Aiuto per nuovo impianto con Altherma 3 Compact

Informazioni, opinioni sui sistemi a svuotamento.

Moderatori: sergio&teresa, Jekterm

gbu
Messaggi: 3
Iscritto il: mar gen 19, 2021 5:48 pm

Aiuto per nuovo impianto con Altherma 3 Compact

Messaggioda gbu » mer gen 20, 2021 7:38 am

Ciao a tutti, ho letto con interesse molti post del forum perché ho acquistato una villetta di 3 piani (60 mq a piano) e sono intenzionato a sostituire l’attuale impianto di riscaldamento, costituito da caldaia a gas e termosifoni, con una a pompa di calore e riscaldamento a pavimento e soffitto.

Per la pompa di calore sarei orientato per la Daikin Altherma 3 Compact (da definire ancora la potenza in base ai calcoli della legge 10 che sta facendo l’ingegnere).

Sfruttando l’ecobonus 110% dovremmo inserire anche fotovoltaico e pannelli solari.

Premetto che sto facendo fatica a convincere mia moglie a passare a questo sistema, soprattutto per l’ACS. Lei vorrebbe evitare l’accumulo, per paura di rimanere senza acqua calda e allo stesso tempo di sovradimensionarlo per ridurre il rischio, e avere acqua calda istantanea come quella prodotta dalla caldaia a gas. Abbiamo raggiunto un compromesso che consiste nel mantenere la caldaia, da utilizzare come back up nel caso in cui non risultasse soddisfatta del nuovo impianto (sono certo che questo non sarà necessario) in abbinamento alla pompa di calore.

Primo dubbio
Se come descritto in premessa volessi collegare la caldaia alla pompa di calore (se non sbaglio anche fcattaneo ha un impianto simile) dovrei scegliere la Altherma 3 Compact BIV o va bene la versione standard? Ho letto che la BIV può essere integrata con altre fonti (io non ho ne camino ne stufa a pellet) ma non ho capito se questa versione è indispensabile se devo abbinarla alla caldaia a gas che spero di non dover mai utilizzare.

Secondo dubbio
Ho letto che spesso viene sconsigliata l’installazione dei pannelli solari per spostare il budget verso il fotovoltaico. L’unico motivo è questo (chiedo perchè con ecobonus è probabile che riesca a fare entrambe le cose senza sforare i massimali previsti) o ci sono altri aspetti da tenere in considerazione?

Terzo dubbio
Infine sono in dubbio sulla dimensionamento della PIT, secondo l’ingegnere quello da 500 l è eccessivo. Noi al momento siamo in due ma avremo una vasca. A tuo avviso devo insistere su quello da 500 litri?

Al momento non mi viene in mente altro ma sono sicuro che nei prossimi giorni emergeranno altri dubbi. Intanto grazie se mi vorrai rispondere

Avatar utente
GuglielmoElT
Messaggi: 86
Iscritto il: lun mar 19, 2012 6:24 pm

Re: Aiuto per nuovo impianto con Altherma 3 Compact

Messaggioda GuglielmoElT » mer gen 20, 2021 8:32 am

Primo dubbio

Qui non ti posso aiutare

Secondo dubbio

Concordo su quello che ti hanno detto. Il fotovoltaico lo sfrutti di più, e ci fai ANCHE l'acqua calda, mentre con il solare ci fai SOLO acqua calda, con più manutenzione. Il sole è uno solo.

Terzo dubbio

Prendi quello da 500, come ingombro è poco più grande, io ho quello e non ho mai avuto problemi quando avevo le figlie a casa con noi ed eravamo in 4.
Casa in zona E, GG 2364, Irradianza 253, -21° Est.
Impianto FV 3,9 Kw, 17 pannelli LDK, inverter Power-One Aurora
ACS nel bagno + distante con Nuos Evo Split

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1925
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Aiuto per nuovo impianto con Altherma 3 Compact

Messaggioda sergio&teresa » mer gen 20, 2021 10:25 pm

Io rispetto al solare termico se c'è l'ecobonus ho una posizione molto diversa, 4 mq a svuotamento ben orientati non hanno bisogno di alcuna manutenzione, e danno contributo tutto l'anno.

Il sole è uno solo ma se mi da' elettricità non significa che non possa darmi anche acqua calda, luce per le piante, calore per il corpo, allegria.... mettere 4 mq non toglie niente al fotovoltaico. L'ecobonus è una opportunità incredibile da questo punto di vista, non c'è necessità di scegliere.

Non mettere la caldaia.... pagherai inutilmente un allacciamento al gas di cui non avrai alcun bisogno. Gli accumuli esistono anche con le caldaie.... dillo a tua moglie.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

gbu
Messaggi: 3
Iscritto il: mar gen 19, 2021 5:48 pm

Re: Aiuto per nuovo impianto con Altherma 3 Compact

Messaggioda gbu » gio gen 21, 2021 7:41 pm

Grazie ad entrambi per il riscontro!

Per quanto riguarda il primo punto del mio messaggio (qualora non dovessi a convincere mia moglie), riferito alla tipologia di modello (standard o BIV), qualcuno conosce la risposta?

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1925
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Aiuto per nuovo impianto con Altherma 3 Compact

Messaggioda sergio&teresa » gio gen 21, 2021 11:38 pm

La versione BIV serve proprio con un generatore esterno a quanto ne so.... oppure con una normale puoi fare un impianto in cui la caldaia interviene solo se necessario, a valle della pdc, come quello di Fabrizio
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

STAFF
Site Admin
Messaggi: 1817
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Aiuto per nuovo impianto con Altherma 3 Compact

Messaggioda STAFF » ven gen 22, 2021 4:11 pm

SI confermo che il modo più comodo per integrare una caldaia è quello di usare una serpentina BIV.
Io ho una caldaia in backup ( che non uso.. ) ma è connessa in modo diverso e non usa la BIV.

.. in buona sostanza si può fare in entrambi i modi.

Sulla capacità suggerisco anche io di stare sulla 500... ha una resa superiore della 300 proprio in produzione di ACS. ( a parità di ACS fornita può essere caricata a T più bassa rispetto al modello da 300. )

gbu
Messaggi: 3
Iscritto il: mar gen 19, 2021 5:48 pm

Re: Aiuto per nuovo impianto con Altherma 3 Compact

Messaggioda gbu » sab mar 27, 2021 7:43 am

Ciao ragazzi, riprendo l'argomento sulla mia ristrutturazione. Dai calcoli del tecnico il fabisogno termico da legge 10 è di 9KW.
Se non ho capito male dovrei scegliere una pompa di calore che alla T di progetto (0 gradi nella mia zona) abbia una potenza nominale di 9KW.
Purtroppo ho visto che la Altherma 3 Compact più potente è da 8Kw, ma non capisco dalle tabelle, quale sarebbe la potenza nominale a 0 gradi. In ogni caso credo non sia sufficiente e, non essendoci taglie più grandi, dovrei optare per realizzare una soluzione composta dagli stessi elementi della Compact ma assemblati separatamente è una unità esterna probabilmente da 12 Kw.

E' corretto fin qui il mio ragionamento?

Un altro dubbio riguarda l'accumulo di ACS: installando l'hybridcube da 500 l (il più grande) avrei acqua a sufficienza per riempire una vasca da bagno da 160 cm x 70 cm? Come faccio a capire la capacità di produzione di ACS con questa soluzione? Dalle schede del prodotto leggo che produce ACS istantanea, questo significa che ha capacità infinita? Diversamente ci sono degli indicatori che mi permettano di capire quanta acqua calda riesce ad erogare al minuto e per quanti minuti consecutivi? Quanto tempo ci vuole in caso di esaurimento della scorta d'acqua per creare un nuovo accumulo?

Grazie mille

STAFF
Site Admin
Messaggi: 1817
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Aiuto per nuovo impianto con Altherma 3 Compact

Messaggioda STAFF » dom mar 28, 2021 7:58 am

gbu ha scritto:Ciao ragazzi, riprendo l'argomento sulla mia ristrutturazione. Dai calcoli del tecnico il fabisogno termico da legge 10 è di 9KW.
Se non ho capito male dovrei scegliere una pompa di calore che alla T di progetto (0 gradi nella mia zona) abbia una potenza nominale di 9KW.

E' corretto fin qui il mio ragionamento?



..purtroppo il tuo ragionamento è corretto.. che non è sicuramente corretto è il dimensionamento stimato dal tuo "tecnico"...
Una casa ristrutturata non può avere quel fabbisogno ..a zero gradi esterni per giunta.

Purtroppo il 90% dei tecnici non stima un bel nulla.. alcuni non credo che facciano calcoli; è probabile che si affidano a tabelle sovradimensionate a cui aggiungono un ulteriore valore di potenza "per sicurezza".

Una COmpact da 8 kW in una casa moderna con cappotto e infissi termici è stra-abbondante; purtroppo sovradimensionare ulterirmente porta solo ad inefficienze.

gbu ha scritto:...
Dalle schede del prodotto leggo che produce ACS istantanea, questo significa che ha capacità infinita? Diversamente ci sono degli indicatori che mi permettano di capire quanta acqua calda riesce ad erogare al minuto e per quanti minuti consecutivi? Quanto tempo ci vuole in caso di esaurimento della scorta d'acqua per creare un nuovo accumulo?



La produzione instantanea della ACS significa che l'accumulo non contiene l'acqua calda che si userà in doccia, ma una quantità di acqua di volano che rimane li ferma allo scopo di riscaldare istantaneamente quella che verrà realmente utilizzata. ( che l'attraversa in una serpentina durante l'uso ).

Di conseguenza la produzione istantanea non è infinita ma si esaurisce dopo un certo quantitativo che dipende da quanto è grande l'accumulo e a quale temperatura viene mantenuta dalla PDC l'acqua al suo interno.
Nei manuali Daikin ci sono le indicazioni circa la quantità di acqua nei modelli da 300 3 500 Lt.
Il tempo di ripristino è di 30 - 50 minuti.


Torna a “Impianti Daikin/Rotex”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti