Consiglio sonda esterna

Domande sulle soluzioni impiantistiche e le migliori pratiche del solare termico.

Moderatori: sergio&teresa, paolo

aldo883
Messaggi: 26
Iscritto il: sab ago 04, 2012 5:16 pm

Consiglio sonda esterna

Messaggioda aldo883 » dom ago 05, 2012 4:27 pm

Ciao a tutti, sono nuovo del forum anche se è da un po' che vi leggo cercando di trarre qualche buona idea sull'impianto di casa mia. Volevo chiedervi dei consigli per migliorare il tutto.
L'idraulico mi ha installato il sistema auroINWALL della Vaillant ed è così composto :
- caldaia istantanea a condensazione ecoINWALL a tiraggio forzato
- bollitore auroINWALL da 150 lt inox per ACS
- collettore piano auroTHERM VFK 125/2 superficie netta 2,33 m2
- centralina auroMATIC 560 per la gestione del solare
La casa si trova in provincia di Como e si struttura su due piani. Piano rialzato di circa 80 m2 dove si sviluppa tutto l'appartamento (zona giorno/cucina, zona notte e bagno) mentre al piano seminterrato si trova la taverna di stessa metratura della quale però 40 m2 sono garage. Ho fatto installare riscaldamento a pavimento al piano rialzato più un scaldasalviette in bagno (AT) mentre in taverna dove i lavori non sono ancora stati eseguiti (partono a settembre) l'idraulico mi ha sconsigliato il riscaldamento a pavimento e abbiamo optato per i fancoil più un altro scaldasalviette (AT) nella zona lavanderia/bagno in quanto sarà un ambiente scaldato solo all'occorrenza e l'idraulico mi ha detto che tramite fancoil si riesce a scaldare più in fretta l'ambiente.
Ho installato la sonda esterna per regolare la caldaia in base alla temperatura esterna, però nella cassetta dei collettori l'idraulico mi ha installato quella che credo sia una pompa di circolazione con un termostato sul tubo di andata a monte di tutta la distribuzione del riscaldamento impostata a 45°.
Secondo voi avendo la sonda esterna questo termostato è necessario o può addirittura disturbare in qualche modo il funzionamento della sonda? Ve lo chiedo perché dopo averla installata involontariamente lui stesso mi ha detto che in realtà non serve ma essendo che il termotecnico l'aveva prevista lui aveva ordinato il pezzo e visto che ormai era lì l'ha montata lasciandola non funzionante. Alla mia richiesta di toglierla però ha iniziato a dirmi che in realtà non serve adesso che i fancoil giù in taverna non ci sono ma una volta che verrano installati servirà.
Secondo voi mi sta dicendo la verità oppure semplicemente non aveva voglia di toglierla più? Anche perché i tubi dei fancoil nemmeno passano dalla cassetta dei collettori dove c'e la pompa.
Poi essendo che ho due scaldasalviette più i fancoil in AT non è che la sonda mi manda acqua a temperature troppo bassa? Come faccio a integrare la AT e la BT?
Scusate se mi sono prolungato troppo. Grazie

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1728
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda fcattaneo » lun ago 06, 2012 7:24 am

Un buon impianto deve avere una sola temperatura perche usa sola climatica puo agire sul bruciatore.
Detto questo dalla descrizione non capisco come sono sdoppiate le 2 temperature di funzionamento e cosa serve la pompa di circolazione e come e' regolata.

Hai il ricircolo sull'acqua sanitaria ?

.. servirebbe uno schema..

Ciao,
F.

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda Jekterm » lun ago 06, 2012 8:28 pm

aldo883 ha scritto:Come faccio a integrare la AT e la BT?

In questo modo:
Immagine

Caldaia_preparatore.JPG
(45.26 KiB) Mai scaricato


L' AT viene soddisfatta da un accumulo tampone che prepara anche l' ACS
Quello che ti hanno messo è una scorciatoia proprio per integrare in modo semplice l' AT e la BT. Il problema è che l' impianto a pavimento lavora a punto fisso e la climatica della caldaia fa un pò ridere...

Ciao

aldo883
Messaggi: 26
Iscritto il: sab ago 04, 2012 5:16 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda aldo883 » mar ago 21, 2012 6:00 pm

Eccomi qua! Scusate ma sono appena rientrato dalle ferie..

fcattaneo ha scritto:Un buon impianto deve avere una sola temperatura perche usa sola climatica puo agire sul bruciatore.
Detto questo dalla descrizione non capisco come sono sdoppiate le 2 temperature di funzionamento e cosa serve la pompa di circolazione e come e' regolata.
Hai il ricircolo sull'acqua sanitaria ?
F.

Purtroppo non saprei risponderti con certezza ma non credo di avere il ricircolo sull'acqua sanitaria. Appena riesco posto una foto della cassetta dei collettori così da cercare di chiarirvi un po' le idee perché mi rendo conto che non essendo del mestiere non riesco a spiegarmi benissimo.
Jekterm ha scritto:L' AT viene soddisfatta da un accumulo tampone che prepara anche l' ACS
Quello che ti hanno messo è una scorciatoia proprio per integrare in modo semplice l' AT e la BT. Il problema è che l' impianto a pavimento lavora a punto fisso e la climatica della caldaia fa un pò ridere...
Ciao

Vedendo lo schema che hai allegato mi sembra di capire che il mio impianto funzioni in maniera diversa perché lo scaldasalviette non è collegato al boiler dell'ACS ma bensì direttamente alla caldaia.
Per quanto riguarda la sonda climatica invece mi stai dicendo che praticamente la valvola termostatica montata nella cassetta dei collettori va ad escludere la sonda esterna e mi fa lavorare l'impianto sempre a 45° giusto?

aldo883
Messaggi: 26
Iscritto il: sab ago 04, 2012 5:16 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda aldo883 » sab ago 25, 2012 5:27 pm

Immagine
Ecco qui una foto della cassetta dei collettori da chiarirvi le idee un po meglio. Praticamente i 2 tubi con i rubinetti neri sono quelli del primo scaldasalviette in bagno e i restanti sono quelli delle serpentine in giro per casa.
Subito dopo il tubo di andata c'e collegato una valvola termostati puntata a 45° e sulla destra tra andata e ritorno c'è quella che penso sia una pompa ma che non ho idea a cosa serva.
Per quanto riguarda la taverna invece ho visto che praticamente sotto la caldaia i tubi di andata e ritorno che si vedono in foto sono stati sdoppiati con una T e vanno a fare i fan coli e lo scaldasalviette giù da basso.
Spero di essere riuscito a spiegarmi e spero in qualche vostro consiglio. Grazie

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1728
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda fcattaneo » dom ago 26, 2012 6:57 am

Non ho mai visto una quadro di distribuzione cosi, ma il suo funzionamento dovrebbe essere molto semplice e corrispondere alla descrizione che faccio sotto.

La pompa serve a mantenere un certo delta P. tra mandata e ritorno e quindi garantire la circolazione dell'acqua, inoltre ha funzione anche di mitigare la temperatura dell'acqua, operando una miscelazione mandata/ritorno, nel caso intervenga la termostatica.

La termostatica serve a ridurre la portata dell'acqua se questa supera la temperatura impostata.

Un quadro fatto cosi non dovrebbe danneggiare la regolazione climatica della caldaia, ma sicuramente introduce carichi elettrici assolutamente inutili in impianti cosi piccoli come superficie.

Se in quel quadro togliessi sia la pompa che la termostatica, tutto funzionerebbe meglio.. puoi chiedere al tuo idraulico che non le vuoi. ( in questo caso lo scaldasalviette lavorerebbe in BT pure lui ma non e' un problema )

In alternativa puoi provare a scollegare elettricamente quella pompa per vedere se l'acqua circola lo stesso...

Se tutto quel casino e' stato montato per avere la differenzazione AT/BT e' chiaro che e' assurdo x avere uno scaldasalviette che lavora ad alta T e perdere la regolazione climatica della caldaia.

Ciao,
F.

PS. unica cosa che non capisco e' perche la sonda della termostatica e' collegata sul ritorno ( sembra cosi dalla foto ) .. e inoltre e' piuttosto strano che la mandata e' blu e il riktorno e' rosso....
Fatti dare la documentazione di quel quadro.. tipo marca e modello...

aldo883
Messaggi: 26
Iscritto il: sab ago 04, 2012 5:16 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda aldo883 » dom ago 26, 2012 12:29 pm

Innanzi tutto grazie per la risposta :D !!!
Se in quel quadro togliessi sia la pompa che la termostatica, tutto funzionerebbe meglio.. puoi chiedere al tuo idraulico che non le vuoi. ( in questo caso lo scaldasalviette lavorerebbe in BT pure lui ma non e' un problema )

Secondo te se lo scaldasalviette lavorasse in BT, riuscirebbe perlomeno a dare una mano a scaldare il bagno?
In alternativa puoi provare a scollegare elettricamente quella pompa per vedere se l'acqua circola lo stesso…

Credo circoli lo stesso perché quando è stato acceso l'impianto per fare l'asciugatura del massetto non c'era ancora e in ogni caso adesso come adesso non l'ho ancora alimentata. ho visto pero che c'è la possibilità di collegarci anche un termostato ma non riesco a capire qual'è il suo scopo.
Se tutto quel casino e' stato montato per avere la differenzazione AT/BT e' chiaro che e' assurdo x avere uno scaldasalviette che lavora ad alta T e perdere la regolazione climatica della caldaia.

Se non ho capito male quella termostatica quando lo scaldasalviette chiama acqua in AT lei interviene per non farla arrivare anche alle serpentine del pavimento ad una temperatura troppo elevata giusto? Quindi suppongo che tutto questo casino serva solo a differenziare AT/BT e io sinceramente vorrei evitare solo per un scaldasalviette di rovinare la climatica. A questo punto però non capisco come fare a differenziare i fan coli che installerò più avanti perché quelli sono costretto a farli lavorare in AT..
PS. unica cosa che non capisco e' perche la sonda della termostatica e' collegata sul ritorno ( sembra cosi dalla foto ) .. e inoltre e' piuttosto strano che la mandata e' blu e il riktorno e' rosso....
Fatti dare la documentazione di quel quadro.. tipo marca e modello…

Allora sono andato a vedere il progetto. La marca è UPONOR e confermo che i collegamenti fatti dall'idraulico rispecchiano perfettamente il disegno da progetto. L'unica cosa è che guardando bene adesso mi accorgo che sopra il disegno della cassetta del collettore c'è scritto "collettore inox 1" con flussometri + kit easy punto Fisso" quindi suppongo che pompa e termostatica siano il kit per regolazione a punto fisso.

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda Jekterm » dom ago 26, 2012 4:23 pm

La termostatica ha lo scopo di ridurre la temperatura all' impianto radiante in caso che lo scaldasalviette, e i termoconvettori richiedano una temperatura di mandata maggiore.

Se lo scaldasalviette è abbastanza grande potrebbe essere che sia sufficiente alimentarlo in BT, ma non si può dire con certezza, va provato.

Per dividere la BT e la AT, secondo me, la miglior soluzione è quella di alimentarli da un accumulo adatto che possa soddisfare anche l' ACS, vedi schema che ho inserito.

Ciao

aldo883
Messaggi: 26
Iscritto il: sab ago 04, 2012 5:16 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda aldo883 » dom ago 26, 2012 5:33 pm

Il fatto è che ormai l'impianto per metà è stato finito e non so quanto sia possibile modificarlo. io adesso ho già un accumulo da 150 lt che fa solo ACS però stavo pensando di aggiungere un altro accumulo più grosso che faccia anche riscaldamento.
Devo parlare con l'idraulico per vedere se è fattibile o meno però pensavo in taverna di mettere una stufa a pellets che mi scaldi sia l'ambiente che l'accumulo più grosso oppure una pompa di calore visto che devo installare a breve 3kw di fotovoltaico.
Secondo voi si riesce a modificare l'impianto anche se parzialmente finito?

Jekterm
Messaggi: 906
Iscritto il: gio mag 27, 2010 3:05 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda Jekterm » dom ago 26, 2012 8:47 pm

aldo883 ha scritto:Secondo voi si riesce a modificare l'impianto


Dipende da molti fattori, informati con il progettista.

Quella della stufa a pellet può essere una buona soluzione. Elimini l' accumulo attuale, ne monti uno da 500 lt mantenuto sempre in temperatura dalla caldaia in funzione ACS, se avvi la stufa funge da volano termico. Dallo stesso prelevi ACS e alimenti l' AT.

La PDC andrebbe montata sulla BT, V° conto energia, esigenza di AT, caldaia nuova a metano... io non lo farei.

Ciao

aldo883
Messaggi: 26
Iscritto il: sab ago 04, 2012 5:16 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda aldo883 » lun ago 27, 2012 9:27 am

Jekterm ti ringrazio per l'aiuto….
Ne parlerò con l'idraulico anche se eliminare l'accumulo attuale mi scoccia visto che mi sono fatto murare sul balcone una cassa da morto perché è integrato nello stesso cassone della caldaia. Devo anche vedere se riesco a recuperare il solare e collegarlo sotto l'accumulo nuovo se no non ne vale la pena aver speso i soldi per l'accumulo da 150 lt e il solare e poi buttarli via.

aldo883
Messaggi: 26
Iscritto il: sab ago 04, 2012 5:16 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda aldo883 » sab ott 20, 2012 4:20 pm

Ciao a tutti.
Volevo chiedervi ancora dei consigli. Ad oggi i lavori giù in taverna stanno proseguendo e alla fine mi è stato consigliato di montare una stufa a pellets che riscaldi la taverna e che allo stesso tempo scaldi direttamente acqua calda per il riscaldamento a pavimento senza integrare un altro boiler. I 2 scaldasalviette che ci saranno lavoreranno entrambi in BT e l'idraulico mi ha consigliato di evitare un altro boiler ma bensì di montare una stufa a pellets che riesca a modulare in basso in maniera da mandare acqua a temperatura non elevata per il riscaldamento a pavimento. Così facendo praticamente la caldaia lavorerebbe solo quando la stufa è spenta e per ACS. Voi cosa ne pensate di questa soluzione?
Poi siccome inizia il primo freddo ho fatto partire il riscaldamento…La pompa che si vede in foto l'ho lasciata spenta e la termostatica l'idraulico l'ha impostata a 40° per essere sicuri in ogni caso che l'acqua che circola nel pavimento non superi mai quella temperatura. Pere quanto riguarda lo scaldasalviette come ho detto prima lo sto facendo lavorare in BT e per adesso la temperatura in bagno va benissimo (spero che vada bene anche quando farà più freddo).
Per adesso devo dire che sono soddisfatto perché la temperatura in casa è confortevole, però non riesco a capire come mai la caldaia invece di modulare la temperatura di mandata attraverso la sonda esterna continua ad accendersi e spegnersi ogni due per tre. In teoria non dovrebbe abbassare la temperatura di mandata invece di spegnersi?

aldo883
Messaggi: 26
Iscritto il: sab ago 04, 2012 5:16 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda aldo883 » lun ott 22, 2012 6:51 pm

Nessuno che riesce ad aiutarmi??? :)

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1805
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda sergio&teresa » lun ott 22, 2012 10:55 pm

Per quanto riguarda la caldaia ed il suo funzionamento on-off, non so che temperature tu abbia adesso, qui fa abbastanza caldo, tanto che ho di nuovo spento la caldaia. Con T esterne abbastanza alte c'è poco scambio termico in casa, e quindi serve poca potenza per scaldare. Probabilmente questa poca potenza è troppo bassa rispetto alla minima modulazione della tua caldaia... la caldaia modula al minimo, ma anche col minimo la mandata cresce troppo rispetto al setup richiesto dalla climatica, e quindi spegne. È una condizione nella quale io mi trovo praticamente tutto l'inverno....
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

aldo883
Messaggi: 26
Iscritto il: sab ago 04, 2012 5:16 pm

Re: Consiglio sonda esterna

Messaggioda aldo883 » mar ott 23, 2012 9:54 pm

Leggendo i dati tecnici della caldaia ho trovato questi dati :
Portata termica minima (Hi) = 5.4 KW
Potenza termica minima (Hi) 60/80°C = 5.2 KW
Potenza termica minima (Hi) 30/80°C = 5.6 KW
In teoria dovrebbe essere la potenza minima alla quale la caldaia riesce a modulare giusto? Secondo voi è un buon valore?
Poi un altra cosa… Il fatto che il massetto sopra le serpentine non è troppo spesso può influire in qualche modo sul fatto del continuo accendi/spegni dell'impianto? Mediamente il massetto è di 4cm (da progetto doveva essere almeno 4,5cm ucciderei il muratore :evil: ) però c'è la zona del disimpegno dove convergono le serpentine di tutta casa che rimane addirittura anche meno di 4 cm e quindi il pavimento si scalda un pochino. Tra l'altro nel disimpegno c'è pure il cronocomando con regolatore climatico.
Pensavo di ovviare al fatto che il cronocomado si trovasse in una zona che si scalda prima delle altre con l'impostazione della correzione della temperatura +/- 2°. Secondo voi è fattibile?


Torna a “Solare Termico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti