbassare ulteriormente i consumi si potrebbe montare una PDC aria/acqua che mi copra parzialmente il fabbisogno annuale.
Portando i consumi di energia elettrica da i 3100 Kwh attuali a 4500 si ha un aumento della bolletta di circa 300€ ( offerta ENEL ENERGIA ).
Ipotizzando un cop 3.5, in funzionamento bivalente un pò pessimistico, si producono 4900Kwh.
Da produrre con la caldaia rimangono 7200-4900= 2300Kwh per una spesa con una nuova caldaia di 2300/9.6= 239mc x 0.75€= 180 €

La spesa annua in questo modo si porta a 480-500 € annui contro i 900 € dell' anno precedente.

Per me la soluzione quindi è quella di montare i pannelli solari termici, il bollitore nel sottotetto, una PDC, fan-coils eventualmente incassati a soffitto e una caldaia murale a condensazione, senza diventare matto vedi anche Baxi...

Mai pensato al FV ?

Ciao


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: ven ago 13, 2010 11:22 pm 

Iscritto il: mar ago 03, 2010 5:22 pm
Messaggi: 19
ciao Jekterm,

di dove sei?
niente restera perchè i pali che tengono su i ponti hanno ceduto.....

grazie dei calcoli, comincio a rendermi conto.

per tornare alla tua risposta,
non so cosa sia il cop 3.5,

ho pensato anche al FV, alla pompa di calore, ecc. ma ho bisogno che qualche esperto mi dica qual'è la soluzione al mio caso perchè non ne vengo più fuori.... :(

la gsu 520 non può andare al posto della vecchia caldaia per via delle dimensioni,
nel sottotetto (studio/soggiorno/zona giochi) non vorrei portare l'accumulo perchè il punto più alto e 2.47.... ed è un casino passare le tubazioni

al posto dell'attuale cucina vorrei fare uno studio, al posto del soggiorno fare la cucina e il soggiorno andrebbe a finire nel sottotetto...

quindi cosa devo montare a casa mia per abbattere i costi sfruttando incentivi, 55% ecc. ecc.??

grazie portate pazienza....

_________________
Massimo


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: sab ago 14, 2010 1:20 pm 

Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm
Messaggi: 882
Ciao io sono di Povegliano, a nord di Treviso praticamente vicini di casa...

Purtroppo se vuoi veramente abbassare i consumi devi per forza di cose rinunciare a un pò di spazio nel sottotetto almeno per il bollitore, unità interna PDC e eventuale inverter FV.

Il COP è un coefficente prestazionale usato per le PDC come per le caldaie la percentuale di rendimento...
Con COP 3.5 vuol dire che se investo 1Kwh di energia elettrica produco 3.5Kwh di energia termica.

Per passare le tubazioni non dovrebbero esserci particolari difficoltà... volendo si può fare tutto logicamente con qualche opera muraria!

Per la caldaia purtroppo sei costretto a usare l' alloggiamento originale anche per il problema della canna fumaria...

Ciao


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: dom ago 15, 2010 4:09 pm 
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Messaggi: 1236
SATOR ha scritto:

ho paura che dovrò abbandonare il progetto e cambiare solo la caldaia....


Data la tua particolare situazione, metti una semplice caldaia murale a condensazione e lascia stare l'impianto solare termico.

Investi piuttosto nell'isolamento e nei serramenti ( triplo vetro ) e in un impianto fotovoltaico.

Ciao,
F.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: riscaldamento tradizionale + ACS + rotex
MessaggioInviato: dom ago 22, 2010 10:14 pm 

Iscritto il: mar ago 03, 2010 5:22 pm
Messaggi: 19
Ciao Fabrizio,

abbandono per mancanza di spazio gsu 520 rotex con v26 e mi dedico a fv + pdc e mi posto sull'altra discussione proposta da jekterm

ciao e mille grazie ancora

_________________
Massimo


Top
 Profilo E-mail  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Scrivi un nuovo argomentoRispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 13 messaggi ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:

cron



Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
610nm Style by Daniel St. Jules of Gamexe.net

Traduzione Italiana phpBB.it