Termosifoni, condensazione, termostufa

A condensazione; Metano, Gpl, Gasolio; tutto sull'argomento.
pellegro76
Messaggi: 4
Iscritto il: sab apr 20, 2013 10:57 am

Termosifoni, condensazione, termostufa

Messaggioda pellegro76 » dom apr 21, 2013 6:27 pm

Un buongiorno a tutti e che il sole vi benedica, anche se qui da me, ultimamente piove sempre.

Mi chiamo Paolo e abito nella provincia di Mantova. Sono nuovo nel forum, anche se mi capita di seguire le Vs discussioni, che ritengo spesso interessanti e professionali.

Vorrei chiedere a tutti voi e a Fabrizio (che ha già esperienza nell'argomento, viewtopic.php?f=7&t=240) se alla fine, si può far lavorare correttamente la caldaia a condensazione con i termosifoni e a che temperatura.

Mi spiego meglio:
Stò ristrutturando la mia vecchia casa, con muri a due teste di classici mattoni pieni rossi, (zona climatica E) alla quale vorrei applicare un cappotto di 10 cm in polistirolo.
Avendo a disposizione molti elementi in ghisa per termosifoni, sarei seriamente intenzionato a far montare una caldaia a condensazione, con sonda esterna e kit di scarico e farle alimentare i termosifoni, adaguatamente sovradimensionati, con una temperatura di mandata di 45/50 gradi, il tutto predisposto per un'eventuale termostufa a pellet.

Il mio dubbio è, come già accennato prima, sul buon funzionamento dell'intero impianto così pensato.

Quali altri accorgimenti potrei adottare per migliorarne ulteriormente l'efficacia? (ES: portata della pompa della caldaia ridotta)

Le termostatiche nei termosifoni, sarebbero una soluzione inutile, vista la probabile necessità di mantenere acceso il riscaldamento 24 ore al giorno?

Rinnovo i saluti e ringrazio per l'eventuale risposta.

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1766
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Termosifoni, condensazione, termostufa

Messaggioda sergio&teresa » dom apr 21, 2013 6:49 pm

Non dovresti avere problemi, un buon cappotto (e se riesci dei buoni infissi e un buon isolamento del tetto) permettono sicuramente di usare medie T nei termosifoni. Le termostatiche mettile, non perché fermano la caldaia ma perché regolano la potenza erogata dal termosifone se necessario (ad esempio in una camera da letto puoi tenere un po' più freddo) e/o quando non serve gran fabbisogno.

Tieni conto che io uso mandate di 40 gradi con termosifoni in alluminio quando fuori fa freddo freddo...
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

pellegro76
Messaggi: 4
Iscritto il: sab apr 20, 2013 10:57 am

Re: Termosifoni, condensazione, termostufa

Messaggioda pellegro76 » dom apr 21, 2013 7:57 pm

Grazie, vi rispondo privatamente perchè devo parlarvi di alcune marche di caldaie e non so se nel forum si può fare pubblicità.

Avatar utente
fcattaneo
Site Admin
Messaggi: 1629
Iscritto il: mar nov 27, 2007 7:44 pm
Contatta:

Re: Termosifoni, condensazione, termostufa

Messaggioda fcattaneo » mar apr 23, 2013 1:18 pm

Ciao.

Se metti un cappotto di 10 Cm evita di sovradimensionare i termosifoni perche questa operazione non serve sicuramente.
Le termostatiche potrebbero aiutarti a mantenera la temperatura desiderata nei diversi locali; io suggerisco questa soluzione piuttosto che il sovradimensionamento.
Ottima la volonta di inseirre lo scarico dei fumi concentrico all'aspirazione dell'aria.

Le tue domande sulle marche le puoi postare qui in pubblico.

Ciao,
F.

pellegro76
Messaggi: 4
Iscritto il: sab apr 20, 2013 10:57 am

Re: Termosifoni, condensazione, termostufa

Messaggioda pellegro76 » mar apr 23, 2013 9:20 pm

Ciao F, grazie del commento positivo, alla fine penso di fidarmi del mio idraulico che mi propone una Immergas Vitrix con acs istantanea, che ha una buona assistenza di zona e la sede è a 10 km da casa mia (che non è male). A parte questi due vantaggi, sembrerebbe essere in grado di modulare bene anche con potenze basse che, da come ho capito, deve essere un parametro da non sottovalutare nella scelta della caldaia.

Per quanto riguarda i termosifoni sovradimensionati, non ci sono problemi, ho diverse batterie di elementi in ghisa e montarne qualcuno in più non mi costa nulla. (sempre che non ci siano controindicazioni che non conosco)

Sull' idea di voler integrare con una termostufa a pellet, cosa ne pensi?

Volendo alimentare a "bassa temperatura", sarà davvero necessario dover lasciare il riscaldamento sempre acceso, o la notte potrò abbassare il termostato?

Riassunto della situazione:

1) Cercare di avere una casa il meno dispersiva possibile
2) Installare una caldaia che garantisca un'ottima modulazione verso il basso
3) Kit di scarico
4) Sonda esterna
5) Portata della pompa dell'acqua al minimo
6) Montare un sistema di riscaldamento il più performante possibile (nel mio caso mi dovrò accontentare dei vecchi termo in ghisa)
7) Termostatiche su gli elementi
8) Integrare con il sistema che ritenete più idoneo ?????????

Chiunque vogli aggiungere punti indispensabili, faccia pure.

Ciao grazie.


Torna a “Caldaie e bruciatori”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite