aiuto per nuovo impianto

Informazioni, opinioni sui sistemi a svuotamento.

Moderatori: sergio&teresa, Jekterm

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda macintown » mer ago 17, 2016 8:02 am

non capendoci un tubo in idraulica se metto i fan coil che lavorano in paralello al riscaldamento poi devi mettere un "deviatore" per farli andare in raffresco in estate o devo mettere circuito separato? e per i fancoil sarebbe bene usare un accumolo per raffresco ( ne ho uno da 2-300 litri che con la ibrida starebbe fermo) ?

ecco il dato che cercavo .. e voi che mi fate penare per capirci qualcosa. scherzo naturalmente !!!

sergio&teresa ha scritto:Definisci "freddo".... io vivo a Lecco, a pochi passi da montagne più alte di 2000 metri. La mia PDC ibrida lo scorso inverno ha consumato la bellezza di.... 30 mc di gas. Acs (supportata da solare termico) e cucina inclusa, da metà novembre a fine marzo. La mia curva climatica passa da 40° di mandata a 0° esterni. 55° stabilisci tu a che T li tocca.... forse -25°, ma ho una ragionevole probabilità che non si raggiungano mai. E abbiamo detto tutto.
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1630
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda fcattaneo » mer ago 17, 2016 12:56 pm

macintown ha scritto:....
.... le medie sono più alte di quello che pensavo. intorno ai +4° di media come minima nei peggiore dei casi e come massima intorno ai +7 quando fa veramente freddo.

in teoria quindi potrei avere un cop buono in inverno con pochi giorni al l'anno ( massimo 30 notti ) dove dovrei integrare con la caldaia se scelgo la ibrida.

il punto è che mi rimane il dubbio che nel resto del tempo la PDC 8kw sarebbe sufficente?



La potenza necessaria aumenta con il diminuire della T esterna.. a + 4, + 7 gradi 8 Kw di potenza termica sono davvero tanti.
Impossibile che non siano sufficienti.

Non conviene sovradimensionare una PDC perche la maggior resa la si ha ai carichi parziali.. oltretutto se hai una ibrida del dimensionamento della PDC non ti frega nulla.


macintown ha scritto:
se metto i fan coil che lavorano in paralello al riscaldamento poi devi mettere un "deviatore" per farli andare in raffresco in estate o devo mettere circuito separato?

e per i fancoil sarebbe bene usare un accumolo per raffresco ( ne ho uno da 2-300 litri che con la ibrida starebbe fermo) ?


I fancoil aggiuntivi devono stare su un circuito separato collegato tramite valvole da azionarsi in estate (escludi i termosifoni e attivi i fancoil ).

Il circuito dei fancoil potrebbero essere anche lasciati attivi in inverno e contribuiranno anche loro a fornire energia termica aiutando a tenere bassa la T di mandata.

Sul tubo di ritorno del circuito dei fancoil andfrebbe messo un accumulo di almeno 60-80 Lt di acqua che serve a garantire una quantita minima di liquido nel circuito come da speciofiche richieste dal costruttore.

Tale accumulo va messo sul circuito di ritorno e NON sulla mandata, se no si riduce lievemente ed inutilmente l'efficienza del sistema.

F.

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda macintown » mer ago 17, 2016 1:02 pm

l'accumolo solo sul ritorno per raffrescare, giusto?
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda macintown » mer ago 17, 2016 5:08 pm

contratto concluso.

10 kw fotovoltaico + daikin rotex hybrid 8kw + 3 fancoil olimpia splendid bi2 = non si torna più indietro.

ora c'e solo da aspettare le pratiche del comune , 40-60 giorni, e poi speriamo bene ...

p.s visto che avrà monitoraggio online magari potrei aggiungere i dati pure qui ?
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1630
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda fcattaneo » gio ago 18, 2016 3:05 pm

macintown ha scritto:l'accumolo solo sul ritorno per raffrescare, giusto?


No.. sul ritorno di tutto.. serve sia per raffrescare che per riscaldare ( in questo caso assicura una certa energia durante gli sbrinamenti )

macintown ha scritto:10 kw fotovoltaico + daikin rotex hybrid 8kw + 3 fancoil olimpia splendid bi2 = non si torna più indietro.


Il dubbio mi rimane sul FV..
Con 10 Kw sei per caso obbligato a passare al trifase ?

In questo caso chi ti ha suggerito questa soluzione come ha intenzione di bilanciare i carichi della tua abitazione ?

Dal punto di vista dell'ottimizzazione dell'autoconsumo di energia FV sarebbe meglio stare sul monofase.
Piuttosto che un trifase meglio un impianto di soli 6 Kw monofase.

F

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda macintown » gio ago 18, 2016 3:32 pm

si in trifase purtroppo. ma dati i miei consumi è il contatore che è gia da 6kw non c'era altro modo. mi hanno proposta anche quella cosa che riporta da trifase a mono senza dover bilanciare niente ma ha costi elevati e per il momento non l'ho considerato.

ma perche se sono in trifase non autoconsumo ugualmente? o solo su una fase?

per come l'ho capita io il funzionamente non dovrebbe essere il seguente?

il fotovoltaico produce e l'inverter trifase "divide" il carico su ogni fase cosi come farebbe il contatore. nel mio caso avrei una fase solo per la hybrid dato che ha max 3.33 kw di potenza mentre le altre 2 fasi le divido per la casa. quindi max 6.66 kw da dividere in 2 che verranno bilananciati per non far saltare l'impianto.

se non erro l'inverter viene collegato al quadro generale del impianto di casa e autoconsuma se ne ha o altrimenti l'eccesso lo manda al contatore che immette in rete. quindi cmq autoconsuma o sbaglio qualcosa?
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1630
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda fcattaneo » gio ago 18, 2016 9:14 pm

Supponiamo che stai producendo 6 kw di fotovoltaico.. quindi 2 per ogni fase..

Hai la PDC spenta e la casa sta consumando 4 Kw su una sola fase...

Nonostante stai producendo 6 Kw prelevi dalla rete i 2 Kw che ti servono su quella fase e ne immetti altri 4 sulle restanti 2 fasi..

In pratica non ottimizzi l'autoconsumo.

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda macintown » gio ago 18, 2016 10:48 pm

in pratica questo problema lo avrei anche quando produco poco tipo mattina presto o sera tardi appena accendo un elettrodomestico o il fon supero quello che produco e devo prendere il resto da enel mentre le altre fasi immettono.

e come si risolve? con quel coso che trasforma da trifase a monofase mettendolo al inverter in questo caso? qualche suggerimento? esistono inverter per fv che hanno la doppia funzione?

trovato inverter red sun:
RED SUN nasce come inverter a doppia conversione, una DC/DC per fornire l'ingresso all'algoritmo di ricerca del punto di massima potenza (MPPT) e una DC/AC in configurazione ponte ad H per rigenerare la tensione sinusoidale da immettere in rete.
Un trasformatore ad alta frequenza di dimensioni e peso ridotti permette l'isolamento dalla rete, il controllo digitale DSP(Digital Signal Processor) e il sistema anti-islanding per evitare la rigenerazione sin dall'istante in cui la rete cade, garantiscono elevata sicurezza.
Gli inverter solari RED SUN sono dotati di uno schermo integrato touch-screen sulla parte frontale dell'apparecchio e il software integrato consente all'utilizzatore la possibilità di personalizzarne la grafica secondo le proprie esigenze.
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda macintown » ven ago 19, 2016 9:54 am

leggendo i vari forum ho trovato anche chi afferma che se prelevi e immetti contemporaneamente il contatore fa la somma e non conteggia.
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1630
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda fcattaneo » ven ago 19, 2016 11:11 am

macintown ha scritto:..
in pratica questo problema lo avrei anche quando produco poco tipo mattina presto o sera tardi appena accendo un elettrodomestico o il fon supero quello che produco e devo prendere il resto da enel mentre le altre fasi immettono.


Esatto!!



macintown ha scritto:..
e come si risolve? con quel coso che trasforma da trifase a monofase mettendolo al inverter in questo caso?



Si risolve rimanendo in monofase con un impianto inferiore ai 6 Kw oppure mettendo "quel coso" che ti hanno proposto e che per inciso io non conosco, ma credo serva proprio ad evitare questi problemi.

Io valuterei quella proposta anche perche il dividere l'impianto in 3 fasi distinte non è che costi poi cosi poco.. mentre con quella modifica credo che solo l'impianto FV sia in trifase, mentre l'impianto domestico rimanga in monofase.

Oppure valuterei anche di rimanere in monofase con un impianto piu' piccolo.. poi razionalizzerei i consumi dato che tu hai quasi sicuramente un problema di stand-by .. avendo consumi cosi simili tra le diverse fascie.

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda macintown » ven ago 19, 2016 11:37 am

e l'inverter red sun non risolverebbe? o quello della fornius?
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda macintown » ven ago 19, 2016 4:30 pm

ho chiesto ad un installatore e mi ha detto:

Vai tranquillo, in teoria i contatori enel non contano lo squilibrio delle fasi, quindi se prelevi 6000 su una fase e ne immetti altrettanti su 3 fasi, non conta niente...e se non è così fallo controllare da Enel che DEVE essere così.

a chi credere? che confusione pero ...
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1630
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda fcattaneo » sab ago 20, 2016 11:37 am

L'inverter non centra nulla e non puo risolvere quetso problema, pero potrebbe essere come ti hanno detto, cioè che il contatore trifase non conteggia lo sbilanciamento energetico tra le fasi

Non so aiutarti x questo..

Sentiamo se qualcuno interviene.

macintown
Messaggi: 60
Iscritto il: mar lug 19, 2016 6:49 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda macintown » sab ago 20, 2016 11:08 pm

spero di avere altre notizie lunedi sera sulla questione.
fotovoltaico: 30 panelli Benq Sunforte 330wp + inverter ABB 10kw + Smappee per monitoraggio
PDC: Daikin Rotex Hybrid -- Pdc da 8kw (caldo e freddo) + caldaia da 33kw

Belgius
Messaggi: 26
Iscritto il: mer lug 20, 2016 3:07 pm

Re: aiuto per nuovo impianto

Messaggioda Belgius » dom ago 28, 2016 1:52 pm

Sono un progettista elettrotecnico in pensione da pochi mesi. In RIVA CALZONI, ho lavorato anche all'eolico e fotovoltaico per diversi anni. Il mio consiglio è semplice:
La trifase richiede carichi simmetrici ed equilibrati ovvero uguale tensione e per quanto possibile anche uguale corrente sulle tre fasi.
Inoltre, con il 380 (oggi 400) volt, i rischi di fulminazione sono molto più alti che con la tradizionale 220. Anche se hai i "salvavita", questi potrebbero non funzionare se l'impianto di terra non è in perfetto stato.
Quindi, se non hai una piccola attività con una potenza assorbita che giustifichi la trifase, ti sconsiglio di fare un contratto costoso.
I limiti di potenza dell'impianto li puoi superare addirittura con un risparmio.
Se monti un sistema ad inverter Solar Edge, questo spreme dai pannelli più energia, consentendoti a pari energia prodotta una riduzione della potenza installata.
Con quei soldi puoi pagarti il maggior costo (circa 400 €) dell'inverter Solar Edge rispetto ai concorrenti.
Un mio amico ce l'ha installato in casa sua ed è contentissimo.
Dovendo gestire una potenza ridotta, puoi rientrare nel campo di potenze gestibili con un contratto monofase.
Ti sconsiglio qualsiasi "accrocchio" per la conversione trifase/monofase. Primo perchè gestire quelle potenze costa.
Secondo perchè non ha senso produrre qualche kWh in più per poi mangiarselo con gli interessi in rendimenti di conversione.
Impianti semplici e ben dimensionati. Questa è la via maestra. Se devi spendere qualcosa in più, fallo sui cavi che è l'unica cosa che ha senso sovradimensionare.
Infatti è inutile correre dietro ai rendimenti dal FV alla PdC per poi usare i kWh risparmiati, letteralmente per "scaldare i cavi".
Se hai già comprato 10 kW di FV, puoi sempre dividerlo in due sezioni, 6kW da collegare ad ENEL e il resto, se non vuoi rivenderlo, puoi collegarlo in isola, magari solo per riscaldare la piscina con una PdC dedicata che costa anche poco e non richiede batterie dato che puoi "accenderla" di giorno.
In inverno, data la bassa producibilità, puoi usare i 2 impianti in parallelo per ottimizzare l'autoproduzione.
In estate separi gli impianti e consumi il surplus del secondo per il riscaldamento della piscina e per ricaricare l'auto elettrica.


Torna a “Impianti Rotex”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti