Funzionamento impianto con integrazione al riscaldamento

L'uso razionale dell'energia e tutto quanto serve per raggiungere i migliori obiettivi di efficienza energetica.
daniele83
Messaggi: 251
Iscritto il: lun gen 24, 2011 3:38 pm

Re: Funzionamento impianto con integrazione al riscaldamento

Messaggioda daniele83 » ven mag 31, 2013 11:08 am

Innanzi tutto grazie a tutti :!: :!: :!: :!:

Ho deciso di tirar via tutto e andare diretto a pavimento con gli accorgimenti suggeriti da Fabrizio :P .....
L'unico dubbio era sul circolatore , ho contattato un personaggio della Beretta (lo stesso che mi ha dato le dritte sul REC07) e mi ha confermato che purtroppo con il circolatore attuale non riesco a far fronte alla portata richiesta dall'impianto ma mi ha anche sconsigliato di richiedere il circolatore opzionale sempre modulante ad alta prevalenza che oltre al maggior costo 360€ facendolo funzionare sempre alla massima potenza (quindi credo che non modulerebbe niente) farebbe fatica a mantenermi i 1440l/h infatti farebbe 1400l/h con una prevalenza di 1.5mca contro gli 1.7mca del mio impianto.
A questo punto mi ha consigliato un circolatore normale che oltre che costare la metà 180€ a 1400l/h spinge 1.8mca e sarebbe perfetto per il mio impianto....

Sinceramente mi rode un pò spendere altri soldi , però credo che con 200/300€ in più (pompa+modifica impianto) finalmente avrei l'impianto "perfetto"...per la serie "meglio tardi che mai" e "scusate il ritardo"

Che dite?

Ciao e grazie
Daniele

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1763
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Funzionamento impianto con integrazione al riscaldamento

Messaggioda sergio&teresa » ven mag 31, 2013 1:58 pm

Come ti ha scritto Fabrizio, può benissimo essere che non ti serva tutta quella portata, e che quindi semplicemente con una portata più bassa ti funzioni tutto con un DT tra mandata e ritorno più alto di 5 gradi.

Io un tentativo senza cambiare circolatore lo farei.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

daniele83
Messaggi: 251
Iscritto il: lun gen 24, 2011 3:38 pm

Re: Funzionamento impianto con integrazione al riscaldamento

Messaggioda daniele83 » ven mag 31, 2013 2:25 pm

sergio&teresa ha scritto:Io un tentativo senza cambiare circolatore lo farei.


Potrei anche farlo , però se non dovesse funzionare da cosa mi accorgerei?

Io da perfetto ignorante penso che se non dovesse avere la giusta portata non riuscirei nel circuito più lungo ad avere acqua è quindi il riscaldamento è così?

Ciao e grazie

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1763
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Funzionamento impianto con integrazione al riscaldamento

Messaggioda sergio&teresa » ven mag 31, 2013 7:14 pm

Si, te ne accorgi dall'acqua che non circola (basta sentire se il tubo del ritorno in caldaia e' tiepido e la caldaia non fa andare la mandata alle stelle).
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1628
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Funzionamento impianto con integrazione al riscaldamento

Messaggioda fcattaneo » dom giu 02, 2013 11:27 am

daniele83 ha scritto:
Sinceramente mi rode un pò spendere altri soldi , però credo che con 200/300€ in più (pompa+modifica impianto) finalmente avrei l'impianto "perfetto"...per la serie "meglio tardi che mai" e "scusate il ritardo"

Che dite?


No, con 200-300 euro miglioreresti l'impianto di una virgola insignificante se vai a mettere una pompa da 1440 Lt/h in serie... una pompa cosi consuma un botto.

Comunque 1440 Lt/h con un DT di 5 gradi equivalgono ad un consumo orario di circa 0,8 MC di gas..... che fanno 19,2 MC al gg... .

Ora vedi tu se e' il caso di usare quei dati di processo come ''verbo'' oppure se non e' il caso di considerarli un pochino sovradimensionati....

Oltretutto se diminuisce un po la portata salira un po il DT ma il tutto funzionera lo stesso.

Un impianto buono usa la sola pompa della caldaia almeno fino ad una estensione di 200 - 250 Mq. di pavimento... solo oltre questi valori e' avvalorabile l'uso di una pompa piu' grande... ma in questi casi e' meglio usare tubi in media T con contenuto di acqua piu' basso x mantenere la sola pompetta della caldaia come unico circolatore ( tipo il 70 di Rotex ) dove si puo arrivare fino a circa 600 Mq. di pavimento senza aggiungere pompe.

Questo perche un ottimo impianto e' progettato anche per considerare i costi energetici della pompa che incidono moltissimo nel bilancio dell'energia primaria consumata per riscaldarsi.

Lascia la sola pompa della caldaia.... se poi noterai che alcune stanze faticano a scaldarsi eventualmente ti organizzarai per aggiungere la pompa.


Ciao,
F.

daniele83
Messaggi: 251
Iscritto il: lun gen 24, 2011 3:38 pm

Re: Funzionamento impianto con integrazione al riscaldamento

Messaggioda daniele83 » mar giu 04, 2013 6:11 am

fcattaneo ha scritto:No, con 200-300 euro miglioreresti l'impianto di una virgola insignificante se vai a mettere una pompa da 1440 Lt/h in serie... una pompa cosi consuma un botto.


non sarebbe un'altra pompa in serie , ma andrei a sostituire l'attuale pompa della caldaia con un'altra non modulante ma più prestante (per il mio impianto) e userei solo quella :P :P ....comunque se dovessi lasciare l'attuale pompa sarei costretto a farla funzionare sempre al massimo e quindi non modulerebbe lo stesso e magari rischierei di portarla a fine vita con largo anticipo....

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1763
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Funzionamento impianto con integrazione al riscaldamento

Messaggioda sergio&teresa » mar giu 04, 2013 11:09 pm

Ma non penso proprio....
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3


Torna a “Risparmio Energetico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite