VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

L'uso razionale dell'energia e tutto quanto serve per raggiungere i migliori obiettivi di efficienza energetica.
vDani
Messaggi: 42
Iscritto il: mar ott 29, 2013 11:19 am

VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda vDani » dom dic 16, 2018 2:11 pm

Buongiorno e buona domenica,

scrivo anche da questa parte visto che mi siete stati di grande aiuto tempo addietro.

Ho il seguente problema: villetta costituita su 4 piani, cappotto e serramenti con doppio vetro.
Non riesco ad avere la stessa T sui piani che montano il radiante, in più l'acqua calda durante la sua fornitura (ad es. doccia) passa da calda a fredda per una decina di secondi per poi tornare calda.

Di seguito impianto e settaggi della caldaia:
- 1 Caldaia murale VD 200-W
- 2 pannelli solari VS 200-F
- 1 Bollitore Vitocell 100-U

info recuperate dalla caldaia alle h. 23 giorno 15.12.2018
T. esterna = 4°
T. mandata = 24
T. ambiente normale 21
T. sanitario = 54

Termostato taverna: 20.9 (termosifoni)
Termostato piano terra: 21.7 (radiante)
Termostato piano notte: 20.9 (radiante)

Impostazioni circuiti:
A1 (termosifoni)
D3 = 7 (inclinazione)
D4 = 5 (scostamento)
C5 = 25 (mandata min)
C6 = 40 (mandata max)

M2 (radiante)
D3 = 4
D4 = 0
C5 = 25
C6 = 40

Fascia riscaldamento 06:00 - 22:30
Sanitario: 24h

Tutti i termostati (Fantini C51) sono impostati a 22 gradi
Zona giorno è presente nel bagno un termoarredo + termostato ma è staccato non vi sono pile, il calorifero è caldo.
Zona notte è presente nel bagno un termoarredo + termostato anch'esso staccato ma questo è perennemente freddo e non capisco il perchè.

Il mio obiettivo è quello di alzare la T nella zona notte e diminuire la zona giorno, raggiunto questo obiettivo potrò nuovamente diminuire la T. normale a 20° ma avrei bisogno del vs. aiuto per capire dove mettere le mani.

Trasmetto i link delle foto di tutto l'impianto

Impianto

E' normale che i flussimetri o flussostati non ho ancora compreso cosa siano sono così sporchi al loro interno ?
Ho provato a svitare le rondelle esagonali, le ho cerchiate in rosso, ma sembravano semplici tappi

Vi ringrazio
Daniele

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1805
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda sergio&teresa » dom dic 16, 2018 11:13 pm

Potresti avere qualche circuito otturato, hai provato a sentire se in tubi sono tutti grosso modo alla stessa T oppure ci sono dei circuiti freddi? Il termo freddo potrebbe avere aria dentro, hai provato a sfiatare?
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

vDani
Messaggi: 42
Iscritto il: mar ott 29, 2013 11:19 am

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda vDani » lun dic 17, 2018 8:46 am

Ho provato a sfiatare sia il termo sia i collettori del piano di sopra. Dal termo è uscita un po' di acqua sporca.

Credo anch'io ci sia aria.
Due giorni fa in mansarda faceva troppo caldo, decido quindi di chiudere un po i termosifoni (c'è un termostato ma è staccato non vi sono batterie).

Il giorno dopo salgo e i termosifoni sono entrambi freddi. Ho provato a sfiatare c'era aria. Però ad oggi sono ancora freddi.

In questo caso con le mie sole possibilità, caldaia e collettori, non posso far nulla per rimuovere l'aria giusto?

Gli unici tubi che posso sentire sono quelli del collettore, stasera verso le 20 quando è a regime controllo.

vDani
Messaggi: 42
Iscritto il: mar ott 29, 2013 11:19 am

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda vDani » lun dic 17, 2018 9:19 pm

Probabilmente ho trovato la causa.
All'impianto è collegato un circolatore.
Circolatore
Nella seconda foto, la manopola a destra relativa al piano di sopra era allentata.

vDani
Messaggi: 42
Iscritto il: mar ott 29, 2013 11:19 am

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda vDani » mar dic 18, 2018 8:12 am

Come non detto, pur avendo stretto la manopola a differenza della manopola relativa al piano terra, quella del primo piano resta fredda. Ed anche i termosifoni della mansarda e termoarredo del bagno sono freddi.

Chiederò l'intervento di un tecnico affinché riesca a sfiatare l'aria presente nell'impianto

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1728
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda fcattaneo » mar dic 18, 2018 10:11 am

Potresti avere uno o piu circolatori di zona bloccati ( succede che questo tipo di pompe si bloccano dopo un periodo di nn uso ).

Prendi un martello di gomma e assesta dei colpi al corpo dei circolatori .. se sono bloccati, facendo in questo modo si liberano.

Fammi sapere..

vDani
Messaggi: 42
Iscritto il: mar ott 29, 2013 11:19 am

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda vDani » mar dic 18, 2018 12:36 pm

Quindi guardando la foto dove ci sono le coperture di spugna?

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1728
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda fcattaneo » mar dic 18, 2018 9:04 pm

hopss.. quel tipo di circolatori elettronici non si bloccano mai...
Tuttavia 11 Watt sembrano davvero pochi.. nn capisco.

F.

vDani
Messaggi: 42
Iscritto il: mar ott 29, 2013 11:19 am

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda vDani » mer dic 19, 2018 7:09 am

Quello che ho notato è che dove c'è il comando elettrotermico e la relativa termostatica toccando la termostatica del piano terra è calda, mentre quella del primo piano è fredda (nella foto quella a dx)

Quindi mi domando è possibile che si sia bruciata o altro?

Ieri sera al primo piano verso le 01.00 di notte sentivo il parquet caldo ma la temperatura è sempre sui 19 gradi pur avendo impostato 20.5

Ho anche agito sugli altri cronotermostati affinché si stoppassero dando priorità al piano di sopra ma nulla.

Ma ciò che non mi spiego è il termo arredo in bagno che è perennemente freddo e sfiatandolo non esce aria ma acqua.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1728
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda fcattaneo » mer dic 19, 2018 8:45 am

Purtroppo senza schema sicuro e' difficile fare una diagnosi.
Certamente hai un impianto fatto male.. ma non preoccupari è la norma.

Noi suggeriamo sempre di fare impianti senza attuatori elettrici.. soprattutto del tipo che il comando apre ( quindi che consumano energia elettrica inutilmente... ).

Questo tipo di regolazione aumenta i costi, i consumi sia elettrici che termici ( rispetto ad una regolazione climatica pura.. ), spesso si rompono e richiedono manutenzione ecc.

L'impianto migliore fa circolare l'acqua sempre... a cura della sola pompa del generatore.. l'impianto va bilanciato slo dall'utente agendo sulle regolazioni nel distributore ( che tu non hai perche hai le testine.. )

Io non credo proprio sia un problema di aria... è un problema di circolazione dell'acqua.

F.

vDani
Messaggi: 42
Iscritto il: mar ott 29, 2013 11:19 am

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda vDani » mer dic 19, 2018 10:21 pm

Ti faccio vedere tutto l'impianto:

https://imgur.com/a/GRSiRVo

Ho aumentato i Watt a 20 raggiunto la T max di mandata a 40 è diminuito a 16 come in foto.

Nella foto 01 dove c'è la valvola a sinistra toccandola si sente il caldo (piano terra) mentre la valvola a destra (primo piano) è leggermente tiepida.

È possibile che la valvola si sia bruciata o danneggiata e non permette la circolazione dell'acqu come avviene per l'altra valvola?

Il tubo come vedi è comune dopodiché viene diramato, quindi mi chiedo: se la valvola a sx è calda perché quella a dx è fredda?

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1728
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda fcattaneo » gio dic 20, 2018 6:24 am

Se tocchi l'attuatore elettrico della valvola questo deve essere caldo perche il consumo di 3 Watt lo fa scaldare.
Se ne trovi uno freddo può significare solo che non gli arriva il comando ( termostato ) oppure che è bruciato l'attuatore ( ed in questo caso l'acqua non circola in quel circuito ).

F.

vDani
Messaggi: 42
Iscritto il: mar ott 29, 2013 11:19 am

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda vDani » lun dic 24, 2018 3:31 pm

L'attuatatore era bruciato, ho provato ad invertire i due attuatori dei due diversi piani e quello funzionante garantiva calore al termo arredo.

Alchè ho deciso di staccare tutte le testine, sia impianto alta temperatura (caloriferi) sia impianto bassa temperatura (radiante) - mi mancherebbe un'ultima testina da staccare in taverna.

Risultato stamane h 08:00
Piano terra: 21°
Piano primo: 19.3°

Curva M2:
inclinazione: 4
Scostamento: 0

Consumo: 11 m3
Sistema attivo: H24

Ora sorge un dubbio: nell'impianto ci sono due pompe GRUNDFOS
> ALPHA2 25-60 180
> UPS 15-40 130

ALPHA2 è stata impostata a CP3
UPS a velocità 1

Mi domando: le due pompe vengono utilizzate da tutto l'impianto? oppure ALPHA2 solo per i radianti e UPS solo per i caloriferi?

ci sarà un motivo del perchè al primo piano ottengo 19.3 mentre a piano terra 21 ?
Sicuramente l'altezza e la lunghezza dei tubi è una caratteristica, ma possibile che vi siano 2 gradi di differenza ?

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1728
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda fcattaneo » lun dic 24, 2018 5:06 pm

Io non capisco perché dovrebbe essere un problema avere 2 gradi di differenza tra i piani..
L'impianto va bilanciato termicamente.... cioè tarato ( se non ci sono le testine che chiudono oon termostati, occorre bilanciarlo ed è questa la soluzione migliore x comfort e x consumi ).

Per bilanciarlo occorre prima di tutto regolare la curva climatica in modo che il piano più freddo arrivi alla T desiderata ( 20 gradi... ) dopodiche si chiudono progressivamente i circuiti del piano più caldo fino a regolarne la temperatura ( in pratica si strozzano le mandate sui distributori ).
Questa regolazione va fatta progressivamente e richiede anche una settimana o piu'..

Ora tu avendo testine termostatiche è probabile che non hai regolazioni di portata ( e in questo caso sarebbe un problema ) .. ma non è detto.
Probabilmente hai le testine sulla mandata e i regolatori manuali sul ritorno degli anelli.

Devi controllare.

vDani
Messaggi: 42
Iscritto il: mar ott 29, 2013 11:19 am

Re: VITODENS 200-W: Gestione curva climatica e T diversa su più piani + problema ACS

Messaggioda vDani » lun dic 24, 2018 6:55 pm

Si, ho i regolatori manuali sul ritorno e sono tutti aperti sia al piano terra sia al primo piano.

Stasera rientrando ho notato un abbassamento della temperatura
Piano terrta 20.8
Primo piano 18.5

È un problema la differenza fra i due piani proprio perché al piano superiore è zona notte e moglie e bambino di 4 anni potrebbero sentire freddo.

Ora ho impostato l'inclinazione a 5 domani sera verifico alla stessa ora a quanto arriva la T del primo piano.

Sergio mi disse di lasciare lo scostamento a 0 per il radiante, ricordo bene?

Inoltre rileggendo il tuo commento pongo tale ragionamento: hai detto di regolare prima di tutto la curva climatica ed è quello che ho fatto. Qualora domani notifico 20 gradi al piano di sopra, comincio a chiudere i regolatori del piano di sotto.

Ma facendo in questo modo non rischio che successivamente a tali modifiche ottengo l'effetto inverso? Ovvero la T del piano superiore è più alta del piano inferiore?

Grazie


Torna a “Risparmio Energetico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti