Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

L'uso razionale dell'energia e tutto quanto serve per raggiungere i migliori obiettivi di efficienza energetica.
Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda sergio&teresa » lun gen 07, 2013 6:24 pm

6 giorni è già un buon test, se hai i dati manda pure....

Ciao
Sergio
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

nastagio
Messaggi: 56
Iscritto il: mer ott 12, 2011 1:16 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda nastagio » mar gen 08, 2013 8:44 am

sergio&teresa ha scritto:6 giorni è già un buon test, se hai i dati manda pure....

Ciao
Sergio


Buon giorno.
Di seguito i dati di questi ultimi 7 giorni.

Data, Bruciatore, Inserimenti, T.esterna, Ora rilevazione,T. mandata

02/01/2013, 00 59 75, 02 42 06, 8° C,8.22
03/01/2013, 00 59 85, 02 43 10, 3° C, 7.55
04/01/2013, 00 59 96, 02 44 16, 2° C, 8.05
05/01/2013, 00 60 08, 02 45 25, 10° C, 12.20, 35
06/01/2013, 00 60 17, 02 46 15, 10° C, 11.00, 34
07/01/2013, 00 60 25, 02 46 96, 5° C, 8.00, 55 (reale 33)
08/01/2013, 00 60 36, 02 47 84, 6° C, 7.50, 40

Ti riporto inoltre tutti i dati che sono riuscito a visualizzare entrando nella Codifica 1.

Schema Impianto 00:2
Cald/Bruciatore 01:1
T.Max Caldaia 06:74
Caldaia/Bruc. 07:1
Tipo gas 1E:0
Sfiato/Riemp. 2F:0
N. Regolaz. 77:1
In.Generale 7E:0
Prec.Sanit. A1 A2:2
F.Estate A1 A5:5
T.Min.Mandata C5:20
T.Max Mandata C6:74
Curva D3:7
Scostamento D4:8

Per quanto riguarda i consumi la situazione non è migliorata. Mi pare che anche le accensioni e le ore di funzionamento restino un po' alte... Ma non essendo ferrato è solo una mia supposizione.

Il fatto è per esempio che nei giorni 31 dicembre 2012 e 01 gennaio 2013 le temperature esterne erano basse (ultimo dell'anno tra 0 e -2) ed avevo anche persone in casa e con curva 1.3 scostamento 0 (temperatura normale 20, ridotta 10) in casa c'era caldo e si stava bene ed il consumo giornaliero è stato di 16 metri cubi di gas metano.

Con le nuove impostazioni (curva 0.3 scostamento otto ) e temperature più miti (vedi dati di cui sopra) il consumo giornaliero si aggira tra 12 e 14 metri cubi. Come puoi vedere la differenza è minima rispetto ai giorni in cui fuori è più freddo.
O consuma poco con il freddo e/o troppo con clima più mite....
Tra l'altro mi annoto ogni 3-4 giorni sul calendario i consumi del contatore e ho notato che con l'impostazione curva 1.4 scostamento 0 i consumi a volte sono stati anche minori rispetto alle attuali impostazioni tranne i giorni di freddo freddo che il consumo è stato di 18 metri cubi. Tra l'altro avevo impostato temperatura normale 20°C e nottura 18°C.
Forse perché con temperature maggiori dell'acqua ai termosifoni le valvole termostatiche raggiungono prima la temperatura desiderata e quindi chiudono prima il termosifone di riferimento ?
Ovviamente questa è una mia supposizione.
Tra l'altro con quella curva (1.4 scostamento 0) in casa c'era anche troppo caldo ed è anche per questo che l'ho abbassata oltre ovviamente per diminuire i consumi di metano.
Non so che fare. Forse rimettere quella curva diminuendo lo scostamento (-1, -2) o abbassare semplicemente la temperatura ambiente normale (da 20 a 19, 18 ...) sempre con quella curva e vedere i consumi.
L'altro fatto è che, se non erro, con mandata superiore a 57° C la condensazione non avviene più e quindi si vanifica il tutto. Per questo occorre fare attenzione a non impostare curve troppo alte...
Ti ringrazio veramente tanto per la collaborazione di tutto questo periodo, in attesa di tue considerazioni, ti auguro buona giornata e ti saluto,
Nastagio !

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda sergio&teresa » mar gen 08, 2013 10:13 pm

Mediamente la situazione è leggermente migliorata: a fronte sempre di circa 10 h al giorno in media di accensioni del bruciatore, le accensioni sono diminuite a 95 al giorno e il tempo medio di accensione è salito a 6.5 minuti.

Non si tratta però di un grande miglioramento.

Prima di toccare la potenza massima ti chiederei però di proseguire ancora per qualche giorno (questa settimana va bene). Se riesci, prova ad osservare il comportamento della caldaia per una serie di accensioni: lo so, i tuoi famigliari penseranno che sei impazzito a stare lì davanti alla caldaia magari per un'oretta... :wink: Mi serve capire se fa una serie di accensioni sparate della durata di pochi secondi, oppure se quando accende il bruciatore questo rimane acceso per un po' di minuti. Parlo di accensioni per il riscaldamento, non per l'acs (le distingui sul display). Quando senti che accende il bruciatore, guarda un orologio o fai partire un cronometro e vedi che fa la caldaia (quanto rimane acceso, come evolve la T caldaia).

Per quanto riguarda i tuoi dubbi con le temperature, se la tua (giusta) preoccupazione è di avere il maggior contributo dalla condensazione la scelta della curva 0.7 scostata di 8° è la migliore. Una curva 0.7 scostata di 8° ad una T esterna di 0° chiede una T mandata di circa 44°, mentre una 1.3 alla stessa T esterna chiede 48° e una 1.4 52°....

Inoltre, una 0.7 scostata di 8° tiene su le T quando fuori non fa molto freddo (richiede 36° a 10° di T esterna, esattamente come una 1.3).

Quindi se con T rigide non avrai freddo è la scelta giusta (non è un caso che avessi caldo con la 1.4 quando fuori ha iniziato a fare freddo).

Se non è chiaro vedo di farti un grafico di confronto con i due andamenti delle curve.

Ciao
Sergio
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

nastagio
Messaggi: 56
Iscritto il: mer ott 12, 2011 1:16 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda nastagio » mer gen 09, 2013 10:59 am

Se riesci, prova ad osservare il comportamento della caldaia per una serie di accensioni
:

Ciao e grazie ancora per la collaborazione.
Farò le prove che mi hai chiesto di fare e ti terrò aggiornato.


Quindi se con T rigide non avrai freddo è la scelta giusta (non è un caso che avessi caldo con la 1.4 quando fuori ha iniziato a fare freddo)
.

La prossima settimana è previsto un calo delle temperature. Vedrò se con curva 0.7 scostamento 8 avrò una buona temperatura in casa.

Se non è chiaro vedo di farti un grafico di confronto con i due andamenti delle curve.


Ho abbastanza chiara la situazione. Non voglio farti perdere tempo nel produrre il grafico.

Che ne pensi del fatto che i termosifoni sono caldi anche dopo le 22.00 con temperatura notturna impostata a 10° C ? E' legato alle prove che mi hai chiesto di fare ?
E' meglio impostare temperatura notturna tipo a 18° con probabilità che il consumo resti uguale o diminuisca visto che ci sarà meno dispersione della temperatura in casa o è preferibile aspettare e verificare l'esito delle prove che mi ha chiesto di fare?

Grazie ancora, buona giornata,

Nastagio !

Ciao
Sergio[/quote]

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda sergio&teresa » mer gen 09, 2013 8:55 pm

Dopo le 22 comunque la caldaia un po' interviene anche se per mantenere la T ridotta. Se vuoi inibirne la partenza, devi abbassare la T ridotta a pochi gradi (ad es 5 gradi). Puoi provarci, se vedi che al mattino hai freddo puoi sempre riportare la situazione come adesso, oppure mettere una T ridotta più bassa (15-16 gradi): la caldaia interverrà meno.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

nastagio
Messaggi: 56
Iscritto il: mer ott 12, 2011 1:16 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda nastagio » lun gen 14, 2013 8:35 am

sergio&teresa ha scritto:Dopo le 22 comunque la caldaia un po' interviene anche se per mantenere la T ridotta. Se vuoi inibirne la partenza, devi abbassare la T ridotta a pochi gradi (ad es 5 gradi). Puoi provarci, se vedi che al mattino hai freddo puoi sempre riportare la situazione come adesso, oppure mettere una T ridotta più bassa (15-16 gradi): la caldaia interverrà meno.


Buon giorno.
Prima di tutto scusa per il ritardo delle risposte. Inoltre in questi giorni ho avuto degli impegni e non sono riuscito a fermarmi un po' di più nel locale caldaia per le verifiche che mi hai chiesto.

Ho notato però alcune cose sia ieri sera (domenica 13 gennaio 2013) verso le 23.15 che questa mattina (lunedì 14 gennaio 2013) intorno alle 07.45.

Come sai ho impostato temperatura ambiente normale 20° dal lunedì alla domenica dalle ore 06.00 alle ore 22.00 programmando soltanto la fascia 1 e lasciando con i trattini la fascia 2,3 e 4. Dopo le 22.00 la temperatura nottura è di 10°C.
Ieri sera alle ore 23.15 circa ho controllato ed il frontalino riportava ancora tra i vari simboli il * che se non erro significa temperatura ambiente normale.
Non dovrebbe visualizzarsi il simbolo della luna ?
Ho provato ad alzare la temperatura notturna portandola anche a 20° C ma non si è mosso niente.
In allegato la foto che ho scattato questa mattina ma che è Identica nei vari simboli evidenziati dal frontalino a quanto mostrato ieri sera e a quanto mostrato in generale nell'arco della giornata. Scusami per la bassa risoluzione. L'ho fatta con il telefonino.

Inoltre nel periodo che sono stato in caldaia stamani ho notato che il bruciatore è partito (ultimo simbolo in fondo a destra della foto) , la temperatura mostrata si è alzata e il bruciatore è rimasto acceso per circa 3 minuti. Poi si è spento e la temperatura mostrata si è abbassata . Temperatura esterna 7° C.

Ti ringrazio ancora, ti auguro buona giornata ed in attesa di tue preziose considerazioni, ti saluto,

Nastagio !
Allegati
CENTR_NASTAGIO_1.jpg
(407.37 KiB) Mai scaricato

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda sergio&teresa » lun gen 14, 2013 9:32 pm

È attivo un inserimento da esterno, cioè hai qualcosa che richiede l'intervento della caldaia bypassando la programmazione. Termostati? Hai un boiler acs da caricare? Nella foto si vede il simbolo del rubinetto, che significa che la caldaia stava intervenendo per fornire o ripristinare l'acs.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

nastagio
Messaggi: 56
Iscritto il: mer ott 12, 2011 1:16 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda nastagio » mar gen 15, 2013 8:12 am

sergio&teresa ha scritto:È attivo un inserimento da esterno, cioè hai qualcosa che richiede l'intervento della caldaia bypassando la programmazione. Termostati? Hai un boiler acs da caricare? Nella foto si vede il simbolo del rubinetto, che significa che la caldaia stava intervenendo per fornire o ripristinare l'acs.


Ciao.
La scritta inserimento da esterno è sempre attiva.
Infatti ho 3 piani riscaldati con altrettante 3 pompe che comandano i vari piani (impostate alla velocità minima ovvero 1) e per ogni piano un cronotermostato ambiente che io ho impostato in modalità manuale (sempre acceso) con temperatura 25° gradi in modo che non intervenga mai e non si fermi.
Inoltre ho un bollitore da 300 litri per la sola produzione di acqua calda per uso sanitario collegato a 2 pannelli solari sempre solo per produzione acqua calda sanitaria (no integrazione riscaldamento).
Quindi mi vuoi dire che posso fare le programmazioni che voglio in caldaia ma inutilmente ?
Così l'idraulico mi ha impostato le modifiche all'impianto da temperatura costante a temperatura "variabile" in base alla temperatura esterna (con sonda).
In questi giorni il consumo è "svizzero" ovvero 13 mc al giorno.
C'è un modo per ovviare o migliorare il funzionamento ed i consumi con questa impostazione dell'impianto ? Esempio programmazione cronotermostati ambiente o.....
La caldaia tiene comunque conto della curva climatica impostata e della temperatura normale impostata tramite rotellina, giusto ?
Mi pare di si perché se modifico le curve noto differenze di temperature in casa e toccando i termosifoni.
Inoltre controllerò con più attenzione ma il simbolo del rubinetto mi pare sia spesso acceso.
Grazie ancora, a presto,
Nastagio !

nastagio
Messaggi: 56
Iscritto il: mer ott 12, 2011 1:16 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda nastagio » mer gen 16, 2013 9:33 am

nastagio ha scritto:
sergio&teresa ha scritto:È attivo un inserimento da esterno, cioè hai qualcosa che richiede l'intervento della caldaia bypassando la programmazione. Termostati? Hai un boiler acs da caricare? Nella foto si vede il simbolo del rubinetto, che significa che la caldaia stava intervenendo per fornire o ripristinare l'acs.


Ciao.
Ho controllato sia ieri sera che questa mattina e la caldaia non si commuta su temperatura nottura dopo le ore 22.00.
Inoltre se voglio ad esempio selezionare la modalità solo produzione acqua calda mi viene visualizzata la scritta "senza funzione" così anche se volessi attivare il programma di spegnimento (tasto vicino a quello del rubinetto). La funzione party invece funziona. La funzione economizzatrice invece non funziona (senza funzione).
L'unico modo per poter selezionare solo acqua calda o acqua calda e riscaldamento è quella di spegnere la caldaia con il tasto grande (ho provato) e quando riparte tenere premuto per qualche secondo il simbolo per la modalità che vogliamo.
Ti allego 3 foto che ti invito a guardare attentamente. Come potrai notare i vari simboli evidenziati dalla centralina sono visualizzati in ordine diverso tra la foto scattata ieri sera (15/01/2013) e quella scattata stamani (16/01/2013).
Da che cosa potrebbe dipendere ?
Al momento dell'installazione della centralina climatica è stato installato anche uno "splitter" di cui ti invio foto. Sarà quello impostato in modo che si "by passi" la programmazione ?
Il bruciatore quando parte resta acceso per più di 6 minuti.
Inoltre ho provato ad abbassare la temperatura ambiente con rotellina mentre il bruciatore era acceso da poco e si è spento. Non è invece ripartito aumentando la temperatura ambiente a 30° oppure aumentando lo scostamento a 12. Anche questo mi sembra strano.
Comunque in casa si sta bene (temperatura esterna 5-6 gradi ed interna 19.5-20).
In attesa di risposte, ti ringrazio e ti saluto,
Nastagio !
Allegati
SPLITTER_NASTAGIO.jpg
(464.45 KiB) Mai scaricato
CENT_16_01_2013.jpg
(391.21 KiB) Mai scaricato
CENT_15_01_2013.jpg
(514.4 KiB) Mai scaricato

nastagio
Messaggi: 56
Iscritto il: mer ott 12, 2011 1:16 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda nastagio » gio gen 17, 2013 4:32 pm

nastagio ha scritto:
nastagio ha scritto:
sergio&teresa ha scritto:È attivo un inserimento da esterno, cioè hai qualcosa che richiede l'intervento della caldaia bypassando la programmazione. Termostati? Hai un boiler acs da caricare? Nella foto si vede il simbolo del rubinetto, che significa che la caldaia stava intervenendo per fornire o ripristinare l'acs.


Ciao di nuovo e scusami per i vari messaggi.

Ad integrazione dei miei precedenti messaggi volevo aggiungere che quello che ho chiamato Splitter dovrebbe essere un completamento esterno H1,che ha un morsetto dedicato per l'inserimento dall'esterno.

Resta da capire come e' fatto l'impianto e da cosa è comandato e quando l'H1 esterno.

Secondo me è semplicemente comandato dai cronotermostati ambiente.
Lo confermerebbe il fatto che se metto su Off i cronotermostati ambiente i termosifoni si raffreddano.
Altra prova che farò stasera è vedere se spegnendo tutti e 3 i cronotermostati la caldaia continua ad andare....

Ogni giorno un nuovo problema... Complimenti al mio installatore di fiducia (fiducia che ha ovviamente perso).

Nel caso fosse così (h1 comandato dai cronotermostati ambiente) che cosa mi consigli di fare per gestire al meglio la caldaia ?
Programmare i cronotermostati ambiente oppure lasciare il tutto sempre acceso oppure lasciare i cronotermostati in manuale sempre accesi ma impostare temperatura più basse in modo che una volta raggiunte si spenga il piano oppure.... ?
E pensare che avevo insistito (probabilmente non abbastanza) sul togliere le 3 pompe e far andare tutto con la sola pompa della caldaia eliminando il separatore idraulico.
Non ha voluto fare questo tipo di lavoro perché a detta sua la caldaia era poco potente per riuscire a riscaldare l'abitazione (circa 200 mq riscaldati) e mi aveva proposto di acquistare un'altra Viesmmann più potente.....
Che dire..... ???
Grazie ancora, a presto,
Nastagio !

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda sergio&teresa » gio gen 17, 2013 8:16 pm

Ma i cronotermostati sono i Viessmann Vitotrol? Prova a vedere se su quelli c'è una regolazione di T comfort per 24h/24.
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

nastagio
Messaggi: 56
Iscritto il: mer ott 12, 2011 1:16 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda nastagio » ven gen 18, 2013 8:03 am

sergio&teresa ha scritto:Ma i cronotermostati sono i Viessmann Vitotrol? Prova a vedere se su quelli c'è una regolazione di T comfort per 24h/24.



Ciao.

Ho fatto le prove. Se metto tutti i 3 cronotermostati su Off la caldaia si spegne ed il frontalino mostra la scritta Temperatura Caldaia e non più Inserimento da esterno.

Con i cronotermostati spenti è possibile selezionare le modalità solo acqua calda, acqua calda e riscaldamento, funzione economizzatrice, party etc....
In questo caso (cronotermostati spenti) non viene visualizzata la scritta senza funzione.

I cronotermostati sono della Bticino e hanno varie funzioni tra cui quella di programmare le fasce orarie impostando fino ad un massimo di 3 temperature diverse che chiama T1 - T2 - T3.
Attualmente sono impostati su Manuale con temperatura 22°C. Non raggiungendola mai restano sempre accesi e non vanno a spegnere la caldaia.

Non ho ora con me le istruzioni, caratteristiche e modello .
Se ne hai bisogno posso inviarti informazioni e pdf.
Grazie di tutto, a presto,
Nastagio!

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda sergio&teresa » sab gen 19, 2013 7:12 am

Di per sé che non fermino mai la caldaia non è un problema, il problema è che bypassano la programmazione: di fatto è come se la pilotassero totalmente loro, quindi zero regolazione climatica. È assurdo.... richiama chi ti ha fatto quel lavoro e digli di cambiarti la regolazione dell'intervento dei termostati sulla caldaia: minkia, hai una Viessmann coi controcoxxioni e te la regolano con tre termostati di mxxxa!!! (perdona ... ma quanno ce vo' ce vo'!!).
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3

nastagio
Messaggi: 56
Iscritto il: mer ott 12, 2011 1:16 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda nastagio » lun gen 21, 2013 8:32 am

sergio&teresa ha scritto:Di per sé che non fermino mai la caldaia non è un problema, il problema è che bypassano la programmazione: di fatto è come se la pilotassero totalmente loro, quindi zero regolazione climatica. È assurdo.... richiama chi ti ha fatto quel lavoro e digli di cambiarti la regolazione dell'intervento dei termostati sulla caldaia: minkia, hai una Viessmann coi controcoxxioni e te la regolano con tre termostati di mxxxa!!! (perdona ... ma quanno ce vo' ce vo'!!).


Ciao, grazie ancora. Concordo con te ma non su tutto.
Nel senso che non sono certo di una cosa.
Sei sicuro che non si tenga conto della regolazione climatica ?
La programmazione che è bypassata è una programmazione degli orari ovvero quando tenere la caldaia a temperatura ambiente normale e quando ridotta, giusto ?
Di che altra programmazione dovrebbe tener conto la caldaia ?
Scusa la mia ignoranza.
Lo dimostrerebbe il fatto che se vado a modificare le curve noto differenze...
Non credi sia così ?
Visto che chi mi ha fatto il lavoro non è competente come dovrebbe cambiare le impostazioni dell'H1 esterno e le regolazioni dell'intervento dei termostati sulla caldaia ? Così glielo suggerisco vivamente in modo che faccia quello che voglio.
Nel frattempo ti riporto anche la risposta della Viessmann:
Grazie, a presto,
Nastagio !
con il completamento H1 esterno e piu' cronotermostati,normalmente si programmano i cronotermostati agli orari e alle temperature desiderate,che fanno poi partire la caldaia.(inserimento dall'esterno).
Cosi' facendo si possono differenziare orari e temperature per ogni singola zona.
Per la programmazione dei cronotermostati deve fare riferimento alle relative istruzioni.
Dalla caldaia vanno tolti tutti gli orari del riscaldamento,la temperatura ridotta va messa a 3°,il set point di caldaia va lasciato a 20° e va impostata la curva idonea al tipo di impianto.
Bisogna poi portare la codifica 91:3,la D5:1 e la F2:0 (modifiche che dovrebbero essere gia' state fatte,se alzando il termostato la caldaia parte).

Avatar utente
sergio&teresa
Messaggi: 1773
Iscritto il: mer giu 24, 2009 10:29 pm

Re: Caldaia a condensazione,termosifoni in ghisa,cronotermostati

Messaggioda sergio&teresa » ven gen 25, 2013 12:01 am

Con la spiega della Viessmann diventa chiaro che effettivamente la climatica funziona ed è bypassata solo la programmazione (che a loro dire va cancellata, il che secondo me rende inutile impostare una T ridotta, ma segui quanto ti dicono). Francamente non capisco il perché di una configurazione simile... ma mi adeguo: non sapendo come funziona il completamento esterno H1 non so consigliarti. Da quanto leggo sul manuale tecnico, quei parametri che ti consigliano sono coerenti con la strategia che ti indicano.

Le accensioni come vanno?
Segui il mio impianto su Portalsole:
Liveplant3


Torna a “Risparmio Energetico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti