Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

L'uso razionale dell'energia e tutto quanto serve per raggiungere i migliori obiettivi di efficienza energetica.
stefano73
Messaggi: 60
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda stefano73 » gio feb 25, 2016 3:44 am

Ciao Sergio,

chiarito il concetto.
Per quanto riguarda la configurazione della caldaia, tutte le caldaie moderne permettono di circolare a bruciatore spento?
Al momento sono indeciso nella scelta tra una Vaillant EcoTEC plus VMW 256 e una BAXI Luna Platinum + 1.24 GA ma nelle schede tecniche "ovviamente" non trovo informazioni al riguardo.

Grazie
Stefano

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1661
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda sergio&teresa » gio feb 25, 2016 11:45 pm

Credo che tutte abbiano la possiiblità di lasciar andare sempre il circolatore. Attenzione a quelle con circolatore modulante (che comunque si può escludere di solito), perchè man mano che sentono alzarsi il ritorno cercano di rallentare la portata per tenere un alto DT, il che non può funzionare in caso di integrazione con solare in scarico.

Non devi guardare le schede tecniche ma leggerti i manuali.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

stefano73
Messaggi: 60
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda stefano73 » ven feb 26, 2016 3:39 am

Ecco una cosa cui non pensavo!
Pero' che sappia io tutte le caldaie in commercio montano ormai un circolatore modulante. Proprio a tal proposito ricordo infatti che un mesetto fa il fornitore da cui mi servo mi parlava della nuova legge entrata in vigore pochi mesi addietro che obbliga a montare pompe ad altissima efficienza e modulanti...
Ad esempio sia la BAXI Luna Premium + che la Vaillant Ecotec Plus lo montano...
In questi casi bisogna poi quindi affidarsi all'assistenza che dovra' smanettare in qualche modo sui programmi della caldaia :shock:

speriamo bene...

Stefano

stefano73
Messaggi: 60
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda stefano73 » gio mag 19, 2016 5:54 am

Buongiorno a tutti, scrivo per aggiornare: oggi mi collegano il contatore gas e domani mi fanno prima accensione caldaia.
Impianto realizzato "puntando i piedi" senza separatore idraulico e seconda pompa...alla fine sono stato fortunato perche' l'idraulico ha fatto un ottimo lavoro preciso e ben realizzato; lui si e' solo tenuto lo spazio tra le linee riscaldamento per installare il separatore in un secondo tempo perche' non si sa mai...vabbe' contento lui :mrgreen:
Domani accendo riscaldamento per scaldare il massetto dopo un mese di attesa come da specifiche del fornitore impianto.
Vi faro' sapere!

un saluto a tutti
Stefano

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1574
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda fcattaneo » gio mag 19, 2016 1:13 pm

Rileggendo questo tread ho concluso che grazie ai nostri consigli e alla tua caparbietà di voler capire come funzionano le 'cose' , hai risparmiato di mettere un separatore idraulico con almeno 2 pompe ( diciamo 1000 euro) , hai evitato di alimentare le inutili testine termostatiche ( che ti avrebbero fatto consumare 175 euro!!!! di elettricita all'anno ) e in generale hai ottenuto di avere un impianto perfetto sotto il profilo del comfort, dei costi e dei consumi.

Direi che ce ne abbastanza per battezzare il tuo impianto come "Portalsole".. ce lo devi. :)

.. detto questo, non so se è vero che le testine termostatiche sono obbligatorie per legge, ma sicuramente ( mi sono informato proprio quet'anno in fiera all MCE ) esistono i modelli che alimentati chiudono e che quindi possono essere lasciate disalimentate senza fare danni nei consumi elettrici.

.. Ma i "termosomari" accompagnati dai loro "idrulicibue non lo sanno... se uno non si informa gli fanno per il 90% dei casi degli impianti che sono delle porcate colossali.

F.

stefano73
Messaggi: 60
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda stefano73 » gio mag 19, 2016 7:12 pm

Ciao Fabrizio,
diciamo che e' stato un parto lungo e pieno di insidie...a chi mi avrebbe detto due anni fa che avrei impiegato cosi' tanto tempo per ristrutturare la casa..avrei riso in faccia...invece.. :cry:
comunque, come avevo scritto sopra, devo a portalsole veramente tanto e saro' felice in futuro di poter condividere con tutti i dati di funzionamento dell'impianto...non vedo l'ora di installare anche i pannelli solari ma andiamo per gradi...ora le casse piangono :shock: :oops:
Un grande grazie a tutti voi!
Incrocio le dita per domani e per i prossimi sei giorni di accensione impianto!!!

Un saluto!
Stefano

PS: i pannelli arriveranno in futuro ma le linee dedicate da tetto a sottoscala sono gia' installate!
Ultima modifica di stefano73 il ven mag 20, 2016 9:17 am, modificato 1 volta in totale.

stefano73
Messaggi: 60
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda stefano73 » ven mag 20, 2016 9:16 am

News in (quasi) diretta:
Calderina accesa, impianto partito, impostato la T minima possibile (30 gradi) e tutto funziona, certo per ora le portate sono tutte a caso ma dopo poco tempo ogni mandata di ciascun collettore segnava 29-30 gradi. Ho gia' chiamato l'idraulico per rassicurarlo che il separatore non serve :mrgreen:
Grazie nuovamente a tutti!
Stefano

stefano73
Messaggi: 60
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda stefano73 » dom mag 29, 2016 5:44 pm

Buonasera a tutti.
Oggi ho spento l'impianto e in settimana cominceranno finalmente a piastrellare (spero :mrgreen: ).
Ho tenuto acceso per 9 giorni con temperature di mandata a salire gradualmente dai 30 (minimo della calderina) a 36 che ho mantenuto per 3 giorni.
Monitorando costantemente il funzionamento ho gia' qualche spunto per chiedere alcune delucidazioni...

1) In 9 giorni ho consumato 101 mc di gas; e' piuttosto elevato e spero che sia solo dovuto ai massetti ancora da "asciugare" ma quello che non capisco e' che il consumo non e' stato "graduale"...per esempio il primo giorno a 36 gradi ha consumato 10 mc, il 3' giorno 15... :shock: Avrei capito il contrario...

2) ho notato che un collettore rimaneva sempre un paio di gradi piu' basso degli altri che erano grossomodo in linea con la T di mandata; potrebbe essere dovuto a tutte le portate da regolare?

3) in previsione dell'utilizzo invernale, da dove si parte per regolare le portate come progetto? :roll: :mrgreen:

Grazie come sempre
un saluto
Stefano

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1661
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda sergio&teresa » dom mag 29, 2016 11:11 pm

Il consumo elevato non lo devi guardare.... non essendo regolata la T per mantenere un certo setup di temperatura in casa non hai correlazioni con quanto sarà nella realtà. Così come la regolazione delle portate.... potrai farla solo quando vedrai la reazione della casa e delle varie stanze: in ogni caso si dovrebbe fare mediante delle ghiere graduate che stanno o sulla mandata o sul ritorno.

La T diversa dalle altre di uno dei circuiti dovrebbe essere una staratura del misuratore: in mandata le T sono uguali a meno che uno dei circuiti non sia messo in serie ad un altro, sono i ritorni che possono essre diversi.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1574
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda fcattaneo » lun mag 30, 2016 5:17 am

stefano73 ha scritto:...

il primo giorno a 36 gradi ha consumato 10 mc, il 3' giorno 15... :shock: Avrei capito il contrario...




Vuol dire che il massetto è ancora umido.. e probabilmente anche che le T che hai usato x la maturazione del massetto sono troppo basse.
Vanno usate T ( con ua rampa programmata sia in salita che in discesa ) che al punto massimo supera sensibilmente il valore massimo di esercizio.

F.

stefano73
Messaggi: 60
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda stefano73 » lun mag 30, 2016 6:17 am

Buongiorno,

Sergio, anche io avevo pensato al termometro e ho provato a sostituirlo ma anche il secondo segnava un paio di gradi piu' basso..boh vedremo quando arrivera' l'inverno. la regolazione delle portate la faccio tramite le ghiere sui flussometri ma il mio dubbio era "come faccio ad impostare quelle di progetto" nel senso se ci fosse una qualche "procedura" tipo partire dal collettore piu' lontano .

Fabrizio, la T di progetto sara' 35 gradi, io mi sono fermato a 36 su suggerimento dell'idraulico...non ho pensato a chiedere prima a voi :(
Avendo acceso il riscaldamento un mese dopo che i massetti sono stati posati, come da indicazioni del produttore, pensavo che i massetti fossero gia' piuttosto maturi...
Quando dici "sensibilmente piu' alta" cosa intendi? devo arrivare tipo a 4o?
ora dovro' rifare tutto il processo da capo o, se lo riaccendessi, potrei partire gia' da 36?

grazie
Saluti
Stefano

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1574
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda fcattaneo » lun mag 30, 2016 10:09 am

Credo che 36 sia molto basso in assoluto per la maturazione.. se poi la temperatura di esercizio massima sarà di 35 gradi.. 36 è una follia...

Mai viste maturazioni con T inferiori a 43 gradi.. ( e con consumi di gas piuttosto alti.. )

F.

stefano73
Messaggi: 60
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda stefano73 » lun mag 30, 2016 6:27 pm

Mannaggia...domani chiamo l'idraulico e gli chiedo di ricontattare il rappresentante di zona per chiedere delucidazioni... :shock:
prima di piastrellare devo rifare tutto...Fabrizio scusa se approfitto della tua disponibilita' ma potresti darmi a grandi linee un processo generale di salita e discesa? quanti gg a che temperatura e i gradini di aumento dei gradi?
Grazie come sempre.
Stefano

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1574
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda fcattaneo » lun mag 30, 2016 7:38 pm

Molte caldaie hanno un programma preimpostato per la maturazione del massetto.. prova a cercare un manuale che spieghi come viene realizzato.

Ricordo che nei manuali della Rotex c'era spiegato bene come fare un massetto a regola d'arte.. compresa maturazione ed essiccazione... prova a vedere sul sito di rotexitalia.. credo che questi suggerimenti possono essere utilizzabili anche per altri prodotti.

stefano73
Messaggi: 60
Iscritto il: sab mag 24, 2014 6:58 am
Località: Albisola Superiore

Re: Realizzazione impianto di riscaldameto a pavimento

Messaggioda stefano73 » lun mag 30, 2016 8:09 pm

Siccome so gia' che non riuscirei a dormire questa notte senza aver cercato di capire :mrgreen: , ho subito dato un'occhiata la sito del fornitore del mio impianto; leggendo nelle varie schede, in quella del mio sistema ho trovato:

- Il pre-riscaldamento dovrà avvenire non prima di 21 giorni dalla posa di un massetto di tipo cementizio e non prima di 7 giorni dalla posa di un massetto a base di anidride e comunque vanno seguite le istruzioni del fornitore del massetto stesso; per evitare lo shock termico del massetto la temperatura di avviamento dovrà essere non superiore di 5°C rispetto alla temperatura esterna e dovrà essere aumentata di 2 o 3°C al giorno fino a raggiungere il valore di progetto. Il processo di avviamento del riscaldamento dovrà essere documentato.

Non e' che dia informazioni molto dettagliate ma sembra che la T massima da raggiungere sia quella di progetto..
domani vedro' di discutere la cosa con l'installatore...preferisco ritardare la posa delle piastrelle piuttosto che vedermele tutte crepate il prossimo inverno :shock:

Grazie
Stefano


Torna a “Risparmio Energetico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite