Completamento impianto termico

L'uso razionale dell'energia e tutto quanto serve per raggiungere i migliori obiettivi di efficienza energetica.
Jolly71
Messaggi: 10
Iscritto il: mar nov 15, 2016 11:14 am

Completamento impianto termico

Messaggioda Jolly71 » lun nov 28, 2016 4:28 pm

la casa è in zona C 100mq e a quanto mi dicono abbastanza isolata.
muratura esterna da interno a esterno fatta da tufo 20cm,blocco leca argilla pieno da 10cm, cappotto lana di roccia 12cm
infissi pcv triplo vetro basso emissivi con argon.
essendo un ampliamento è stato fatto impianto radiante a pavimento per la parte nuova con scaldasalviette per i bagni.
la parte esistente composta da ingresso e tinello c'è termoarredo e ventilconvettore.
questa è la situazione attuale dei lavori già fatti.
è stata prevista integrazione riscaldamento e acs con solare termico e caldaia a condensazione.
puffer da 850 lt sailer con produzione istantanea acs.
come faccio collegare tutto per ottimizzare l'impianto?
se avete bisogno di altri dati fatemi sapere e integro.
un saluto a tutti

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda sergio&teresa » lun nov 28, 2016 10:33 pm

100 mq con riscaldamento a pavimento in zona C meriterebbe una pdc, l'hai considerata?
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Jolly71
Messaggi: 10
Iscritto il: mar nov 15, 2016 11:14 am

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda Jolly71 » mar nov 29, 2016 7:51 am

No. Sinceramente non l'ho considerata perchè credo che andrebbe integrata da fotovoltaico e ho il problema di avere a sud casa adiacente alta che mi oscura irradiamento solare.

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda sergio&teresa » mar nov 29, 2016 10:56 pm

Mettere una PDC non vuol dire necessariamente aver bisogno anche del fotovoltaico. Certo, è meglio, ma con le nuove tariffe elettriche la convenienza rispetto a mettere il metano inizia ad essere interessante, anche senza FV. Tieni anche conto che con una casa in zona non freddissima e comunque isolata una caldaia rischia di essere largamente abbondante per il tuo fabbisogno, oltretutto per una casa non enorme.

Ma poi se dici che vuoi mettere solare termico per integrazione riscaldamento, come si sposa con la casa che ti fa ombra proprio a sud?

Non ti voglio convincere.... ma se guardi tutte le alternative possibili poi scegli con maggior consapevolezza.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Jolly71
Messaggi: 10
Iscritto il: mar nov 15, 2016 11:14 am

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda Jolly71 » mer nov 30, 2016 9:51 am

il problema del solare termico l'ho risolto portando i tubi dal mio locale tecnico fino al terrazzino di casa dei miei che è esposto a sud .
ci sono già i loro pannelli e si aggiungerebbero i miei. per il fotovoltaico è piccolo.
comunque ci penso ...
piccola nota ... qui al sud non immagini quanto ho dovuto lottare per farmi realizzare soluzioni tecniche non conosciute dalle nostre maestranze o ditte

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda sergio&teresa » mer nov 30, 2016 11:13 pm

Per quanto riguarda l'integrazione al riscaldamento con solare termico, si può fare a patto di avere orientamento praticamente perfetto a sud e possibilità di inclinare i pannelli. Se non hai orientamento a sud eviterei di farla, e di fare solo un paio di pannelli (4 mq) per sola acs.

Per quanto riguarda il collegamento, probabilmente ti stanno proponendo il classico collegamento in carico, con la caldaia che scalda il puffer alla T acs, il solare collegato alla parte bassa del puffer, e l'integrazione al riscaldamento che spilla dalla parte bassa del puffer.... Collegamento che per integrare il riscaldamento rende pochino.... sarebbe meglio mettere la caldaia in serie all'accumulo, ma allora ti basta un puffer più piccolo e la caldaia dovrebbe essere istantanea su acs. Come nel mio impianto che vedi al link in firma.

Se metti pdc invece il collegamento in carico è d'obbligo, e non farei l'integrazione solare al riscaldamento, metterei solo solare termico per acs se proprio vuoi farlo.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Jolly71
Messaggi: 10
Iscritto il: mar nov 15, 2016 11:14 am

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda Jolly71 » gio dic 01, 2016 3:14 pm

Perfettamente centrata la soluzione proposta.

lo schema in scarico lo posso realizzare ma vorrei chiarire alcuni dubbi:
1) come risolvo il problema delle temperature differenti per pavimento radiante (BT) e il resto che dovrebbe andare a delta T 30?
2) l'accumulo a stratificazione sailer modello hybrid plus scelto sarebbe compatibile con il collegamento in scarico (totale)?

la caldaia sarà una vitodens 200w da 19wk senza acs
3) ci potrebbe essere la possibilità di usarla comunque con l'accumulo sailer che ha produzione acs diretta?

Dettaglio non ancora scritto:
ho previsto sensore ds18b20 in tutte le stanze per fare la gestione riscaldamento da me con arduino.

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda sergio&teresa » gio dic 01, 2016 11:23 pm

Meglio che posti lo schema che ti hanno proposto, altrimenti si rischia di andare un po' fuori strada...

Comunque con 100 mq in zona C ccon cappottone e infissi nuovi pensare di mandare dei corpi scaldanti a DT 30 è folle.... Hai dato mai un'occhiata alle mandate che uso io (che ho termosifoni su tutto un piano)? E non ho tutto il cappotto che hai tu.... e sono in zona E.....
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Jolly71
Messaggi: 10
Iscritto il: mar nov 15, 2016 11:14 am

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda Jolly71 » ven dic 02, 2016 8:01 am

Si il tuo impianto l'ho guardato spesso, ma non sapevo se il disegno dei radiatori fosse reale o solo a livello visivo schematico per la pagina live.
Lo guarderò ancora meglio per le temperatura di mandata.

Anche io sono su piano unico come abitazione.

Di seguito il link del loro progetto sulla base di quanto abbiamo comunicato come impianti già relizzati:

http://www.parrocchiadepressa.it/tmp/progetto_sailer.pdf

NOTA: Se sul progetto sono state inserite termostati e testine sui collettori io non le considero. già letto su altri forum che su radiante a pavimento sono inutili.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1636
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda fcattaneo » ven dic 02, 2016 10:31 am

Jolly71 ha scritto:
la casa è in zona C 100mq e a quanto mi dicono abbastanza isolata.

essendo un ampliamento è stato fatto impianto radiante a pavimento per la parte nuova con scaldasalviette per i bagni.
la parte esistente composta da ingresso e tinello c'è termoarredo e ventilconvettore.



Ottimizzare l'mpianto???

Scusa.. ma la casa è di 100 Mq. tutta?.. anche la parte vecchia è coibentata e con serramenti triplo vetro?

Credo che chi ha concepito un impianto come lo schema che hai pubblicato non abbia la minima esperienza di impianti x case a basso consumo..

Ha casa tua io avrei messo una PDC ( piccola ) che manda l'acqua in mandata prima al ventilconvettore, poi ai termoarredi e di seguito al pavimento ( tutto in serie ).. cosi avrei usato una sola temperatura di mandata.
Ad ogni modo avere 2 T diverse in case a cosi piccolo carico termico non serve a nulla.. quelli sono impianti che possono andare bene in case grandissime in classe G di una volta.

Anche la produzione di ACS con scambiatore istantaneo è una cosa assurda... oggi si usano gli accumuli PIT che hanno costi inferiori e prestazioni immensamente superiori.

Mha.. se hai l'impianto fatto in quel modo puoi afre ben poco per ottimizzare.

F.

Jolly71
Messaggi: 10
Iscritto il: mar nov 15, 2016 11:14 am

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda Jolly71 » ven dic 02, 2016 10:53 am

Come succede ho trovato persone che mi hanno seguito male.
l'ing. termotecnico ha solo fatto i calcoli del radiante quando ormai già i lavori erano cominciati.
ora posso solo correggere quello che è possibile ... consumando il meno possibile

ingresso e tinello sono le stanze vecchie dove ci sono infissi in legno con doppio vetro e muratura con cappotto da 5cm in poliuretano su 2 lati mentre su uno sono riuscito a fare la di roccia da 12 come il resto

per il discorso impianti ho 3 collettori con montanti che vanno tutte nel locale tecnico.
2 sono del pavimento radiante.
al terzo sono cellegati scaldasalviette, termoarredo ingresso e ventilconvettore del tinello
il collegamento in serie potrei farlo sulle montanti ...

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1636
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda fcattaneo » ven dic 02, 2016 8:55 pm

Jolly71 ha scritto:
per il discorso impianti ho 3 collettori con montanti che vanno tutte nel locale tecnico.
....
il collegamento in serie potrei farlo sulle montanti ...


Si è vero.
Tuttavia il problema maggiore è la gestione della caldaia... hai una caldaia che non fa ACS quindi il mega tecnico che ha ideato il tuo impianto pensa di fare ACS facendo lavorare a punto fisso la caldaia ad una 50ina di gradi almeno..

In pratica la caldaia produce acqua a T fissa e molto alta (rispetto a quella necessaria x il riscaldamento ) e l'adattamento delle T all'impianto viene fatta miscelando a valle.

Se colleghi gli impianti inmserie e direttamente alla caldaia ( che faresti cosi lavorare in climatica tramite sonda esterna ) risolvi il problema dell'efficienza.. ma poi la acs come la fai?

Servirebbe avere almeno una caldaia che fa ACS in istantanea.. cosi a quel popo da 800 Lt faresti fare solo il preriscaldo ACS e la produzione estiva.

Il tuo è il classico impianto solare che fa spendere di piu che non averlo... per inefficienze aggiunte alla caldaia e alla preparazione della ACS in grossi e dispendiosi accumuli.

Il tuo impianto in pratica si puo sistemare e renderlo efficiente per il riscaldamento.. ma per la ACS cosa facciamo ?
Aggiungi un altro boiler ?? o una calaietta?? o una PDC?? .. dopo tutto quel popo di roba inutile ?

Mha..

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda sergio&teresa » ven dic 02, 2016 11:08 pm

No, si può fare.... Collega la caldaia ai termi e poi al radiante in serie, come suggerisci tu, e poi la Vitodens ha la funzionalità (e la tre vie) per poter scaldare separatamente e alternativamente un accumulo. In pratica quando fa l'acs smette di mandare all'impianto di riscaldamento e manda all'accumulo (a T diversa).

E' un collegamento abbastanza normale, invece quello che vedo nello schema è una cosa abbastanza sciocca.... scaldare accumulo e riscaldamento come se l'accumulo fosse un termosifone collegato direttamente.... mi sembra piuttosto stupido. Nel modo normale scegli la T da mandare al riscaldamento (n climatica) e la T da tenere nell'accumulo (setup fisso).

Se ricordo bene la caldaia dovrebbe anche avere la possibilità di evitare di intervenire in caso di lavoro del solare.

Insomma, forse si può aggiustare in modo un po' più logico, anche se non ottimale.... In ogni caso non so chi ti aveva convinto che avresti avuto integrazione solare al riscaldamento....: con quel collegamento NON l'avevi (e non l'avrai).
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Jolly71
Messaggi: 10
Iscritto il: mar nov 15, 2016 11:14 am

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda Jolly71 » sab dic 03, 2016 11:11 am

mi scuso se non si è capito, ma tutti i compontenti dei quali abbiamo parlato fino ad ora sono solo appunti
di quello che mi piacerebbe usare nell'ottica di avere il mio impianto efficente.
caldaia, valvole, valvoline, circolatori, accumulo, deviatrici, miscelatrici, etc, tutto da prendere ...
o meglio da passare come lista della spesa all'idraulico che farà fornitura e messa in opera.
... si accettano consigli e suggerimenti

1) accumulo sailer hybrid plus da 850 ... se è troppo prendo 550
( o altro modello a stratificazione che preferirei) e aggiungo accumulo 200lt separato per acs
2) caldaia vitodens 200w da 19kw ... va bene o passo a 25kw acs con pericolo di pendolamento?
3) nell'ottica del controllo arduino fai da me su consiglio di altro amico
che le ha già usate sto prendendo le miscelatrice 3 vie della comparato

con idraulico e ing. termotecnico che mi seguono ora posso tranquillamente proporre
materiali e collegamenti.
Unico problema che martedì ho appuntamento per dare la lista della spesa, in quanto essendo in affitto
vorrei finire i lavori e trasferirmi nella nuova casa prima delle feste di natale.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1636
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Completamento impianto termico

Messaggioda fcattaneo » sab dic 03, 2016 4:18 pm

Fermo restando che se metti a casa tua una PDC Tipo Rotex Compact hai accumulo da 500Lt a stratificazione + produzione ACS tramite PIT e soprattutto un generatore adatto alla tua abitazione (oltretutto che fa caldo e anche freddo ) e che costa sui 7.000 euro tutto compreso, vado comunque ad elecarti cosa puoi fare x avere un impianto a metano ( spendendo comunque di piu e con molta meno efficienza ).

allora puoi mettere l'accumulo da 550 .. questo della Sailer
http://www.aeenergia.it/aee/images/pdf/ ... 20Plus.pdf
che devi collegare ad un paio di pannelli solari piani e che devi mettere in preriscaldo ACS.
Il ritorno dell'impianto di riscaldamento entra nell'accumulo e in uscita entra nella caldaia.. la mandata della caldaia invece manda direttamente all'impianto di riscaldamento ( sistema in scarico o serie ).
In questo modo ottieni di avere di avere l'accumulo al massimo al valore di T del ritorno del riscaldamento... se c'e' sole l'energia che raccolgono i pannelli viene inviata all'impianto di riscaldamento e la bassa temperatura di lavoro garantisce una buona efficienza.


Per la caldaia devi mettere un modello che faccia ACS in istantanea ( modello da 24 Kw è OK ) questo perche la ACS preriscaldata dall'accumulo deve entrare in caldaia ed essere eventualmente integrata se non è a T sufficiente.
In estatate l'accumulo si trovera a lavorare ad alta T perche il riscaldamento non funzione e quindi non drena calore... e allora ci vuole un valvola tipo Caleffi xche bypassa la caldaia se nell'accumulo l'acqua è ad una temperatura sufficiente a garantire la ACS.

Saluti.
F.

PS. il produttore istantaneo di ACS previsto nel tuo schema , non serve con l'accumulo hybrid plus della Sailer, perche questo ha gia una serpentina PIT di produzione di ACS tramite serpentina immersa nell'accumulo.


Torna a “Risparmio Energetico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite