concetto funzionamento caldaia regolazione climatica

A condensazione; Metano, Gpl, Gasolio; tutto sull'argomento.
tony1977
Messaggi: 27
Iscritto il: sab gen 16, 2016 8:58 pm

concetto funzionamento caldaia regolazione climatica

Messaggioda tony1977 » mer mar 09, 2016 7:20 am

Buongiorno a tutti volevo chiedere a voi quale è lì criterio con il quale la caldaia si ferma quando l ambiente è soddisfatto,ovvero imposto 20 gradi nel regolatore climatico la caldaia tramite sonda lavora,poi quando in casa riconosce la temperatura raggiunta si ferma o rimane accesa comunque al minimo.non si rischia di alzare inevitabilmente i gradi ambiente o comunque consumare gas sprecando. Se una casa è super coibentata è ragionevole lavorare a temperature molto basse,quale è la minima temperatura di lavoro di una caldaia per i iniziare a scaldare il massetto,25 gradi? Buona giornata

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1635
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: concetto funzionamento caldaia regolazione climatica

Messaggioda fcattaneo » mer mar 09, 2016 8:45 pm

La regolazione climatica pura non richiede la lettura della temperatura interna perche questa è dedotta dalla T esterna.

In pratica una volta trovata la curva climatica corretta la T interna all'abitazione sara' una funzione della T esterna.. funzione legata alle caratteristiche delle dispersioni dell'edificio.

Esistono poi dei termometri interni appositi che possono compensare la curva climatica ( calcolata sempre tramite la lettura della T esterna ) in modo da rendere la regolazione reattiva ad eventuali variazioni del carico termico dell'abitazione ( per esempio nel caso si accendano caminetti oppure si ricevano visite da una decina di persone... ).

In definitiva una regolazione climatica ha obbligatoriamente una sonda esterna e opzionalmente anche una interna di compensazione.

Nel caso di case con bassissimi consumi si puo optare per una regolazione climatica coadiuvata da un termostato che spenga la caldaia quando la T interna raggiunge un set massimo ... ( questo perche è probabile che in case a bassissimo consumo anche la curva climatica piu' bassa sia troppo energica per le necessita dell'abitazione.)

Saluti,
.

tony1977
Messaggi: 27
Iscritto il: sab gen 16, 2016 8:58 pm

Re: concetto funzionamento caldaia regolazione climatica

Messaggioda tony1977 » mer mar 09, 2016 9:14 pm

Grazie per la risposta,ma provo ad arrivare al dunque. Il comando remoto car v2 della victrix immergas oltre a leggere o parametri di funzionamento della caldaia ha a bordo una sonda ambiente e ti chiede di impostare temperatura comfort ed economico con le fasce orarie, poi tramite sonda extra regola la temperatura mandata,ma immagino lo faccia fino al raggiungimento della t scelta per l ambiente.arrivati a quei gradi,cosa succede,si ferma la caldaia?

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1635
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: concetto funzionamento caldaia regolazione climatica

Messaggioda fcattaneo » ven mar 11, 2016 6:26 am

Dipende...

La regolazione opera per mantenere la temperatura di comfort in casa tenendo accesa la caldaia e agendo sul carico termico.
Se non ce la fa ( cioè la T in casa sale troppo o troppo velocemente oltre il set ) la spegne.

Questo succede spesso nelle case moderne a basso consumo perche il carico termico minimo della caldaia è comunque alto rispetto a quello richiesto.
Succede anche nelle case normali nelle mezze stagioni.

E' questa una delle ragioni per cui le PDC sono preferibili come generatori di calore.. per l'ampio range di modulazione del carico che possono sopportare rispetto alle caldaie.

Saluti,
F.

tony1977
Messaggi: 27
Iscritto il: sab gen 16, 2016 8:58 pm

Re: concetto funzionamento caldaia regolazione climatica

Messaggioda tony1977 » sab mar 12, 2016 5:37 pm

Ho acquistato una immergas victrix ttr 12 kw,arriva a modulare a 1,9 kw


Torna a “Caldaie e bruciatori”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti