Come fare per consumare meno?

L'uso razionale dell'energia e tutto quanto serve per raggiungere i migliori obiettivi di efficienza energetica.
alesneg
Messaggi: 1
Iscritto il: dom ott 02, 2016 10:02 pm

Come fare per consumare meno?

Messaggioda alesneg » lun ott 03, 2016 1:51 pm

Da diversi anni ho un consumo elettrico a mio avviso spropositato: una media di più di 5800 KWH/anno.
Ho una piccola villetta a 2 piani ed un normale contatore da 3 Kw.
Da circa 3 anni, viste le bollette “stratosferiche”, ho iniziato una vera guerra agli sprechi.
Molti mi dicevano che sicuramente avevo dispersione nell’impianto: ho fatto cambiare l’intero impianto. Non 1 m di filo vecchio è rimasto. L’impianto è a norma, certificato, e ho anche rifatto il pozzetto di messa a terra.
Altri mi dicevano che qualcuno magari si “attaccava” di nascosto al mio impianto: controllato anche quello. Non è così, e inoltre è tutto talmente a vista che sarebbe impossibile.
Ho sostituito tutte le lampadine (che erano già quasi tutte a basso consumo) con led. Ho studiato parecchio l’universo dei led, e vi assicuro che ho montato led con efficienza davvero alta, ottimizzando al massimo la resa rispetto ai consumi. Oggi non ho più una fonte di luce che non sia a led.

In questi 3 anni ho anche sostituito praticamente tutti gli elettrodomestici, scegliendo ognuno di essi in maniera assolutamente scrupolosa, innanzitutto in base al consumo.
Oggi ho:
- una lavatrice in classe A++, che utilizziamo solo a pieno carico,
- una TV (grande) a led in classe A++,
- una tv a led (piccola) in classe A+, che sta accesa solo 1 o 2 ore al giorno,
- un frigorifero LG con sistema a pompa di calore inverter in classe A+++ (consuma 170 KW/anno),
- un ferro da stiro anch’esso scelto tra quelli col minor consumo (molto più costoso di altri, ma con diversi sistemi che gli permettono un reale risparmio rispetto alla media), usato non più di 4 ore a settimana
- un aspirapolvere Dyson ad alta efficienza che consuma solo 700w al posto del precedente che ne consumava 1800 (e che comunque utilizza solo 2 volte a settimana la signora delle pulizie, mentre per le necessità quotidiane utilizziamo un Dyson a batteria da 12 v, anch’esso ad alta efficienza, e 2 Roomba).
- Una lavastoviglie classe A++, che utilizziamo in media 1 volta al giorno, e soltanto con il programma ECO di mezz’ora, con consumi che dovrebbero essere di molto ridotti rispetto ai programmi completi di quasi 2 ore (è l’unica lavastoviglie che io conosca che pulisce sempre bene anche con il programma ECO),
- Un forno elettrico (che usiamo si e no 1 volta a settimana), anch’esso scelto accuratamente tra quelli con minori consumi sul mercato.
Questo, relativamente agli elettrodomestici a maggior consumo.
Inoltre: ho inserito un temporizzatore con programmazione settimanale, che dal lunedì al venerdì spegne tv, decoder, surround, dvd ecc.. per quasi 2/3 della giornata (lavoriamo entrambi e fino alle 17 non c’è nessuno in casa). Quindi per buona parte della settimana non ho consumo da “stand by” da questi apparecchi.
Non ho un pc fisso, ma solo 2 portatili che, oltre a consumare meno del fisso, accendo poco.
Ancora: molti mi dicevano che il problema era il boiler elettrico. Ho comprato da 1 anno 1 scaldacqua a gas. Il boiler è spento (spina staccata) da 1 anno.
Risultato di tutto ciò? Il consumo si è abbassato a 5400 KW/anno, con un risparmio quindi di soli 400 KW.
Ho 3 pompe di calore che uso un po’, per lo più in inverno (per “aiutare” saltuariamente il riscaldamento), ma sono moderne Daikin e Mitsubishi Kirigamine, scelte tra quelle che consumano meno (sistemi inverter ecc): ho attaccato loro un misuratore di corrente assorbita, e il massimo del loro consumo è all’accensione, poco più di 300 W, consumo che dopo qualche minuto si assesta a circa 200w. Insomma, non assorbono certo migliaia di w. Prova ne è che il contatore non stacca anche nel caso siano tutte e 3 accese contemporaneamente. Anzi posso contemporaneamente accendere anche la lavatrice o la lavastoviglie, oltre a tv e luci.
Insomma, le pompe di calore incideranno sul consumo, ma non certo da portarmi a consumare 5800 Kw (tra l’altro tengo sempre i filtri puliti ecc..).
Ho una normale cucina a gas (no piastre elettriche né a induzione) ed il riscaldamento di casa avviene tramite un termocamino a legna.
Inoltre, non ho una asciugatrice.
Si, tengo il modem adsl sempre acceso, ma molti lo fanno, e non hanno di certo i miei consumi.
Considerato quindi tutto ciò, considerato che siamo una normale famiglia di 4 persone (come tante che non pagano certo bollette medie da 300 €), e considerato anche che dal lunedì al venerdì in casa non c’è nessuno per gran parte della giornata (io e mia moglie a lavoro, i bambini prima a scuola, poi da baby sitter, nonni e doposcuola) mi chiedo: che fare?
L’unica cosa che mi viene in mente e i cui consumi non ho ancora controllato, sono l’autoclave e l’addolcitore dell’acqua.
Ho provato a lubrificare con olio siliconico l’autoclave, nella speranza di aumentarne l’efficienza, ma non vedo differenze. Lo so, sembrerò esagerato, ma pagare 2000 € l’anno di energia elettrica…
Mi chiedo: è possibile che questi due elettrodomestici siano la causa del consumo così elevato?
L’autoclave usa un pressostato elettronico, e mi dicono che installare un “pallone” al suo posto, ridurrebbe di molto i consumi.
Accetto consigli.
Grazie

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1769
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Come fare per consumare meno?

Messaggioda sergio&teresa » lun ott 03, 2016 10:09 pm

Consumi una 15na di kWh al giorno, ma se dici che usi i 3 split per riscaldare, anche se consumano solo 200 W, per 10 ore in 3 solo loro ti "mangiano" 6 kWh.... e sei sicuro di conteggiare anche il consumo dell'unità esterna? Considera anche il raffrescamento estivo... lì dubito davvero che consumino solo 200 W.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1630
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Come fare per consumare meno?

Messaggioda fcattaneo » mer ott 05, 2016 1:32 pm

alesneg ha scritto:

L’autoclave usa un pressostato elettronico, e mi dicono che installare un “pallone” al suo posto, ridurrebbe di molto i consumi.


Accetto consigli.
Grazie


Hai un consumo piuttosto alto..

per capire cosa c'e' che sta consumando puoi spegenre tutto e andare a vedere il tempo che intercorre tra un lampeggio e il sucessivo del contatore...

Calcoli il tempo.. poi disinserisci autoclave ed addolcitore e vedi di quanto è aumentato.

le istruzioni le trovi qui :
http://www.portalsole.it/seo.php?a=58

..Altra cosa impostante è tenere spenti ( non in stand-by ) i condizionatori.. alcuni di essi tengono caldo l'olio e consumano una media di 50watt .

Non hai menzionato inoltra come ti scaldi.. nel senso che tipo di riscaldamento hai ( pavimento/termosifoni).. taluni 'termosomari' progettano impianti con 2-3 4 pompe di circolazione.. messi per il 90% inutilmente e poi gli utenti si lamentano dei consumi elettrici esagerati.



prova e tienici informati che la questione è interessante.

F.


Torna a “Risparmio Energetico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite